mercoledì 21 febbraio 2018

Giovedì 22 febbraio assemblea sindacale degli operatori di Cup2000tta. Possibili disagi

L'Azienda USL di Bologna informa:

Una assemblea sindacale degli operatori di CUP 2000 è stata indetta dalla SGB per domani, giovedì 22 febbraio, tra le 12 e le 16.

Per evitare possibili disagi, l’Azienda Usl di Bologna invita i cittadini ad utilizzare le tante possibilità offerte dai canali alternativi, a partire dalle farmacie e parafarmacie, per prenotare, cambiare, disdire gli appuntamenti e pagare l’eventuale ticket sanitario. Le stesse operazioni possono essere effettuate attraverso i canali digitali: l’app “ER Salute”, il sito cupweb.it, il Fascicolo Sanitario Elettronico www.fascicolo-sanitario.it o, solo per la disdetta, il sito opencup.cup2000.it
Anche i pagamenti possono essere effettuati online, sul sito pagonlinesanita.it, oppure con i riscuotitori automatici presenti nelle strutture sanitarie o alle casse abilitate dei supermercati Coop.
L’elenco di tutte le operazioni che si possono fare dallo smartphone o dal computer di casa è disponibile sul sito web dell’Azienda Usl di Bologna, sezione Sanità On Line.

Festa di laurea all’interno della "famiglia" dell'Arma dei Carabinieri

La Legione Carabinieri Emilia Romagna informa:  

L'Arma dei Carabinieri di Bologna si è stretta ieri, proprio come una famiglia, ad Andrea Sinigaglia che ha festeggiato il conseguimento nella prestigiosa Università di Bologna della sua laurea in giurisprudenza, con la presenza della madre Maria Chiara, del nonno Ameglio Graziano, di un nutrito gruppo di amici ed una rappresentanza dell’ONAOMAC.

Dal Comando Provinciale Carabinieri Bologna.

Andrea è figlio del Capitano Massimo SINIGAGLIA, deceduto dieci anni fa in servizio a seguito di un sinistro stradale avvenuto nel Cuneense, mentre era Comandante della Compagnia Carabinieri di Borgo San Dalmazzo.
La cerimonia si è svolta nella sede del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna e vi hanno partecipato il Generale di Divisione Adolfo FISCHIONE, il Colonnello Valerio GIARDINA e una rappresentanza dell'ONAOMAC (Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari dell'Arma dei Carabinieri) che in questi dieci anni è stata sempre vicina al giovane e alla sua famiglia che oggi vive nel Veneto.
L’ONAOMAC è un ente morale fondato nel 1948, dopo la seconda guerra mondiale, con lo scopo di assistere gli orfani dei militari dell’Arma nel loro percorso di formazione scolastica, sino all’inserimento nel mondo del lavoro o all’eventuale conseguimento della laurea universitaria. Le disponibilità finanziarie per quest’attività sono date da contributi volontari mensili elargiti dai carabinieri in servizio, da elargizioni di privati cittadini e dai canoni di locazione di immobili ricevuti in donazione ed eredità.

Da Marzabotto alla 'Festa etrusca a Comeana' portabandiera di Kainua.

I rievocatori storici dell’Associaizone Methlum Kainual, testimoni della presenza etrusca a Marzabotto, hanno animato con due rappresentazioni la I° edizione della “Festa etrusca” che si è svolta a Carmignano (PO), presso la necropoli etrusca di
Comeana.

L’iniziativa - organizzata dall’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune - si è inserita
nell’ambito delle celebrazioni della “Giornata degli Etruschi” promossa dal Consiglio Regionale Toscano.


Lo spazio dedicato alla Festa è stato allestito nel suggestivo uliveto ai piedi del Tumulo principesco di Montefortini: un prestigioso monumento funerario che risale alla seconda metà del VII secolo a.C., all’interno del quale si trovano due tombe a camera.

