lunedì 27 giugno 2016

Mari&Monti: la trasmissione estiva che vi terrà compagnia!

Dalla redazione di Radio Frequenza Appennino:

Vi avevamo detto di rimanere collegati perché grandi sorprese stavano bollendo in pentola, eccoci finalmente giunti al fatidico momento in cui ci è possibile sollevare il coperchio.
Siamo veramente orgogliosi e felici di presentarvi Mari&Monti, la trasmissione radiofonica che vi terrà compagnia per tutto il mese di luglio, a partire da...oggi!

Mari&Monti, che vede la redazione di Radio Frequenza Appennino collaborare insieme a Radio Città del Capo, porterà tre ore di diretta dal lunedì al venerdì a radio unificate. 



 Parleremo di tutto: musica, eventi estivi, cultura, e tante chiacchiere vi terranno compagnia per un'estate con le orecchie tese verso l'orizzonte e il cuore sulle nostre amate colline.
Ai microfoni si alterneranno i redattori di RFA pronti ad affiancare la preparatissima Laura Marongiu di RCDC, per una festa tra cime rocciose e spiagge assolate durante la quale non mancheranno news, dritte, almanacchi, rassegne e tutto ciò che serve a preparare un'estate coi fiocchi.  
Per non perdere niente di tutto ciò l'appuntamento è alle 15.30, puntuali, sui 94.7 Mhz o 96.25 Mhz in FM oppure in streaming sul sito di Radio Frequenza Appennino.

 A RCDC va, ancor prima di iniziare, il nostro più grande ringraziamento.

 Ai redattori e a Laura un grande imbocca al lupo.

Il 2 luglio a Vergato è 'carnevale'.



La Pro Loco di Vergato informa:

La notte del prossimo sabato a Vergato è in programma il CARNEVALE NOTTURNO CON SPETTACOLO PIROTECNICO: uno dei carnevali più antichi d'Italia si clona e dà vita al fratello estivo.
 Il nuovo nato si presenta alle 21.30 con numerosi spettacoli di cornice alla sfilata dei carri che, complice la calda notte di inizio estate, saranno resi particolarmente suggestivi da movimenti ed effetti di luce creati per l'occasione.

Dalle 21.30 saranno attivi anche gli stand gastronomici con l'offerta di stuzzichini di strada della tradizione emiliano romagnola , birra e bibite. Inoltre trucchi, gadgets luminosi e non. 

Gli SPETTACOLI ITINERANTI E DI CHIUSURA saranno tutti con illuminazione a LED. Presenti anche GIOCOLIERI, BALLERINI DE LA FOCOLERIA e un CIRCO d'eccezione MAI VISTO A VERGATO.
La NOVITÀ di questa edizione, dalle 21,30 CONTEST FOTOGRAFICO.
Alle 23.30 estrazione dei vincitori della LOTTERIA . I biglietti sono in vendita presso i negozi del paese.

Alle 24, GRAN FINALE con i FUOCHI D'ARTIFICIO. 



Influenza aviaria - Revoca della zona di sorveglianza e aggiornamento delle misure di contenimento sul territorio della regione Emilia-Romagna


IL PRESIDENTE

Considerati:
  • l'esito dei controlli straordinari effettuati negli allevamenti avicoli situati nella zona di sorveglianza istituita intorno al focolaio 019FE041, risultati tutti con esito favorevole.
  • gli ulteriori controlli straordinari effettuati negli allevamenti avicoli del territorio regionale, risultati anch’essi tutti con esito favorevole;
  • la situazione epidemiologica regionale e nazionale.
Ritenuto opportuno revocare la zona di sorveglianza ancora in vigore istituita intorno al focolaio insorto nell’azienda 019FE041 nel comune di Portomaggiore (FE) e le relative misure di controllo, essendo trascorso il termine per la durata minima di tale zona ai sensi del decreto Legislativo 9/2010 sopra richiamato e sulla base delle considerazioni sopra riportate;
Ritenuto altresì opportuno revocare alcune disposizioni stabilite dall’ordinanza 116/2016 relative al territorio regionale, mantenendo l’obbligo di tenere tutto il pollame all'interno di edifici dell'azienda nelle aree a rischio di introduzione dell’influenza aviaria, in quanto permane il rischio di trasmissione delle malattia da parte di volatili selvatici;
Ritenuto necessario garantire l’applicazione dei controlli straordinari previsti dal Ministero della Salute, fino a eventuale revoca degli stessi;
Ritenuto necessario aggiornare le disposizioni adottate con propria ordinanza n. 116 del 9/6/2016 sostituendola integralmente con la presente ordinanza;
Dato atto del parere allegato
Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la salute
ordina:
  1. La zona di sorveglianza istituita attorno al focolaio 019FE041 e le relative misure di restrizione sono revocate.
  2. Nelle provincie di Bologna, Ferrara e Ravenna, nel territorio a nord dell’autostrada A14 tutto il pollame è tenuto all'interno di edifici dell'azienda. Qualora ciò sia irrealizzabile o qualora il loro benessere sia compromesso, essi sono confinati in altro luogo della stessa azienda che non consenta contatti con altro pollame o altri volatili di altre aziende. È adottata ogni misura ragionevole per ridurre al minimo i contatti con i volatili selvatici.
  3. Su tutto il territorio della Regione Emilia-Romagna sono attuati i controlli straordinari previsti dal provvedimento del Ministero della Salute 011103-04/05/2016-DGSAF-COD_UO-P “Influenza aviaria - Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria.” e s.m.i del e successive modifiche.
  4. La presente ordinanza sostituisce integralmente l’ordinanza della Giunta regionale n. 116 del 9/6/2016 che è revocata.
Il presente atto sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

