venerdì 18 aprile 2014

Vergato Cambia Musica. Carlo Monaco ha parlato del suo progetto.



Vergato deve tornare ad essere il cuore della valle del Reno e riappropriarsi della funzione che gli è naturalmente congeniale di punto di riferimento commerciale, viario, culturale e deve riconquistare quella centralità che ha ormai perduto. Con la nuova struttura amministrativa pubblica prevista per i prossimi anni rischia di perdere definitivamente questo ruolo.  
Carlo Monaco (nella foto) , parlando ieri sera a una assemblea pubblica per la presentazione della lista ‘Vergato Cambia Musica’ di cui egli è il candidato sindaco, ha fatto un quadro dell’attuale situazione e di come egli vede in prospettiva un futuro per la cittadina della valle del Reno.

Il simbola della nuova lista.
Alcuni punti egli ha individuato come fondamentali. La viabilità ad esempio: quella  interna al Comune per i collegamenti con le varie frazioni  versa in una situazione disastrosa in quanto devastata da frane e incuria, quella verso l’esterno presenta dei problemi fortissimi.  Uno per tutti, il sistema ferroviario porrettano  regredito sensibilmente:  ora, con tutte le difficoltà che sappiamo, i treni alla mezzora arrivano a mala pena a Marzabotto e Vergato ha perso addirittura un binario. Anche i Vigili urbani sono stati incorporati a Marzabotto”.
Le novità in atto, abolizione della Provincia, creazione della Città Metropolitana, trasformazione, trasformazione dei Comuni in unioni comunali, creeranno cambiamenti da non sottovalutare. Dobbiamo scegliere si Vergato diventare un pezzo di Bologna e allora delegare Merola a preoccuparsi di noi, oppure noi stessi dobbiamo cercare un ruolo e farci sentire per poter contare.  “E’  una battaglia aperta e il sindaco di Vergato dovrà avere un peso per puntare i piedi e insieme a tutta la sua cittadinanza far valere le esigenze di questo territorio. E questo lo potrà fare solo se sarà indipendente da chi decide a Bologna, perché altrimenti c’è il grande rischio che prevalgano gli interessi del più forte e di partito”.
Monaco ha poi toccato altri temi nevralgici quali le scelte  del piano strutturale ( ex piano regolatore)  le cui decisioni ancora in via di approvazione definitiva possono ancora essere rivedute e migliorate. “Le scelte importanti. “ egli ha detto, “come la collocazione del polo scolastico del capoluogo  e l’assetto del centro cittadino vanno riviste e condivise  ascoltando l’opinione pubblica”.  Anche le attività produttive, che hanno visto ultimamente trasferimenti, chiusure e crisi, vanno sostenute con scelte in cui tutti insieme dobbiamo individuare cosa fare e il Comune deve essere il punto di riferimento.
Una particolare attenzione Monaco l’ha rivolta alle attività culturali: “Vergato vanta tante risorse e attrazioni che bisogna sviluppare. Occorre  individuare un progetto per trovare modi e forme che le valorizzino e in questo possono avere un ruolo fondamentale i giovani con la loro voglia di costruire e creare qualcosa di importante”. A questo fine il candidato sindaco si è detto pronto a devolvere anche la sua indennità a una eventuale cooperativa di giovani che si impegni su questo settore.


 

Il Week-end al cinema di Sasso Marconi.




Il film di prima visione proposto per questo fine settimana a Sasso Marconi è ‘GIGOLO’ PER CASO’  con John Turturro, Woody Allen e Sharon Stone.

Fioravante e Murray, due amici per la pelle in difficoltà economica, per sbarcare il lunario decidono
di cimentarsi con il mestiere più antico del mondo: Fioravante indossa così i panni del gigolò e, grazie ai contatti avviati dal suo ‘manager’ Murray, inizia un ménage a trois con due avvenenti signore alla ricerca di emozioni forti.  Mentre Murray tiene il conto degli affari, Fioravante finisce però con l’innamorarsi della vedova di un rispettato Rabbino, scatenando le reazioni della comunità ebraica. ..

Il film verrà proiettato oggi, venerdì 18 e sabato 19 aprile, alle 21. Domenica 20 ( giorno della Pasqua) e Lunedì 21 aprile (Pasquetta) alle 16, alle 18.30 e alle 21.

Casalecchio di Reno. Furto al centro commerciale Carrefur.