La prima si compone di una cella a pianta circolare con pilastro centrale e copertura a falsa cupola, preceduta da un corridoio d’accesso a cielo aperto e da un vestibolo coperto a piatta banda; la seconda è a camera a pianta rettangolare coperta a falsa volta, preceduta da un vestibolo con copertura analoga e da un monumentale corridoio a cielo aperto.
Le tombe hanno restituito corredi funebri prestigiosi, esposti nel vicino Museo Archeologico di Artimino “F. Nicosia”, composti da oggetti d’avorio finemente decorati, ceramiche dalle forme peculiari, fra le quali due incensieri di bucchero, da ornamenti personali e da una splendida coppa di vetro azzurro.

Nell’area attrezzata sono state organizzate attività laboratoriali per bambini dedicate alla costruzione dei giochi di un tempo e alla scrittura etrusca (a cura dell’Associazione Artumes), che hanno riscosso un grandissimo successo.

Tutti i bimbi poi si sono divertiti facendosi truccare in
modi svariati, con materiali naturali, dal “Trucca bimbi” appositamente invitato alla manifestazione.
Non sono mancati i momenti di intrattenimento musicale.

Dalla zona della Festa sono partite due escursioni: la prima, conclusa con una ricca colazione, al
citato Museo Archeologico di Artimino collocato sulla sommità del colle un tempo occupato dall’insediamento etrusco; la seconda al vicino Tumulo dei Boschetti che, come quello più
imponente di Montefortini, ha restituito i resti di almeno due prestigiosi corredi funebri esposti ad
Artimino.

Il Gruppo Archeologico Carmignanese ha preparato il “vino etrusco” e si è messo a disposizione di
chi volesse approfondire la conoscenza degli antenati etruschi che hanno abitato in quest’area.
La gestione degli stand gastronomici è stata affidata alle Associazioni di volontariato; accanto a loro
non mancavano gli stand dedicati alle produzioni artigianali; tutti gli oltre venti operatori presenti
erano tutti rigorosamente abbigliati con tuniche all’etrusca.
Le rievocazioni storiche dell’Associazione
Methlum Kainual hanno messo in scena la rappresentazione di un rito di fondazione
etrusco e quella delle esequie funebri tributate ad un guerriero, indossando abiti e calzature
accuratamente riprodotte prendendo ispirazione dai monumenti che ci sono pervenuti.

Tra il pubblico va segnalata la presenza di numerose famiglie con bambini tornati verso casa entusiasti e pertanto l’Amministrazione di Carmignano sta già progettando la nuova edizione della “Festa etrusca di Comeana”, prevista per il settembre 2018. Festa etrusca a Comeana”, I edizione. 










 


Dalle medicine per tutti alla medicina personalizzata

Tommaso Pippucci illustra la cura nell'era delle biotecnologie il prossimo venerdì, 23 febbraio, alle 17, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno

Dal Comune di Casalecchio di Reno 

 Se fino a pochi anni fa la malattia era prevalentemente intesa come uno stato in cui chiunque poteva incorrere nella stessa maniera, oggi la "medicina personalizzata" o "medicina di precisione", basata sulle nuove conoscenze genetiche e sullo sviluppo della biotecnologia, mette in crisi (in un contesto segnato anche dall'emergere delle condizioni croniche) il presupposto di una "pillola uguale per tutti". Quale impatto avrà questa evoluzione sulla cura per come la conosciamo, in termini scientifici ed etico-politici? Di questo si occuperà Tommaso Pippucci nella conferenza "Dalle medicine per tutti alla medicina personalizzata. Come la scienza sta cambiando l'utopia della salute", in programma venerdì 23 febbraio, alle 17, in Casa della Conoscenza.
Le vaccinazioni di massa possono essere considerate l'apice di una cultura medica secondo cui una pillola è in grado di guarirci o renderci immuni da qualsiasi malattia e allo stesso modo per tutti. Oggi, proprio mentre la fiducia nelle vaccinazioni di massa scende a causa di movimenti d'opinione irrazionali ma apparentemente inarrestabili, sta nascendo una nuova idea di medicina "individualizzata", fondata sull’acquisizione continua di conoscenze genetiche e sulla disponibilità sempre meno pionieristica di biotecnologie capaci di tenerne conto. Oltre a descrivere questo nuovo modo di affrontare le necessità di diagnosi, prevenzione e cura che ciascuno di noi ha, la conferenza ipotizzerà come questa nuova forma "individualista" di medicina potrà rivelarsi, o meno, democratica nella sostanza.
La conferenza è a ingresso libero e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale Youtube di Casa della Conoscenza, nel quale resterà successivamente disponibile la videoregistrazione.