A Monzuno l'opposizione cerca 'la fusione'.

Elisabetta Di Natale, capogruppo della minoranza consiliare 'Comunità e Territorio', informa che domani, martedì 28 giugno alle 20.30, nella Biblioteca Comunale di Monzuno. si terrà un incontro pubblico sul tema 'fusione dei Comuni'. L'occasione di confronto è stata organizzata dalla sua formazione politica. 

 

domenica 26 giugno 2016

Nozze d'argento di Savena Setta Sambro con l'Appennino.



Si sono tenuti oggi a Monzuno i festeggiamenti per i 25 anni di attività del Gruppo di Studi Savena Setta Sambro e contemporaneamente è stato presentato il 50 ° numero della rivista semestrale di storia, cultura e ambiente che il Gruppo cura e redige.
La festa ha visto riunirsi i tanti collaboratori che in in forma volontaria negli anni hanno contribuito a rendere l'attività sempre più articolata, apprezzata, preziosa per la testimonianza e la trasmissione del ricco patrimonio culturale di questa parte di Appennino.

Simoncini e Ravaglia
La conduzione del cerimoniale è stata curata da Daniele Ravaglia, ideatore del progetto editoriale e 'anima' della gruppo quale punto di riferimento e presenza attiva costante che, insieme all'altrettanto prezioso Adriano Simoncini, vicedirettore della rivista, ha ripercorso la grande avventura dai suoi primi passi, passando per i successi editoriali realizzati in questo quarto di secolo. Ha ricordato, chiedendo anche un minuto di silenzio commemorativo, i soci collaboratori deceduti fra cui una particolare citazione è andata a Corrado Piana e don Dario Zanini. Il raccoglimento è stato suggellato dal suono della tromba della banda di Monzuno.

Ravaglia ha ricordato le tante attività svolte e i nuovi progetti: la biblioteca storica dell'Appennino che raccoglie oltre 600 volumi che trattano a vario titolo del territorio delle tre valli, la collaborazione con le scuole, che si è concretizzata anche ultimamente con il concorso 'Un Appennino da Favola', i numerosi testi e monografie pubblicati, i concerti d'organo che hanno avuto il pregio far conoscere il patrimonio organistico custodito nelle chiese locali, le visite guidate ai luoghi più significativi e la borsa di studio istituita per gli studenti universitari che presentano tesi sulla storia e costumi montanari.

Anche Ravaglia riceve un riconoscimento dal Gruppo
Un momento particolarmente importante è stato quello delle consegne di riconoscimenti a chi, in modo più intenso, disponibile e generoso, si è speso per la riuscita dei progetti.

I premi erano costituiti da una splendida scultura di Barbato che rappresenta il 'pilastrino di Trasasso' (per il recupero del quale è nata l'idea di salvaguardare i tesori della cultura appenninica tante volte abbandonati) e da una stampa di Sergio Tisselli che ripropone magnificamente, mediante un acquerello, la prima copertina della rivista, anch'essa dedicata al pilastrino.

Erano presenti i sindaci Marco Mastacchi di Monzuno, Barbara Panzacchi di Monghidoro, Gabriele Minghetti di Pianoro e Patrizia Carpani di Loiano che hanno voluto con i loro interventi testimoniare un sincero apprezzamento e una profonda riconoscenza per il lavoro a favore della cultura locale oltre a sottolineare come la dedizione e tenacia dimostrata dal gruppo di studi rappresenti un esempio in cui l'amore per la propria terra unita alla capacità di lavorare insieme per un progetto in cui si crede dia dei risultati inaspettati e meravigliosi.



La festa si è chiusa, dopo il momento conviviale, con i balli tradizionali montanari guidati da Anna Maria Pericolini dall'associazione La Violina.


Rovaglia danza con il sindaco di Monghidoro Barbara Panzacchi




Terziglio Santi legge una sua 'Zirudella' ispirata all'avvenimento.