martedì 25 luglio 2017

A Colle Ameno di Sasso Marconi, pastasciutta antifascista e dibattito su ius soli e diritto di cittadinanza.

Il Comune di Sasso Marconi informa:

Seguendo l’esempio di Alcide Cervi e dei suoi figli che il 25 luglio 1943, per festeggiare la sfiducia a Benito Mussolini del Gran Consiglio del Fascismo e la caduta del regime, offrirono la pastasciutta ai propri concittadini nella piazza di Campegine, la città di Sasso Marconi ripropone, oggi, martedì 25 luglio, per il 74° anniversario della caduta del Fascismo la Pastasciutta antifascista, la pastasciutta gratis per tutti: una tradizione in continua crescita se si considera che la rete delle pastasciutte conta oggi un centinaio di iniziative in tutta Italia.

A Sasso Marconi l’evento si svolge in un luogo fortemente simbolico come Colle Ameno (sede di un campo di concentramento e smistamento di civili sotto il comando delle SS durante la II Guerra Mondiale), dove la distribuzione della pastasciutta sarà accompagnata da appuntamenti letterari, momenti di intrattenimento e di riflessione.

Si comincia alle 17.30 con un reading di poesia a cura de 'Le Voci della Luna. Interverranno autori del panorama nazionale e internazionale, dando testimonianza di un nuovo sentire poetico che riflette l’esigenza di rinnovamento e la necessità  di abbattere muri, pregiudizi e barriere.

Alle 19.30 inizierà la distribuzione gratuita della pastasciutta (è richiesto solo il simbolico contributo di 1 € per il coperto); funzionerà anche un punto ristoro con crescentine e tigelle.

Alle 21, la distribuzione della pasta lascerà spazio a un momento di dibattito e confronto su temi di attualità, come il diritto di cittadinanza, l’accoglienza e l’integrazione dei migranti. Intervengono gli onorevoli Marilena Fabbri (Commissione Affari Costituzionali della Camera e relatrice della legge sullo Ius soli) e Mario Marazziti (Commissione Affari Sociali della Camera), Mohamed El Atrabi (funzionario Federazione Italiana Lavoratori Legno e Affini per i diritti dei lavoratori migranti) e alcuni esponenti di #italianisenzacittadinanza, gruppo di giovani nati (o cresciuti) in Italia da genitori stranieri, uniti nel chiedere una legge che riconosca loro lo status di cittadini italiani. Modera il dibattito Riccardo Tagliati, direttore di Radio Città del Capo.

Al termine del dibattito, intrattenimento musicale con Enrico Fava (piano) e Alberto Padovani, che accompagneranno i presenti in un suggestivo viaggio nella canzone d’autore americana  e balli nel parco di Colle Ameno a cura dell’associazione 'I Biasanòt'.

Per tutta la serata, sarà visitabile la mostra 'Comix4equality', una retrospettiva curata dalla Cooperativa 'Lai Momo' che presenta una serie di fumetti realizzati da artisti migranti sul tema del razzismo, e si potranno visitare il Borgo settecentesco e l’Aula della Memoria.
 

L’iniziativa è promossa da ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) e gruppo25aprile, in collaborazione con il Comune di Sasso Marconi, alcune associazioni del territorio e il contributo di sponsor privati (tra cui Coop Adriatica, che ha fornito la pasta di “Libera Terra”, proveniente dai terreni confiscati alla mafia e utilizzata nell’occasione).


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma tra i relatori ce ne è almeno uno che non è d'accordo sullo ius soli?
Se no che dibattito è?
Mah...
Marco

Anonimo ha detto...

ma che ius soli, l'importante è che ci sia la pastasciutta antifascista....

Anonimo ha detto...

no Marco.su Nel pd non ci deve essere il contraddittorio altrimenti casca il castello di carte della finta accoglienza