Tommaso Pippucci, nato nel 1977 a Firenze, si è laureato in Biologia all'Università di Firenze e ha conseguito il dottorato di ricerca in Biochimica (programma in Genomica e Post-genomica) all'Università di Bologna. Attualmente lavora presso l'unità operativa di Genetica medica del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna. La sua ricerca si concentra sulle basi patogenetiche delle malattie rare e delle epilessie, anche all'interno di progetti finanziati da Telethon.

Arrivano gli agrichef


A Bologna cifra record (3.733) studenti del cibo consegnati gli attestati del primo corso di agrichef in agriturismo

Ci sono anche cinque agrichef di Bologna tra i diciassette che hanno ricevuto l’attestato di
partecipazione al primo corso regionale per agrichef promosso da Terranostra e Campagna Amica.
Lo annuncia Coldiretti Bologna sottolineando che il numero dei giovani che vedono una prospettiva di lavoro futuro nel cibo nel bolognese ha raggiunto la cifra record di 3.733. 


Tanti sono infatti gli studenti che nella in provincia frequentano scuole Alberghiere e Agrarie, che rappresentano – informa Coldiretti Bologna – il 9,7% dei 38 mila studenti delle scuole secondarie di secondo grado per l’anno scolastico 2017/2018. La tendenza a privilegiare la produzione e l’elaborazione di alimenti come sbocco lavorativo è
confermata anche dal sondaggio Coldiretti/Ixé secondo il quale il 54 per cento dei giovani oggi
preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale (21 per cento) o
fare l’impiegato in banca (13 per cento).
 
Il primo corso di Agrichef – spiega ancora Coldiretti – ha puntato a formare non solo chef abili ai fornelli, ma una figura professionale a tutto tondo, esperta anche in marketing e comunicazione, in grado di raccontare ad un cliente sempre più attento ed esigente la storia di un prodotto e la cultura del territorio che lo ha fatto nascere.
 



Al termine del corso Diego Scaramuzza, presidente nazionale dell’associazione agrituristica Terranostra, e Marco Allaria Olivieri, direttore di Coldiretti Bologna, hanno consegnato gli attestati di Agrichef a partecipanti al corso, provenienti da tutta l’Emilia Romagna.
A Bologna hanno ricevuto l’attestato in cinque: Fabiola Zoffoli della Fattoria Romagnola di Imola; 
 
Federica Branchini della Fattoria Quercia di Valsamoggia; Claudia Trigari dell’agriturismo Il Grillo di Pianoro; Luca e Manuele Busato dell’agriturismo I Tre Casali di Minerbio.
Al termine del corso il presidente di Terranostra Diego Scaramuzza ha ringraziato i produttori di
Campagna Amica che hanno messo a disposizione i prodotti agricoli per la cucina e la Sis, Società Italiana Sementi di Bologna, che ha messo a disposizione il riso Volano e la pasta prodotta con il grano antico “Senatore” Cappelli.

martedì 20 febbraio 2018

Il Faro di Gaggio si 'fa bello'.

