venerdì 3 aprile 2020

Unione dell’Appennino bolognese. Arrivano i pagamenti digitali

A partire dal prossimo anno scolastico nei comuni dell’Appennino bolognese i servizi scolastici potranno essere pagati con tutte le opzioni offerte da PagoPa: cioè online e presso tutti i gestori, banche o esercenti, che aderiscono al circuito.

di Carmine Caputo

Il prossimo anno scolastico i servizi scolastici dei comuni dell’Unione dell’Appennino bolognese potranno essere pagati online tramite la piattaforma nazionale PagoPa. Nei giorni caratterizzati dall’epidemia da Covid-19, infatti, gli uffici non hanno smesso di lavorare e anzi, la situazione ha dimostrato una volta di più l’importanza di avere diverse alternative nella fruizione dei servizi.
PagoPA è una piattaforma digitale, gestita da una omonima società pubblica alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio, che consente ai cittadini di pagare utilizzando le nuove tecnologie, per semplificare loro la vita e al tempo stesso sollevare le amministrazioni dai costi e dai ritardi dei metodi di incasso tradizionali.

A fare da apripista per questo progetto sarà il Comune di Vergato per il quale il servizio sarà attivo già dal prossimo primo aprile. Il nuovo canale PagoPa introdurrà diverse novità. Sarà sempre possibile pagare online con carta di credito, ma sarà anche possibile pagare presso diversi punti abilitati presentando la lettera di avviso di pagamento. Non è indispensabile stampare l’avviso, sarà sufficiente mostrarlo dal proprio smartphone. Tra i punti abilitati ci sono gli sportelli bancari di Intesa Sanpaolo ed Emilbanca, gli uffici postali e punti Sisal come le tabaccherie.

Oltre tutto il canale di pagamento messo a disposizione da PagoPa garantisce la detraibilità fiscale delle spese sostenute per i servizi scolastici, come previsto dalla legge 160 del 2019.

giovedì 2 aprile 2020

Anche Emilia-Romagna proroga le sue misure al 13 aprile

Confermate restrizioni Rimini e Piacenza, Medicina si allenta

"Prorogheremo al 13 aprile anche tutte le misure restrittive adottate in Emilia-Romagna". Lo annuncia il presidente Stefano Bonaccini, plaudendo alla decisione del Governo e dicendo che "la prima emergenza resta quella sanitarie e dobbiamo tutelare la salute delle persone prima di ogni altra cosa". Per le stesse ragioni, in Emilia-Romagna, "la seconda regione più colpita nel Paese, intendiamo confermare le misure ancor più restrittive contenute nelle ordinanze regionali che ho firmato nelle settimane scorse", dalla chiusura alla domenica di tutti gli esercizi commerciali compresi i punti vendita di alimentari e di tutti i mercati in ogni giorno della settimana. Confermate le misure per le province di Rimini e Piacenza, dove la gran parte delle attività economiche sono sospese e più rigorosi i controlli sul distanziamento sociale. Standard "al quale porteremo il Comune di Medicina, nel bolognese, che esce così dall'isolamento pressoché totale".

In Emilia Romagna 15.333 i positivi, 79 morti

Guarigioni raggiungono quota 1.663, 97 in più rispetto a ieri

Sono 15.333, in Emilia-Romagna le persone risultate positive al coronavirus, 546 in più rispetto a ieri. E' quanto emerge dai dati pubblicati dalla Regione. Sono 62.027 i test effettuati, 3.570 in più. Nel complesso sono 6.640 le persone in isolamento a casa, 197 in più rispetto a ieri mentre quelle ricoverate in terapia intensiva sono 366, 7 in più rispetto a ieri. I decessi sono passati da 1.732 a 1.811: 79 in più, di cui 44 uomini e 35 donne.
    Le guarigioni raggiungono quota 1.663 - 97 in più rispetto a ieri - :1.177 riguardano persone "clinicamente guarite", divenute cioè asintomatiche e 486 persone guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. (ANSA)

Accesso ai servizi telematici dell’Inps


Da oggi,  giovedì 2 aprile, l'accesso ai servizi telematici dell’INPS è contingentato in base ai seguenti orari giornalieri:

  • Dalle ore 8,00 alle ore 16,00 i servizi saranno disponibili per Patronati e Intermediari abilitati, che potranno operare secondo le consuete modalità di accesso;
  • Dalle ore 16,00 alle ore 8,00 i servizi saranno disponibili per i cittadini, che potranno operare utilizzando le credenziali di accesso attualmente disponibili.


Richiesto da Dubbio

Report Covid 19


Cresce il numero dei contagiati: + 3 a Sasso Marconi , +6 a Casalecchio di Reno. Diminuiscono coloro che sono isolati e, dato incoraggiate, si riducono i decessi: 6 in tutta la provincia.