giovedì 14 novembre 2019

Al via a Bologna il servizio di Personal Mobility Manger di Lagambiente

Legambiente mette in campo un Personal Mobility Manager gratuito per chi vuole conoscere oggi la mobilità di domani, personalizzata sulle proprie esigenze di spostamento.

Riceviamo:

Dal primo gennaio 2020, a Bologna scatta la nuova ZTL Ambientale: una serie di provvedimenti del Comune di Bologna voluti per migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente, a cominciare dal cuore della città e che prevederanno il progressivo abbandono dei mezzi più inquinanti.

Per non farsi cogliere impreparati e capire come sfruttare al meglio tutte le opportunità già oggi esistenti, soprattutto in tema di trasporto pubblico, Legambiente ha messo in campo uno strumento di consulenza gratuito per aiutare i bolognesi in quella che può essere una vera e propria rivoluzione culturale.
L’utilizzo del
mezzo privato quale unica risposta alle proprie necessità di spostamento è, infatti, spesso legato ad una mera questione di abitudine.
Provare ad
abbandonare l’auto in favore del trasporto pubblico o di altri tipi di mobilità (bicicletta, car sharing, bike sharing), aiuta invece a comprendere i vantaggi ambientali, sociali ed anche economici di un modo di muoversi più “sostenibile”.
Il Comune di Bologna per incentivare questo processo ha messo in campo il cosiddetto “bonus mobilità” previsto per coloro che dovranno restituire il contrassegno ZTL. Un contributo spendibile in mobilità alternativa (per info: www.tper.it/ztlambientale). 
Con questo progetto sarà possibile capire bene come sfruttarlo al meglio.

Cosa è il Personal Mobility Manager?
Abbiamo ideato e messo in campo un servizio di “personal mobility manager”: dicci come ti muovi, e noi costruiremo per te un piano personalizzato di spostamenti senza l’automobile.
Una vera e propria consulenza su misura costruita sui bisogni di mobilità del singolo o della famiglia: abbonamento, citypass, car sharing, bike sharing o magari più strumenti assieme.
La mobilità va facendosi sempre più integrata: con un’auto di car sharing si può raggiungere la fermata d’autobus più comoda o viceversa e magari fare l’ultimo tratto con una bicicletta noleggiabile…
Per poter costruire un piano integrato di mobilità individuale e per conoscere come funziona ogni singolo strumento, tariffe comprese, basta compilare il
QUESTIONARIO ONLINE SULLA MOBILITA’ PERSONALE Come spostarsi quindi in città dopo l’1 gennaio 2020? Compila il nostro questionario e noi creeremo una proposta di mobilità sostenibile personalizzata sulle tue esigenze! I primi 30 che compileranno il questionario potranno avere un mese di prova del bonus mobilità!
UN VOUCHER PER I PIÙ VELOCI E I PIÙ ECOLOGICI

I primi 30 che compileranno tutti i campi del questionario saranno contattati per recarsi presso la Cabina Lame dove riceveranno la proposta di mobilità alternativa elaborata per loro, oltre a un abbonamento al trasporto pubblico di Bologna valido 30 giorni. I titolari di voucher riceveranno inoltre indicazioni su come beneficiare di un rimborso massimo di 75 euro per le spese sostenute nel mese della sperimentazione per l’utilizzo delle ulteriori forme di mobilità previste. Ai partecipanti all’iniziativa verrà richiesto di condividere con un breve report finale il gradimento del test di mobilità alternativa.
Chi compilerà il questionario successivamente ai primi 30 non riceverà il voucher ma otterrà comunque una proposta ritagliata sulle proprie esigenze di mobilità.
UNO SPORTELLO INFORMATIVO
E’ possibile anche
incontrare direttamente il personal Mobility Manager presso il punto Tper di via Marconi 4, all’interno della rinnovata “Cabina Lame”.
Presso lo sportello sarà possibile compilare un questionario assieme a noi, mettendo a fuoco tutti i bisogni per essere poi indirizzati alle soluzioni più adatte ad ogni esigenza.

A QUESTO LINK il calendario delle apertura di Cabina Lame: o nella settimana che termina il 21 novembre




Ripoli ha due nuovi defibrillatori

Domenica scorsa, 10 novembre, sono stati posizionati due defibrillatori nel centro civico di Santa Maria Maddalena ed in via Santa Cristina a Ripoli di San Benedetto Val di Sambro. 
Gli strumenti sono stati acquistati grazie alle risorse messe a disposizione dai gruppi di volontari che in questi anni hanno curato le varie iniziative di valorizzazione di Ripoli, quali Borghi diVini, rassegna dedicata all'enogastronomia o la Ripoli Trail, manifestazione di corsa competitiva sui sentieri dell'Appennino.