E' tra le opere più note dell'Appennino. Confcommercio apre raccolta fondi

Da ANSA

   Iniziano i lavori di ristrutturazione del Faro di Gaggio Montano, uno dei monumenti più noti dell'Appennino bolognese. A sostegno dell'iniziativa - spiega una nota - la Confcommercio Ascom Bologna ha avviato ad una raccolta fondi che permetta la ristrutturazione e l'organizzazione di eventi per garantire maggiore richiamo turistico alla località emiliana. Il blocco che sovrasta il paese è visibile da ogni via di accesso. Nella seconda metà del '500 venne collocato sulla sommità del Sasso un piccolo edificio con orologio a campana che venne sostituito nel 1951 con l'attuale Faro progettato dell'ingegnere Giuseppe Rinaldi, un vero e proprio belvedere sull'Appennino.
    Soddisfatto del sostegno all'iniziativa, il direttore di Confcommercio Ascom Bologna, Giancarlo Tonelli. "Valorizzare questo monumento - osserva - è un ottimo modo per mettere in luce l'offerta turistica del territorio appenninico: il Faro è una caratteristica unica di Gaggio Montano e di particolare interesse per i visitatori".


Domani, mercoledì 21 febbraio assemblea sindacale degli operatori di Cup2000. Possibili disagi, invitiamo i cittadini ad utilizzare i canali alternativi

L'Azienda USL di Bologna informa:

Una assemblea sindacale degli operatori di CUP 2000 è stata indetta dalla CGIL per domani, mercoledì 21 febbraio, tra le 11.15 e le 15.15.
Per evitare possibili disagi, l’Azienda Usl di Bologna invita i cittadini ad utilizzare le tante possibilità offerte dai canali alternativi, a partire dalle farmacie e parafarmacie, per prenotare, cambiare, disdire gli appuntamenti e pagare l’eventuale ticket sanitario. Le stesse operazioni possono essere effettuate attraverso i canali digitali: l’app “ER Salute”, il sito cupweb.it, il Fascicolo Sanitario Elettronico www.fascicolo-sanitario.it o, solo per la disdetta, il sito opencup.cup2000.it
Anche i pagamenti possono essere effettuati online, sul sito pagonlinesanita.it, oppure con i riscuotitori automatici presenti nelle strutture sanitarie o alle casse abilitate dei supermercati Coop.
L’elenco di tutte le operazioni che si possono fare dallo smartphone o dal computer di casa è disponibile sul sito web dell’Azienda Usl di Bologna, sezione Sanità On Line.


Un 'clic' può fare diventare Scola la Tua Scola.

Il direttivo dell'Associazione Sculca informa del concorso "FOTOGRAFA LA TUA SCOLA" indetto con il patrocinio della Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna.

La partecipazione al concorso fotografico è gratuita. I fotografi dovranno inviare via mail (segreteria@borgoscola.net), tra il primo marzi e il 30 aprile, la scheda di partecipazione ed uno scatto di Scola che ritengono significativo; può anche essere un dettaglio.
Le foto saranno esposte nella sede dell'Associazione Sculca dall'1 luglio (giorno in cui inaugureremo il restauro della Pala) al 14 settembre e saranno votabili da tutti coloro che passano per Scola. Si può esprime 1 solo voto.

Le tre migliori foto verranno premiate il 16 settembre a Scola alla presenza della Presidente dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Simonetta Saliera.

Il regolamento e la scheda di adesione sono scaricabili sul sito della Associazione Sculca: www.borgoscola.net.

IL BIANCO E NERO DEGLI SCACCHI A PONTECCHIO MARCONI

Mario Marsigli segnala ai giovani e ai giovanissimi la possibilità di partecipare al torneo di scacchi che si terrà domenica prossima, 25 febbraio, nelle strutture accoglienti della scuola materna della Parrocchia di Santo Stefano a Pontecchio Marconi.

E' il '6° Torneo Tecnologie FRB – Romano Franceschelli', rivolto ai ragazzi delle  scuole elementari, medie e superiori dei comuni di Sasso Marconi, Marzabotto e Vergato.

