venerdì 28 luglio 2017

Il consigliere Morris Battistini mette le mani nella 'patata bollente', Ortopedia di Vergato.

Il consigliere comunale di Marzabotto, Morris Battistini, con una interpellanza sferza gli amministratori pubblici sulla bollente tematica 'Ortopedia di Vergato' e scrive:
 
Dopo le ultime dichiarazioni dal sindaco Giuseppe Nanni circa lo spostamento di Ortopedia dall'ospedale di Vergato a quello di Porretta entro il prossimo dicembre, assumono una gravità senza eguale i silenzi delle amministrazioni locali che tanto declamavano la volontà di mantenere i servizi ospedalieri a Vergato”.

Battistini continua:

I Sindaci si stanno genuflettendo al volere del Partito Regionale a guida di Stefano Bonaccini e a conduzione Sergio Venturi.
 Il mio Gruppo Consiliare ha presentato l'interpellanza che trovate in allegato che, se troverà conferma nell'ipotesi di cui all'oggetto, darà seguito ad un azione globale che partirà dall'Appennino fino ad arrivare sotto i Palazzi della Regione.Crediamo che la politica della collaborazione e della solidarietà ai Sindaci e alle loro Amministrazioni abbia dimostrato la totale indifferenza o ancor peggio la pessima complicità che un primo cittadino possa mantenere davanti alla propria comunità
 Francamente riteniamo finiti i tempi di attesa e di pazienza. I momenti in cui si chiedeva sobrietà e condivisione. Qui qualcuno ci sta prendendo in giro temporeggiando così da, in totale autonomia, portare avanti le proprie volontà.Se i Sindaci e il presidente dell'Unione dell'Appennino Bolognese intendono restare alla finestra a guardare, facciano pure. Noi andremo a prenderci (anzi a mantenerci) l'ospedale lì dov'è, costi quel che costi essendo certi che i cittadini saranno con noi in questa importante battaglia. Non tanto per l'ideologia o il colore politico, ma più che altro per l'importanza che un tema come quello della Sanità e del diritto alla salute ha e deve avere.
Continui pure Franchi ad occuparsi  di gadget, mentre gli portano via da sotto il naso il suo tanto "amato" ospedale.



 Alleghiamo le foto dei nuovi spazi già allestiti all'ospedale di Porretta in cui sarà ospitato il reparto di ortopedia”.



Ecco l'interpellanza:


Premesso
che in data 29 giugno è avvenuto un Consiglio Comunale a Marzabotto in cui Maggioranza e Minoranze hanno approvato una Mozione dello scrivente Gruppo Consiliare oltre che una del Gruppo di Maggioranza, in cui ci si impegnava al mantenimento del Reparto di Ortopedia presso l’Ospedale di Vergato;
che lo stesso impegno era già stato assunto dal comune di Vergato e da quello di Grizzana Morandi qualche settimana prima;
 
Preso atto
che ad oggi nè i sindaci, né l’Assessore Regionale Dott. Venturi nè la AUSL hanno pubblicamente diramato informazioni utili a tal fine;

Considerato
che a fronte di alcune interrogazioni dei colleghi di Vergato, il Sindaco Gnudi aveva dichiarato di sostenere un incontro con l’Assessore Regionale Dot. Venturi per Martedì 20 Giugno poi rinviato a Giovedì 29 Giugno;
che negli ultimi giorni di Giugno c.a. sulla Gazzetta dell’Appennino sono state pubblicate delle dichiarazioni del Sindaco Giuseppe Nanni di Alto Reno Terme in cui lo stesso affermava con una certa fierezza che il reparto di Ortopedia sarebbe stato trasferito presso l’Ospedale del suo comune entro Dicembre del 2017 sottraendolo di fatto all’Ospedale di Vergato;

Rilevato
che molteplici sono le voci oltre che le immagini circa l’allestimento informatico degli spazi dedicati al reparto di Ortopedia presso l’Ospedale Costa di Porretta Terme ;
che il Presidente del Distretto Socio Sanitario nella persona del Sindaco Marco Mastacchi ha dichiarato sul Resto del Carlino che non gli risulta nessun trasferimento del Reparto di Ortopedia di Vergato;

Tenuto conto
che appare evidente come oggi alcuni amministratori locali, che già due anni fa dichiaravano inutile qualsiasi battaglia al fine di ottenere il mantenimento del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vergato, oggi invece, strumentalizzino e cavalchino l’onda di chi da mesi sul territorio si sta impegnando al fine di ottenere risultati fattivi per il mantenimento della Sanità nel Medio Reno;

che il Gruppo Consiliare UCM Marzabotto apprese queste ultime novità ritiene profondamente grave che il Sindaco di Marzabotto non abbia informato le minoranze circa un imminente spostamento del Reparto Ortopedia, rendendosi di fatto, se così fosse, compiacente di queste scelte Regionali;
che lo scrivente Gruppo Consiliare Uniti per Cambiare Marzabotto, se tali informazioni dovessero essere confermate, tornerà a scendere per le strade del paese fino ad arrivare sotto i palazzi della Regione EmiliaRomagna per manifestare il proprio dissenso e la propria contrarietà alle politiche folli di questo Piano di Riordino Ospedaliero denunciando palesemente la complicità di quelle Amministrazioni che se pur apparentemente contrarie, hanno sottaciuto genuflettendosi al volere del Partito Regionale;

tutto ciò premesso si INTERPELLA il SINDACO e la GIUNTA COMUNALE per sapere 

se l’incontro di discussione sul piano di riordino Ospedaliero con l’Assessore Regionale e i vertici dell’AUSL si è realmente svolto come previsto;  se sì, quali siano stati i contenuti (eventuali modifiche e le novità che riguardino il Presidio Vergatese) e su quali basi ed informazioni il Sindaco di Alto Reno Terme ha rilasciato le dichiarazioni suesposte;

e che tipo di iniziative intenda attuare, a questo punto, l’Amministrazione Comunale di Marzabotto.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità, guadagnamo più di quanto produciamo, spendiamo più di quanto guadagnamo. Serve austerità, bisogna pareggiare i conti, bisogna cedere sovranità all’€U, alla NATO,alla Germania, alla Francia, all'ONU, all'UNESCO, all'Africa,al Vaticano, a tutti fuorchè agli italiani,serve revisione delle spese , piange la Fornero lacrime sui pensionati, bisogna tagliare la Sanità ( esclusi i tso dei vaccini per i neonati e bambini) ecc. ecc. questo dice il coro di TUTTI i politici. Ultimo esempio è Giorgia Meloni (l'aria che tira estate del 25/7/17 a 1h40m)che fa la sovranista ma è favorevole al pareggio di bilancio perché abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.




Anonimo ha detto...

Bravo Morris, al momento sei l'unico che ha usato parole dure, decise e che fanno intendere battaglia dura senza se e senza ma. Questa è la sostanziale differenze che intercorre tra te e i politici che oggi dicono di volere il bene dell'appennino.

Anonimo ha detto...

Il consigliere Battistini se chiamato ad operare per i propri cittadini non manca mai.
Lo sappiano i politici Bolognesi.

Luca

Anonimo ha detto...

Consigliere?
Capogruppo vorrete dire.
Patata bollente?
Siete sicuri che voglia mettere le mani nella patata bollente?

Francesco ha detto...

Beh, non solo a proposito di sanita. Anche sui servizi pubblici di rilevanza vengono prese decisioni dai burattini locali dietro indicazioni del partitone.senza considerare il territorio e tutelare i suoi presidi. Vedi la questione acqua e rifiuti..Con buonapace degli integralisti piddini da porretta a marzabotto passando per monzuno.