venerdì 15 dicembre 2017

Sasso Marconi avrà un Natale Santo e devoto. La polemica dell'albero di Natale in piazza, una nuvola bianca e passeggera.


Rientrata la polemica sulle striscione pubblicitario collocato ai piedi dell'albero di Natale della piazza e rimosso perchè non consono alla immagine socio-religiosa rappresentata dal complesso natalizio posto al centro della piazza del capoluogo.

Lo sponsor ha convenuto sulla inopportunità della collocazione, quindi ha aderito condividendolo all'intervento di rimozione.

Tornata la serenità, ammiriamo ora la bella rappresentazione natalizia che ha coinvolto la parrocchia e i bambini del catechismo i quali hanno allacciato ai rami dell'albero i loro disegni costituiti ciascuno da una casetta con i pensierini natalizi.

Il perchè della casetta è stato spiegato in un volantino dalla maestra Vanna Vitali:
La casetta è un segno per ricordare i terremotati di tutto il mondo, un simbolo della preghiera che rivolgiamo a Gesù Bambino, perché si ricordi di tutti loro. Uno strumento per ricordarci che il nostro cuore, deve essere sempre come una casa aperta per chi ha bisogno. I bambini, aiutati dalle loro famiglie, hanno scelto un versetto di uno dei Vangeli, che ha toccato il loro cuore e lo hanno trascritto per donarlo a tutti noi”.

Accanto all'albero poi è stato posto un presepe realizzato con le statue provenienti da San Lorenzo poste in un allestimento costruito in materiali poveri da Walter Bernardini, il quale ha specificato: “Per avere una struttura adeguata al tipo di presepe di cui disponevamo abbiamo persino fatto una approfondita ricerca su internet e, scelta l'ambientazione più adatta, ho costruito, con l'aiuto di alcuni amici, lo scenario della Natività”. Il risultato è molto piaciuto e ha creato interesse nei passanti che si soffermano volentieri ad ammirarlo.

Arrestato dalla Guardia Civil spagnola IGOR il Russo.


La Legione Carabinieri Emilia Romagna rende noto:



Nella tarda serata di ieri 3 persone sono morte, tra cui due militari della Guardia Civil, nel corso di una sparatoria con un cittadino serbo,  individuato nel noto latitante Norbert Feher, detto “Igor il Russo”.

La località nella quale sono accaduti gli avvenimenti si trova nella zone di el Ventorrillo, compresa tra le città di Terruel in Andorra ed Albalete del Arzobispo. 

La Procura della Repubblica di Bologna, coordinando i Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Bologna e Ferrara, aveva già da tempo avviato mirata attività rogatoriale in Spagna, avendo avuto riscontro a seguito delle indagini svolte, della presenza del latitante. In questa prospettiva, oltre a specifiche attività in Serbia, Austria e Francia (grazie alla fruttuosa collaborazione ed alla grande disponibilità degli organi competenti), si erano svolti numerosi incontri di coordinamento con le autorità di polizia spagnole, sin dall’estate, anche con trasferte ed attività tecniche e dinamiche direttamente svolte sul territorio spagnolo, di concerto con gli organi di polizia spagnoli. 
Tali attività sono state peraltro agevolate dalle attività di coordinamento di Eurojust e di supporto della DCSA.


Casalecchio di Reno aspetta il Natale con 'Le storie di Faustina'

Domani, sabato 16 dicembre alle 16, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno, Antonella Antonellini racconta alle bambine e ai bambini da 4 a 10 anni, lo sfortunato giorno in cui Babbo Natale incontrò la Befana, la notte in cui la neve sciogliendosi portò via i colori delle cose, quella volta che i fiocchi di neve divennero fantasmi e quell’anno in cui scomparvero tutti i dolci di Natale... Faustina racconta le sue divertenti storie solo ai bambini dalle orecchie grandi, mentre quelli con la bocca grande, a conclusione del pomeriggio, potranno rifocillarsi con la merenda .

"Le storie di Faustina… aspettando il Natale" fa parte della tredicesima stagione di "Vietato ai Maggiori", la rassegna cui è stato dato l'obiettivo di "cominciare il weekend divertendosi fra i libri".

I nuovi appuntamenti da gennaio ad aprile 2018 saranno presto disponibili sul sito web www.comune.casalecchio.bo.it.


Per il Christmas Roads, Sasso Marconi si veste da 'babbo Natale'


Per salutare l’arrivo del Natale, domenica prossima, 17 dicembre,  le strade di Sasso Marconi si vestiranno a festa, animandosi per l’intera giornata con bancarelle, spettacoli itineranti, musiche natalizie, giochi e animazioni per bambini.

Diversi i momenti di intrattenimento dedicati ai bambini, che potranno consegnare le loro letterine nella casetta allestita in Piazza dei Martiri, posare per una foto ricordo con Babbo Natale nella Piazzetta del Pozzo e unirsi alla Regina delle Nevi e allo Zampognaro, attraversando in corteo le vie del centro. La partenza avverrà alle 15.15 dal parcheggio delle scuole medie ).