Prescrizione obbligatoria al 3389240752



La sfida sulla scacchiera integra ed è a verifica, dell'attività didattica effettuata nelle scuole dal Circolo Scacchi. Il torneo  vedrà quindi protagonisti i  ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori che avranno così in un cavalleresco confronto mettere a frutto quanto appreso durante i corsi.
A loro sarà comunque garantita, al di là dei risultati, una bella e singolare giornata di divertimento, allegria e impegno della mente che aiuta a crescere.
 

L'invito è esteso a tutti quelli che vogliono partecipare.

lunedì 19 febbraio 2018

Previsioni meteo: avvio incerto con pioggia, neve in Appennino

Una settimana all'insegna del freddo invernale restituirà qualche fiocco in più sopra le quote collinari. Rischio maggiore tra mercoledì e venerdì. Sotto controllo il livello dei fiumi

Arriva la neve, ma solo sui rilievi. E' il quadro fotografato da Arpae per le prossime 96 ore: aria fredda in arrivo dalle pianure russo-siberiane si scontrerà con aria umida in risalita dal Mare Adriatico. Sono quindi previste nevicate copiose, ma solo sulla dorsale appenninica tra mercoledì 21 e venerdì 23 febbraio. Solo localmente, le nevicate potranno scendere anche a quote di bassa collina. Sembra essere per ora esclusa la pianura, sulla quale sono attualmente previste solo deboli precipitazioni.
Nel frattempo, per le prossime 24 ore la Protezione civile ha emesso una allerta meteo a partire dalla mezzanotte di domani, martedì 20 febbraio: si prevedono deboli precipitazioni sui rilievi, con quota neve intorno ai 4-500 metri. Nella serata, sulle pianure centro-orientali piogge deboli e irregolari con intensificazione dei venti (28-38 km/h). I fiumi minori sono sotto controllo, a causa del rischio di piena. ( da Bolognatoday)



Grande partecipazione alla cena a Vergato con i candidati di Forza Italia

Spazio di Forza Italia

Ben 160 persone, tutti cittadini dell’Alto Medio Reno, hanno partecipato alla cena di sabato 17 febbraio presso il centro civico polivalente “Franco Nanni” a Vergato con i candidati di Forza Italia Anna Maria Bernini ( Senato), Galeazzo Bignami ( Camera), Nunzia De Girolamo ( Camera) e con l’europarlamentare Elisabetta Gardini.
Tanti i temi trattati, partendo dalle indicazioni per il voto secondo il nuovo sistema elettorale fino ai temi di politica nazionale. Grande apertura al confronto e grande interesse da parte dei cittadini per le proposte di Forza Italia per il governo del Paese: flat tax, sicurezza, sostegno alle famiglie, blocco degli sbarchi e rimpatrio degli irregolari, meno vincoli dall’Europa.
Molti anche i temi locali affrontati come la difesa del suolo, l’implementazione delle infrastrutture e il rilancio del lavoro attraverso il sostegno alle imprese del territorio. Temi trattati dai candidati con grande capacità e approfondimento, nella consapevolezza che le politiche per l’Appennino devono trovare la giusta valorizzazione all’interno dei programmi nazionali ed europei.


Denunciate tre persone perchè 'ubriache al volante'. Una a Castel d'Aiano.

