venerdì 31 ottobre 2014

Sicurezza. Attivo il numero verde contro droga e bullismo.



Il Ministero dell’Interno informa: 
E' il 43002, il numero verde da utilizzare per segnalare via sms episodi di bullismo o legati alla droga. Il servizio è in corso di attivazione in tutte le questure italiane, con il coordinamento delle prefetture
A un mese e mezzo dall'invio ai prefetti della direttiva del ministro dell'Interno Alfano sulle strategie di contrasto alla droga e al bullismo, fenomeni che incidono in modo drammatico soprattutto nella fascia più giovane della popolazione, crescono le province che attivano il numero verde 43002 per segnalare episodi di bullismo o casi di spaccio o consumo di stupefacenti, e fenomeni collegati, che avvengono dentro o nei pressi delle scuole.

Il numero viene attivato presso le questure e la segnalazione, tramite un sistema di smistamento, viene diramata ai commissariati e comandi territoriali dei Carabinieri, per consentire alle Forze dell'ordine interventi tempestivi, il tutto sotto il coordinamento delle prefetture, che nell'ambito del comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica mettono a punto insieme alle Forze di polizia del territorio i modelli d'intervento più adatti alle differenti realtà, accompagnati spesso da altri tipi di iniziative che puntano sull'informazione e la sensibilizzazione sulle conseguenze dei due fenomeni.
Già attivo a Bolzano e a Crotone, passando da Frosinone e Livorno, solo per fare qualche esempio, il servizio è stato lanciato il 15 settembre scorso dal ministro dell'Interno Angelino Alfano come elemento centrale del progetto 'Un sms per dire no a droga e bulli'. L'iniziativa, basata appunto sulla direttiva ai prefetti italiani, è stata voluta, in un'ottica di sicurezza partecipata, come strumento in più a disposizione di educatori, operatori scolastici, ragazzi, genitori e Forze dell'ordine per arginare e combattere due vere e proprie piaghe, bullismo e droga, che - ha ricordato Alfano - negli ultimi quattro anni in italia sono costati la vita a dodici studenti morti per droga e ad altri due, morti suicidi per ragioni attrivuite ad atti di bullismo.

Sanità: lunedì 3 novembre sciopero generale dell’area comparto, proclamato da NURSIND.





ASL informa:

L’Organizzazione Sindacale NURSIND ha proclamato per lunedì 3 novembre uno sciopero generale del personale infermieristico, sanitario, tecnico e amministrativo.

L’Azienda USL di Bologna garantisce, oltre alle urgenze, parte dell’attività programmata. Saranno assicurati, infatti, i livelli minimi di attività previsti dall’accordo sindacale in caso di sciopero, in linea con le disposizioni normative di riferimento.  

Casalecchio di Reno. Il ricco venerdì della Casa della Conoscenza.



Per la notte di Halloween,  oggi, venerdì 31 ottobre , alle 21, nella Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno è in  programma il  reading teatrale ‘Il pozzo e il pendolo. Edgar Allan Poe: la forza del mistero’, ispirato all'opera dello scrittore statunitense e ideato da Caterina Renzi per la rassegna ‘PERSONE
Il reading alternerà racconti, poesie e citazioni liberamente tratte dall'opera di Edgar Allan Poe, affidate alle voci recitanti di Caterina Renzi, Silvia Trevisani, Giacinto Spadafora e M. Elisabetta Mancini con la partecipazione di Alda Baldini, ad altre suggestioni vocali e musicali, coordinate per la tecnica audio-video da Francesco Italiano.
Ingresso libero fino a esaurimento posti

Per informazioni: Tel. 051.598300 oppure E-mail biblioteca@comune.casalecchio.bo.it

Ancora oggi, venerdì 31 ottobre, alle  17, presso la Casa della Conoscenza , Alessandro Vanoli presenta per la prima volta al pubblico il suo libro Andare per l'Italia araba, itinerario alla scoperta delle tracce storiche dell'Islam nascoste nella nostra penisola.
L'Italia porta nel proprio territorio, e nella propria cultura, tracce spesso nascoste ma importanti di un millenario rapporto con il mondo musulmano. Con il libro Andare per l'Italia araba,  l'autore Alessandro Vanoli ( nella foto), storico medievista presso l'Università di Bologna, esperto di storia mediterranea, traccia un itinerario alla scoperta del lascito storico di arabi, turchi e altri popoli di fede musulmana e della presenza islamica odierna nella nostra penisola.