Nel pomeriggio, i più piccini potranno andare “alla ricerca di Babbo Natale”, vivendo, assieme agli eccentrici e imprevedibili scienziati di “Leo Scienza”, una divertente avventura alla scoperta dei segreti e della magia del Natale (appuntamento alle 15 in Galleria Marconi ).

A ricreare un contesto di festa contribuiranno poi le bancarelle con oggetti da regalo, prodotti tipici e originali creazioni natalizie,mentre, alle 16 nella chiesa parrocchiale si terrà il concerto Gospel  della “Gospel Choir Ensemble”. Ingresso libero.

Tante, infine, le delizie per il palato: ci saranno punti ristoro con cioccolata, crêpes, zucchero filato, crescentine, tigelle, borlenghi, piade, caldarroste, vin brulè biscotti.

I negozi del centro resteranno infatti aperti dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30.

Per informazioni: 051-6758409 (“infoSASSO”)


Nuova illuminazione pubblica per Casalecchio di Reno


Al via da metà dicembre il piano di interventi di riqualificazione della pubblica illuminazione e degli impianti termici delle scuole comunali; previsti lavori di efficientamento energetico; entro la primavera sarà completamente riqualificata l’illuminazione dei parchi pubblici cittadini; miglioramento sistema per segnalare i guasti della pubblica illuminazione.

Il comune di Casalecchio di Reno invia:


Un taglio ai consumi energetici del 24,24%, una riduzione delle emissioni in atmosfera pari al 516.540 kg di CO2 all’anno, soprattutto, illuminazione pubblica e immobili comunali più efficienti e confortevoli: grazie a 3,5 milioni di euro di investimenti, che non peseranno sulle casse del Comune, Casalecchio di Reno si avvia a diventare un modello di eccellenza nel risparmio energetico.
Sono solo alcuni dei benefici che verranno assicurati alla città dal nuovo contratto di gestione e manutenzione della pubblica illuminazione e degli impianti energetici degli edifici comunali. .
Il risparmio annuo che si otterrà grazie agli interventi di efficientamento previsti da contratto è pari a 215,63,5 TEP/anno ovvero quello che si avrebbe spegnendo circa 174 caldaie da appartamento per 1 anno, mentre in termini ambientali le minori emissioni di CO2 in atmosfera (- 516.540 kg di CO2/anno) avranno per l’aria di Casalecchio un beneficio pari a  quello che si otterrebbe piantando 737 nuovi alberi.


Sul fronte della pubblica illuminazione è prevista la sostituzione con corpi illuminanti a LED - nel rispetto degli ultimi orientamenti in materia di temperatura di colore – in tutti gli oltre 5.500 punti luce del territorio, verranno, inoltre, adeguati o sostituiti i quadri di alimentazione delle linee in modo da averne il controllo in remoto, saranno sostituite circa 5 km di linee elettriche e aggiunti circa 50 pali alla dotazione attuale.
I lavori relativi all'illuminazione saranno i primi a partire e già entro la primavera 2018 verranno riqualificati i punti luce di tutti i parchi cittadini e di larga parte delle piste ciclabili. A seguire, l’attività si estenderà all'illuminazione stradale secondo una pianificazione che punterà a ridurre i possibili disagi per i cittadini. I lavori nelle principali arterie cittadine, come via Porrettana, Via Bazzanese e via Marconi, si svolgeranno nei mesi di luglio e agosto quando il traffico in città risulta sensibilmente ridotto.

Nell'ambito della cosiddetta “gestione calore” i lavori interesseranno in larga misura gli istituti scolastici e gli impianti sportivi per complessivi 31 edifici comunali. Si tratterà principalmente di attività tese a migliorare la coibentazione dei fabbricati riducendo, quindi, la dispersione di energia e garantendo un miglior comfort ambientale. Queste opere si integreranno con gli importanti interventi di riqualificazione degli impianti già eseguiti dall'Amministrazione nell'ambito dei contratti precedenti. Sarà, infatti, necessario rinnovare solo 9 sulle 37 caldaie a servizio degli immobili comunali. Verranno, invece, sostituiti 1.746 metri quadrati di infissi e realizzati lavori di isolamento delle facciate per 1.035 metri quadrati e delle coperture per 1.787 metri quadrati. Saranno, infine, introdotte pompe di calore per sfruttare completamente l’energia elettrica prodotta dai sistemi solari esistenti già installati sui tetti degli edifici pubblici: l’energia ottenuta verrà utilizzata per produrre acqua calda sanitaria, ad uso, in particolare, delle piscine comunali. Complessivamente, l’insieme delle attività straordinarie previste migliorerà sia la resa energetica degli immobili, sia il comfort climatico ed acustico per chi vive al loro interno ogni giorno. 
I lavori che interesseranno le scuole saranno pianificati in accordo con i servizi educativi e scolastici e saranno preceduti da incontri con i plessi interessati per illustrare nel dettaglio il piano delle attività previste. Tutti gli interventi saranno ultimati entro l’autunno 2019.