Altri 'ubriachi al volante' trovati in fallo dai Carabinieri durante i controlli alla circolazione stradale, più numerosi durante il weekend, quando alcuni automobilisti hanno la consuetudine di mettersi al volante ubriachi e senza rendersi conto che oltre alle conseguenze civili e penali, possono mettere in pericolo anche la vita degli altri, perché l’abuso di alcol provoca una gravissima alterazione dello stato psicofisico.
Sabato notte, a Castel d’Aiano, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un’automobilista quarantottenne modenese che stava guidando la sua Volkswagen Golf in evidente stato di ebrezza, ma non è stato possibile eseguire la prova dell’etilometro perché si è rifiutato.
A Imola, invece, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile hanno denunciato due automobilisti in circostanze diverse. Il primo, sessantenne imolese, è stato denunciato sabato notte durante un posto di controllo in via Giacomo Puccini. L’uomo, alla guida della sua Opel Corsa, è risultato positivo all’alcol test, con un valore di 2,36 g/l. Il secondo automobilista, invece, trentaduenne rumeno, residente a Imola, è stato denunciato questa notte, al termine di un inseguimento con una pattuglia dei Carabinieri che era stata allertata dalla Centrale Operativa del 112 a seguito di una segnalazione che riportava la presenza di avventori molesti all’interno di una sala slot.
All’arrivo dell’autoradio, il trentaduenne, completamente ubriaco, non ha esitato a mettersi al volante della sua BMW e a partire a tutta velocità, assieme a un connazionale di ventiquattro anni che si è seduto sul sedile accanto. La fuga è durata poco perché, come detto in precedenza, l’alcol ha compromesso i riflessi del trentaduenne che giunto in via della Cooperazione si è schiantato contro un muro, fortunatamente senza conseguenze. All'uomo, positivo all’alcol test con un valore di 2,41 g/l, non è stato possibile ritirare la patente di guida perché mai conseguita.

Dal Comando Provinciale Carabinieri Bologna

Appuntamento preelettorali dell'onorevole De Maria

SPAZIO AUTOGESTITO 
 

Da Andrea De Maria ( PD)

Mancano meno di due settimane alle elezioni. Come ben sapete andremo a votare con una legge elettorale nuova. È quindi importante informarsi e informare sulla corretta modalità di votazione. Per votare si deve semplicemente tracciare un segno sul simbolo del partito scelto.  

ATTENZIONE: non scrivete le preferenze (pena il rischio dell'annullamento della scheda). I nominativi dei candidati sono infatti già stampati sulla scheda.


Tantissimi gli appuntamenti prevotazioni (
guardate sul mio sito).

Ve ne segnalo tre in particolare.
Giovedì prossimo, 22 febbraio, alle 18, incontro dal titolo "Investimenti per Bologna" a cui parteciperanno anche il Ministro Graziano Delrio e il Presidente della Regione Stefano Bonaccini 


 e alle 21.l'incontro dal titolo "Scuola e Antifascismo".  


Infine venerdì 2 marzo la cena con musica dal vivo a conclusione della campagna elettorale.



Spero abbiate l'opportunità di essere tra noi. Tanta è la passione che i militanti e gli iscritti del Partito Democratico, gli uomini e le donne del Centrosinistra, a Bologna e nel Paese, stanno mettendo nell'organizzazione di eventi, iniziative e banchetti in questi giorni. Ne sono orgoglioso. Quando bisogna sostenere i
valori di libertà, democrazia e antifascismo noi siamo sempre in prima linea.

 

Robbi Cafè riapre

Nadia, Roberto, Antonio e Alberto informano che
domani, martedì 20 febbraio, riapre al ...'Nuovo' Robbi Cafè', dopo una sosta per consentire il rinnovo dei locali.

Entro la settimana si terrà la festa di inaugurazione. 

 

A Marzabotto , l'Appennino che vorrei'.

Con il titolo e il proposito 'l'Appennino che vorrei: soluzioni possibili',  domenica prossima, 25 febbraio, si terrà alle 15.30 nel teatro comunale di Marzabotto, un incontro-convegno dedicato ai cittadini, operatori e animatori dell’Appennino bolognese.

Il clima cambia, il paesaggio muta, i servizi vengono meno, le imprese industriali locali sono in crisi, ma le persone, i 'montanari', non mollano e rilanciano, mettendosi personalmente in gioco per evidenziare a coloro che hanno voglia di ascoltare, quali sono i problemi che incontrano ogni giorno nel nostro fragile territorio e che ritengono risolvibili.