Il percorso di Vanoli parte da Palermo, quando al posto del mercato della Vucciria c'era il mare e accanto sorgeva la cittadella islamica della Kalsa. Attraverso i capitoli si risale l'Italia lungo l'Adriatico, con le sue torri costiere, fino a "Venezia porta d'Oriente", per poi ridiscendere a Roma, a Bologna con la sua presenza araba e turca (con gli orientalismi dell'ottocentesca Rocchetta Mattei sull'Appennino), a Livorno "città islamica scomparsa", per concludersi a Torino. Un viaggio tra storia e cultura per "Ritrovare l'Italia", come recita il nome della collana di pubblicazione, al di fuori dei tracciati più comuni.
Ingresso libero



Sempre  oggi, venerdì 31 ottobre, alle 17,   pomeriggio di Halloween per bambini da 8 a 11 anni, in Casa della Conoscenza  di Casalecchio di Reno, incentrato in un  laboratorio sui mostri del cinema, ‘The Monster Show’,  di Gabriele Veggetti e Francesca Gisotti.

Come incontrare i mostri del cinema senza averne (troppa) paura? I bambini da 8 a 11 anni troveranno la risposta nel pomeriggio di Halloween con il laboratorio The Monster Show, condotto da Gabriele Veggetti e Francesca Gisotti (Associazione Paper Moon Schermi&Lavagne) per un nuovo appuntamento della rassegna Vietato ai Maggiori.

Castiglione dei Pepoli ricorda il centenario della 'Grande Guerra' con una 'sfilata per la pace'.



Da La Voce
di Castiglione dei Pepoli

In occasione della Festa delle Forze Armate e per ricordare la vittoria italiana della prima guerra mondiale, l’associazione Appennino Bene Culturale (ABC ) ha organizzato, domenica prossima 2 novembre,  un evento di fratellanza e di pace,
incentrato su un tour di una colonna di mezzi militari d'epoca marcianti, condotta da uomini in divisa d'epoca, che, facendo bella mostra lungo le strade,  raggiungerà,  in una ordinata marcia di trasferimento,  21 località dell’Appennino bolognese. 




 Ecco il programma:


giovedì 30 ottobre 2014

Sasso Marconi. Le scuole elementari di Fontana sono rimaste al freddo.



Primaria di Fontana

Non era una prova di evacuazione per una emergenza  simulata, era una vera emergenza quella che ha visto due giorni fa gli alunni della scuola elementare di Fontana raggiungere la strada comunale in un ordinato, ma efficace abbandono della loro scuola. Dopo uno scoppio generato dal malfunzionamento della caldaia del riscaldamento l’uscita dalle classi è stata ritenuta necessaria e i bambini hanno potuto mettere in pratica con diligenza le prove effettuate negli anni scorsi.

Allo scoppio sono seguite le fiamme per cui è stato necessario anche l’intervento dei Vigili del Fuoco  che hanno messo in sicurezza le apparecchiature in modo tale da non essere  causa di nuove disfunzioni, chiudendo l’erogazione del combustibile. Ciò ha costretto gli alunni, una volta rientrati in classe, di usufruire solo del calore già presente in classe prima dello scoppio e del tepore che il sole della tarda mattinata assicurava.

Il giorno dopo non si era ancora potuto riparare il guasto e il riscaldamento non ha funzionato ma le lezioni hanno avuto luogo ugualmente.