Era presente alla cerimonia di consegna il sindaco di San Benedetto Alessandro Santoni che a nome della collettività ha ringraziato tutte le persone che hanno impegnato ed impegnano molto del loro tempo per iniziative a favore della comunità che si traducono in un beneficio immediato e duraturo come quello della presenza rassicurante dei defibrillatori.

mercoledì 13 novembre 2019

Casalecchio di Reno. Nader Ghazvinizadeh presenta i suoi racconti su una 'Bologna insolita'

Truffa "l'amico" disabile: sequestrati 600mila euro a imprenditore edile




Una Bologna esplorata in modo inedito e autentico quella di Addio Vint (BéBert, 2019), la raccolta di quattro racconti, illustrata da Andrea Bruno, che l'autore Nader Ghazvinizadeh presenterà domani, giovedì 14 novembre alle 18, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno, insieme al giornalista Domenico Segna.
Grazie all'istinto da cartografo dell'autore, Addio Vint illumina aree urbane in penombra con la forza e l'imprevedibilità di un incendio, che da oggetti semplici e abitudinari divampa scegliendo strade arbitrarie, attraverso protagonisti che nascondono esistenze eccezionali e sconcertanti, fino alla destinazione ultima. La raccolta propone un immaginato altro di Bologna, lontano dai suoi brand e luoghi comuni – cultura underground, cibo, turismo – e capace di rivelare una città diversa, inquieta, oscura e reale.

La presentazione è a ingresso libero.


Nader Ghazvinizadeh ( nella foto) è nato nel 1977 a Bologna, e ha vissuto la prima infanzia in Iran prima di essere costretto a trasferirsi in Italia con la famiglia dalla rivoluzione khomeinista. Laureato al DAMS Cinema con una tesi di Antropologia Culturale, è professore di Storia, Letteratura, Geografia e Storia del Cinema presso la Scuola Internazionale Kinder College a Bologna. Vincitore del concorso Iceberg nel 2005, ha pubblicato due libri di poesie, Arte di fare il bagno (Giraldi, 2004) e Metropoli (CFR, 2011), uno di prosa, I Cosmonauti (Pendragon, 2015), e diversi racconti pubblicati in antologie, ha partecipato per numerose edizioni ai Festival della Poesia di Parma e Roma, e ha firmato la sceneggiatura dei due cortometraggi Drobgnac (finalista di Visioni italiane) e Apocalisse in Via Orfeo.




Potrebbe interessarti: http://www.bolognatoday.it/cronaca/truffa-guardia-finanza-sequestro-disabile.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Bologna meteorologica secondo Arpae

Al mattino in pianura tendenza ad attenuazione della nuvolosità, sui rilievi nuvolosità variabile;

nel pomeriggio molto nuvoloso;

dalla sera in pianura molto nuvoloso, sui rilievi molto nuvoloso con piogge deboli.


Temperature minime del mattino comprese tra 1 °C sui rilievi e 4 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 11 °C sui rilievi e 13 °C in pianura.

Velocità massima del vento compresa tra 41 (pianura) e 48 km/h (rilievi).

Sospensione del Consiglio Comunale a Marzabotto, Forza Italia locale solidarizza con Battistini

Riceviamo:

In occasione del dibattito sull’interrogazione presentata dal Consigliere Comunale di Forza Italia Morris Battistini, sui fatti di Bibbiano, il Sindaco di Marzabotto , Valentina Cuppi ha sospeso il consiglio con atto autoritario, in violazione di tutti i principi statutari che regolano l’organo consiliare, togliendo la parola al Consigliere Battistini prima dei tempi di intervento previsti. Al riguardo, nello stigmatizzare il comportamento della Sindaca, ci chiediamo se, la stessa, non ritenga il suo comportamento un atto di stampo fascista, piuttosto che democratico come si definisce.

Mario Pedica ( nella foto in alto)
Commissario Forza Italia Provincia di Bologna


Erika Seta
Apprendo con stupore che il sindaco di Marzabotto reputi un'offesa l'essere definita del Pd. Non può certo reputare offensivo quanto affermato dal Consigliere Battistini e cioè che lei ed il Sindaco di Bibbiano appartengano allo stesso schieramento politico, in quanto, fino a prova contraria, è un fatto oggettivo.
Credo che la decisione di sospendere il Consiglio, privando della parola un Consigliere Comunale durante un suo intervento, sia una lesione gravissima del principio democratico. Al Sindaco sarebbe bastato rispondere al Consigliere invece di cedere alla tentazione di zittire l'opposizione.
Evidentemente questa volta il Sindaco e la sua Giunta non avevano risposte pronte per il Consigliere Battistini e, da veri democratici, hanno ritenuto più utile battere in ritirata ma urlando alla democrazia violata.
Pessimo esempio di assenza di rispetto per le Istituzioni democratiche.

Erika Seta
Consigliere metropolitano gruppo Uniti per l’Alternativa