L'incontro ha la finalità di far incontrare e ascoltare chi nelle varie funzioni opera in Appennino, nella convinzione che sia utile mantenere un contatto concreto con il territorio e il suo pulsare.

Relatori: Agricoltori, imprenditori, abitanti della montagna o che nella montagna ci lavorano o hanno lavorato e la conoscono bene.

Argomento: Libero, collegato al vivere nell'Appennino bolognese

Format: Esposizione di un problema che si ritiene significativo e della soluzione identificata, realizzata o realizzabile


Molinella, multa annullata dal giudice di pace. "Velo Ok irregolari"

Secondo il giudice manca l’autorizzazione del prefetto

Con l'interrogativo 'A Sasso Marconi com'è la situazione?',  un lettore ha mandato questo articolo de Il Resto del Carlino per la pubblicazione

Se la sentenza del giudice di Pace di Imola Maria Florio venisse confermata in appello, metterebbe in dubbio la regolarità di tutti i box di metallo o plastica sparsi nella Bassa e usati occasionalmente per fare contravvenzioni. Secondo il giudice, infatti, che ha annullato una multa per eccesso di velocità da 56 euro elevata a Molinella con i ‘velo ok’ (involucri di plastica che possono contenere gli autovelox), anche queste postazioni dovrebbero essere autorizzate dalla prefettura. Quindi, non basterebbe la presenza nelle vicinanze di una pattuglia per rendere regolare la multa, ma ci vorrebbe il benestare del prefetto (come per gli autovelox fissi). A Molinella di queste involucri ce ne sono 12 (ma con un solo strumento di rivelazione) mentre negli otto Comuni dell’Unione della Reno Galliera sono una ventina.
Ognuna di queste postazioni non ha il benestare della prefettura perché soltanto in certi casi ha il rilevatore all’interno. Per il giudice di pace di Imola, invece, questi box sono autovelox ibridi assoggettati alle regole di quelli fissi. Ad assistere l’automobilista che ha ottenuto l’annullamento, il legale Martino Pioggia, che si aspetta il ricorso del Comune: "Mi difenderò con determinazione. Certo, il codice della strada va rispettato, ma anche la pubblica amministrazione deve rispettare le regole".
Il sindaco di Molinella Dario Mantovani spiega le sue ragioni: "La sentenza si basa sull’ipotesi che i velo ok siano assimilabili ai comuni autovelox fissi per cui, come tutti sappiamo, serve l’autorizzazione della prefettura. Ma né lo strumento di rilevamento, né l’alloggio sono strumenti fissi: c’è una vasta letteratura che conferma la legittimità dei velo ok e di conseguenza delle multe. Lo strumento di rilevazione poi gira talmente tanto da essere posizionato nel singolo alloggio una volta ogni 30 - 40 giorni. Parliamo in ogni caso di un deterrente contro chi supera i limiti: i velo ok sono spesso vuoti. Sulla segnaletica infine sottolineo che è sempre ben visibile, come del resto la pattuglia nelle vicinanze. Faremo certamente ricorso e siamo certi che il tribunale confermerà la nostra versione".


domenica 18 febbraio 2018

Il sabato di Sasso Marconi




E stato un pomeriggio di interesse socio-culturale quello di ieri a Sasso Marconi. E' iniziato alle 16 con la presentazione del lampione riparato di Mongardino. Il punto luce si trova al bivio fra via Codicino e la provinciale via Tignano e i residenti l'hanno ripristinato a loro spese per dare maggior sicurezza al tratto di strada. 
E stato intitolato a chi, per ironia della sorte, non ha potuto essere presente perchè indisposta, Rita, la signora di Mongardino che con insistenza ha chiesto il ripristino. L'intervento, che ha richiesto il rifacimento dell'impianto elettrico e della lampada, non ha avuto un grosso costo, ma è la prova di quanto un gruppo frazionario coeso sa affrontare i problemi della propria frazione.