Alle 15 di ieri il responsabile per la sicurezza del centro commerciale Carrefour a Casalecchio di Reno, ha telefonato al 112 per segnalare un furto commesso da un uomo e una donna ai danni dell’esercizio pubblico. I Carabinieri della locale Stazione si sono recati sul posto e sentite le testimonianze dei presenti, tra cui il richiedente e un altro addetto alla vigilanza, hanno arrestato due cittadini di Monte San Pietro, un 53enne italiano e una 31enne marocchina. Stando alla ricostruzione dei fatti, i due soggetti hanno preso 14 paia di guanti da ciclista che si trovavano esposti negli scaffali del reparto ‘Biciclette e Accessori’ e dopo averli occultati nella borsa a tracolla indossata dalla donna sono usciti dall’area dedicata agli acquisti e si sono diretti all’esterno, dove sono stati successivamente fermati ed invitati ad attendere l’arrivo dei militari. Arrestati per furto aggravato in concorso, l’uomo e la donna, conviventi ed entrambi incensurati sono stati rimessi in libertà ai sensi dell’art. 121 del c.p.p. La refurtiva, del valore di 236 euro, è stata restituita al legittimo proprietario.   

Dal Comando Provinciale Carabinieri di Bologna

Gli Etruschi di Marzabotto in trasferta a Crevalcore a favore dei terremotati.




Dal  Comandante Velthur Kaikna (Gianni Passini)

C’erano anche i ‘rievocatori’ di Marzabotto a dare corpo e voce ai Villanoviani di Crevalcore e la loro presenza è stata molto apprezzata. Il sindaco  Rita Baraldi, ha infatti  invitato il gruppo marzabottese,  guidato dal generale Velthur,  anche per  il prossimo anno.
Hanno risposto al bel appuntamento con la storia, intitolato  ‘Le Vie del Tempo’,   14 gruppi di rievocazione di diverse epoche. La giornata è stata organizzata da Massimiliano Lo Cicero,del gruppo storico ‘13 porte’  di Crevalcore, in collaborazione con l’istituzione culturale ‘Paolo Borsellino’. Ha inoltre avuto il patrocinio del Comune di Crevalcore e l’adesione della Pro loco, dei ‘Semper in Baraca’ . Molto apprezzata la partecipazione del ‘Battaglione Estense’, altro gruppo di rievocazione storica. 
Tutto il paese   ha dedicato anima e cuore a questa importantissima iniziativa e il risultato è stato più che lusinghiero. Con il gruppo di Marzabotto c’era l’archeologo Corrado Re che ha curato i dettagli e gli abiti dei nuovi arrivati, Tanaquill (Sabrina), principessa Villanoviana etrusca e Vel ( William) hanno  interpretato il periodo orientalizzante. Riccardo ha vestito gli abiti del principe Villanoviano. Corrado Re è riuscito nell’impresa di fare  in pochi giorni lo scudo adeguato per il periodo orientalizzante e quello per il periodo Villanoviano. Ha inoltre prestato i materiali e i vestiti adatti alla rievocazione.  Nel pomeriggio alle 16 in piazza,  il sacerdote Caile (Luca) ha illustrato l’evoluzione sociale e militare dei periodi storici interpretati. Rappresentati anche il nobile etrusco Laris (Roberto)  e il principino etrusco Avile (Alessio).
 Formidabile l’apporto alla giornata del maestro d’armi etrusco Marce Makairos (Marco Marchi da Cesena) con il suo  scudo in cui è dipinta una girandola, in altri 3, in uno il fiore a sei petali ispirato da quello che si vede nelle stele del museo civico di Bologna. In un altro era dipinta una sirena doppie code e in uno greco,  un leone che sbrana un’antilope. E’ stato riproposto l’immagine del gruppo di armati  della situla della certosa, che è al museo civico di Bologna.
A fotografare gli attori della grande rievocazione ‘multiepoca’, che aveva un fine benefico, c’era   Aldo Minghetti, dei Lions di Grizzana Morandi.








CSI Escursionismo: annullata la festa di Pasquetta di Montovolo.



Il CSI escursionismo ha annunciato:

purtroppo vi dobbiamo comunicare che,  a causa delle pessime previsioni meteo, siamo costretti ad annullare l'escursione e la festa di Pasquetta a Montovolo.

Siamo molto dispiaciuti, ma ci vediamo certamente alla prossima escursione.