mercoledì 10 febbraio 2016

FOIBE. RAINIERI: “LE ISTITUZIONI SUPERINO LE DIVISIONI E COSTRUISCANO UNA NUOVA EUROPA CAPACE DI RACCOGLIERE LE ISTANZE DEI TERRITORI”.



Riceviamo e pubblichiamo


Un minuto di silenzio e di raccoglimento in memoria delle vittime delle Foibe e perché cose del genere non accadano mai più”. 
Lo chiede il vice presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna, Fabio Rainieri in occasione della Giornata del ricordo. “Il Giorno del ricordo – spiega l’esponete del Carroccio - è una solennità civile nazionale, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, vuole conservare e rinnovare ‘la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale’. Una tragedia che troppo spesso si tende a dimenticare come se la cosa non ci riguardasse. Invece – continua – ci riguarda eccome. Davanti a tragedie di questo genere non è possibile tirarsi indietro e fare finta di nulla. Ai nostri giovani, al contrario, dobbiamo raccontare quello che è accaduto consapevoli che solo conoscendo quello che è stato si potranno evitare tragedie del genere in futuro”.
Le istituzioni – conclude Rainieri – devono avere il coraggio e la forza di superare le divisioni e mostrarsi unite per ricordare quello che è stato e lavorare fianco a fianco per costruire una nuova Europa che sappia raccogliere le istanze dei territori e della base e non essere l’ennesima rappresentazione dei poteri forti che altrimenti portano inevitabilmente a quello scontro che tutti vogliamo evitare”.


A Sasso Marconi due incontri su 'Alimentazione, salute, attività fisica e sport'.



Domani, giovedì 11 alle 20.30 e il giovedì successivo 18 febbraio, a Sasso Marconi nella Sede Pubblica Assistenza, di via S. Lorenzo 4, si terranno due incontri su 'Alimentazione, salute, attività fisica e sport', organizzati dal dal locale CSI, in collaborazione con il CONI regionale e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

La dieta dello sportivo e la conoscenza dei principi nutrizionali di base, l’importanza di una corretta e sana alimentazione nell’età dello sviluppo, il ruolo della scuola, della famiglia e delle associazioni sportive nella crescita di bambini e ragazzi sono i temi che verranno sviluppati nelle due serate. Agli incontri è prevista la partecipazione di esperti di medicina dello sport, nutrizionisti e docenti, che porteranno il loro contributo al dibattito e si confronteranno con il pubblico.

Gli incontri sono ad ingresso libero.



Per il 'Giorno del Ricordo'.

Riceviamo e pubblichiamo.

Al termine della II Guerra Mondiale più di 20.000 italiani furono barbaramente uccisi ed i loro cadaveri gettati nelle foibe, profonde cavità nel suolo del Carso, mentre centinaia di migliaia vennero cacciati dalle proprie case dalle milizie comuniste titine, in una pulizia etnica finalizzata ad ottenere l’annessione di quelle terre alla Jugoslavia, poi sancita dal Trattato di "pace" del 10 Febbraio 1947. Sono passati ormai dieci anni dall’istituzione del Giorno del Ricordo, tuttavia assistiamo a tentativi di negazionismo e revisionismo; l’Esodo ed i massacri delle foibe furono un crimine contro il nostro popolo ed è una realtà storica accertata, eppure c’è ancora chi si ostina a giustificarlo per ragioni ideologiche.

Per il secondo anno abbiamo fortemente voluto rendere omaggio ai Martiri della Venezia Giulia e della Dalmazia per sensibilizzare l'Appennino Bolognese - anche con una discreta partecipazione all’evento puramente divulgativo sui social - e lanciamo due chiari messaggi: "Noi non dimentichiamo" quanto hanno subito i nostri connazionali fieri della loro Patria e pronti all'estremo sacrificio, ed un monito a coloro che si ostinano a calpestare il dolore dei propri Fratelli. 

Invitiamo tutte le Amministrazioni Comunali del territorio ad intitolare una via, un parco od un luogo d'interesse pubblico ai Martiri delle Foibe ed impegnarsi nel rafforzare nelle scuole, con mostre ,conferenze e testimonianze dirette, la divulgazione storica affinchè il Ricordo diventi pratica quotidiana. Mai mancherà, infine, il nostro sostegno a quelle liste civiche che da anni si battono con passione e tenacia contro l’ostracismo politico per il riconoscimento ed il rispetto del Giorno del Ricordo.


Casalecchio di Reno celebra il 'Giorno del Ricordo 2016 ' con un incontro riservato agli studenti.


Domani, giovedì 11 febbraio alle 11, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno, è in programma l'incontro 'Storia di un Esodo' che vedrà gli studenti a confronto con gli interventi di Viola Santi, storica dell'Istituto per la storia e le memorie del '900 Parri Emilia-Romagna, e Marino Segnan, Presidente del Comitato ANVGD – Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Bologna.


È inoltre esposta e liberamente visitabile fino a sabato 13 febbraio, al primo piano di Casa della Conoscenza, una mostra bibliografica sul Giorno del Ricordo, basata su una selezione di romanzi e saggi sui massacri delle foibe e sull'esodo giuliano-dalmata curata dalla Biblioteca C. Pavese e consultabile anche nella sezione "Biblioteca C. Pavese – Percorsi di lettura" del sito web www.casalecchiodelleculture.it.


L'ingresso è gratuito e riservato alle classi, su prenotazione (051.598243 – info@casalecchiodelleculture.it).

L'inizio della Quaresima a Sasso Marconi.

La parrocchia di Sasso Marconi ha inviato il volantino con il programma delle funzioni e degli incontri organizzato per la prima settimana di Quaresima. Volantino  che riportiamo. 

Oggi, mercoledì 10 febbraio, alle 18, il rito dell'imposizione delle ceneri.