Mezz'ora dopo, alle 16.30, alla presenza degli sportivi del nuoto, del sindaco Stefano Mazzetti e dell'assessore Renzo Corti, è stata riaperta la piscina di Sasso Marconi, dopo un incisivo intervento di ristrutturazione e di adeguamento normativo-impiantistico finalizzato anche al risparmio energetico, lavoro che ha richiesto quasi mezzo milione di euro. L'assessore ha voluto sottolineare come l'opera dia alla piscina la qualità gestionale e di fruibilità utile a garantire agli utenti una attività in assoluta sicurezza e tranquillità. L'inaugurazione si è inserita all'interno del programma dell'open day e la giornata ha soddisfatto sia i gestori che possono proporre una struttura rinnovata, sia i frequentatori che hanno sottoscritto nimerosi abbonamenti. 

 

Contemporaneamente, alla Sala Giorgi, veniva presentato l'ultimo numero della rivista Al Sas, il semestrale che tratta della storia e della cultura locale e dell'ambiente. La presentazione è avvenuta durante una conferenza nella quale sono stati trattati diversi argomenti, tra cui le ultime rivelazioni uscite dai recenti scavi nella città etrusca di Kainua a Marzabotto. In particolare è stato illustrato il nuovo sistema informatico che permette , tramite una app e un lettore elettronico di camminare nella storica città ricreata artificialmente. E' stato precisato però che l'attuale sistema richiede l'uso un un computer piuttosto potente e che è allo studio un secondo sistema, meno impegnativo, che permetterà di visitare la città scientificamente ricostruita con l'uso del telefonino.

L'ex sindaco di Sasso Marconi, Gianni Pellegrini, quale testimone privilegiato per il suo incarico amministrativo e politico, ha poi relazionato sul lungo percorso che ha portato al recupero di buona parte del complesso settecentesco Borgo di Colle Ameno. Un suo scritto sul numero di Al Sas presentato riporta quando da Pellegrini raccontato.

Per l'occasione era presente una bella esposizione di attrezzi agricoli in miniatura realizzata dalla paziente e capace operatività di Elio Pagani. Fra le tante opere, un meccanismo di mulino storico. 



 

L'amarcord per Mariele Ventre.

Gianni Passini ricorda: 
Il 16 dicembre 1995 sorella morte bussò ad un cancello della tranquilla Via Guidicini, nel quartiere pre-periferia est di Bologna e portò in Paradiso, a coordinare i cori Angelici, Mariele Ventre, a tutti nota per essere stata artefice della nascita e maestra direttrice del Piccolo Coro dell’Antoniano di Bologna. Coro protagonista dell'apprezzatissimo ( non solo per auditel) Zecchino d’Oro.
Mariele è sempre stata protagonista e presente nel cuore dei tanti bambini che l'hanno avuta per 'maestra'. A 23 anni dalla sua scomparsa, manca ancora ai grandi e ai bambini che in lei trovavano una guida e un punto di riferimento rassicurante; una donna straordinaria nella sua semplicità e una validissima Maestra.
Qualche anno dopo la sua scomparsa, il 22 giugno 2000, mancò il papà di Mariele, il dottor Livio Ventre, commercialista molto stimato.
Nella serata di venerdì del Festival di Sanremo i ragazzi dello Stato Sociale hanno voluto al loro fianco i bambini del piccolo coro dell’Antoniano , consapevoli del valore sociale, oltre che canoro, dell'apprezzatissima giovanissima formazione, biglietto da visita di grande effetto per Bologna.
Ciò mi ha fatto apprezzare ancor di più il fatto che il gruppo di giovani artisti bolognese sia 'arrivato' secondo a Sanremo.
Negli ultimi tempi abbiamo perso anche Cino Tortorella, il famoso Mago Zurlì, animatore e conduttore instancabile dello Zecchino d’Oro.
E' doveroso ricordare persone che hanno dato tanto al piacere dello stare insieme, dedicando la loro vita ai bambini dello Zecchino d’Oro e a tante opere destinate alla beneficenza.