mercoledì 2 dicembre 2020

Reddito di cittadinanza: ok del Garante privacy all’incrocio dei dati per i controlli dell’Inps

 

Dubbio sollecita: 

Sono state approvate dal Garante per la protezione dei dati le misure che l’Inps adotterà per acquisire anche in modo massivo, sulla base di apposite convenzioni da stipularsi con diversi soggetti pubblici, le informazioni necessarie per effettuare i controlli sulla concessione del reddito di cittadinanza (Rdc).

Il parere favorevole dell’Autorità è stato reso sullo schema di provvedimento dell’Inps, che tiene conto di tutte le indicazioni fornite dall’Ufficio nel corso di interlocuzioni avute con l’Istituto per rendere lo schema pienamente conforme alla normativa nazionale ed europea.

I trattamenti di dati che l’Inps dovrà svolgere, infatti, pur essendo finalizzati all’esecuzione di un compito di interesse pubblico, presentano rischi elevati per i diritti e le libertà degli interessati in quanto prevedono scambi di dati personali - su larga scala e con modalità telematiche - relativi alla salute, alla condizione sociale e alla situazione economica e finanziaria, nonché a condanne penali e reati, riferiti principalmente a soggetti vulnerabili, anche minori d’età.

I dati oggetto di scambio tra l’Inps e le diverse amministrazioni - Anagrafe tributaria, Pra, Regioni, Comuni - dovranno quindi essere limitati a quelli strettamente necessari ad effettuare le verifiche previste dalla legge (possesso di beni immobili, intestazione di autoveicoli, ricovero in strutture pubbliche di lunga degenza, condanne o misure cautelari personali).

Dovranno essere adottate, inoltre, adeguate misure di sicurezza volte ad assicurare l’integrità e la riservatezza dei dati sia con riferimento ai flussi informativi (ad es., mediante tecniche in grado di assicurare la cifratura delle informazioni e la firma digitale) sia con riferimento ai trattamenti effettuati dalle amministrazioni che detengono i dati (che potranno trattare i dati dei beneficiari trasmessi dall’Inps solo per il tempo necessario ad effettuare le verifiche, rendendoli incomprensibili ai soggetti non autorizzati all’accesso e disponendo la loro immediata cancellazione una volta fornite le informazioni all’Istituto).

Il Garante, infine, nel prendere atto di quanto dichiarato dall’Inps - ossia che verranno rispettati gli stessi criteri anche per le verifiche sulla permanenza dei requisiti durante tutto il periodo di fruizione del beneficio - si riserva di verificare la conformità al Regolamento Ue di tali successivi controlli nell’ambito della valutazione di impatto più generale che verrà predisposta dall’Inps.

Le misure di garanzia approvate, consentendo l’incrocio dei dati ai fini delle opportune verifiche dell’Inps, confermano il presidio dell’Autorità teso a favorire l’erogazione del reddito di cittadinanza solo a coloro che ne hanno diritto e per i quali risulti dimostrato il reale stato di necessità.

 

martedì 1 dicembre 2020

Grafici dei positivi al Covid di alcuni Comuni con distinzione sintomatici-asintomatici

Calo generalizzato e molto consistente dei contagi in Appennino: Sasso Marconi, per esempio, 4 giorni fa, giornata nera,  segnava 40 nuovi contagi, oggi 2.  Caslecchio di Reno, oggi 4 contro i 23 di ieri.



Alto Reno Terme oggi 2 contagi, ieri 1

Castel di Casio 2, ieri 4

Gaggio Montano 6 come ieri

Lizzano in Belvedere 1 come ieri







Covid: calano i nuovi contagi e i ricoverati in Emilia Romagna

Altri 52 morti in regione, anche un 37enne

Significativo calo dei nuovi casi giornalieri di Coronavirus in Emilia-Romagna: sono 1.471 nelle ultime 24 ore, rilevati con 16.816 tamponi. Diminuisce anche il numero dei ricoverati, che restano 247 in terapia intensiva (-2), 2.729 negli altri reparti Covid (26).

Ma si contano altri 52 morti, tra cui anche un 37enne in provincia di Ferrara.
    Per la seconda volta da fine settembre il dato sui contagi rilevati ogni cinque giorni mostra una flessione, con 11.791 nuovi casi dal 22 al 26 novembre rispetto ai 11.998 dal 17 al 21 novembre Secondo il bollettino quotidiano fornito dalla Regione, dei nuovi contagiati 712 sono asintomatici, 376 erano già in isolamento, 388 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi è 46,7 anni. La situazione nelle province vede Modena con 352 nuovi casi, a seguire Reggio Emilia (199).
    I casi attivi sono 71.842 (+111), di cui 68.866 (+139) in isolamento, il 95,8% del totale. I guariti sono 1.308 in più.
    (ANSA).

 

Coronavirus, a Bologna 136 nuovi contagi

 La speranza si consolida 

 

L'Azienda USL di Bologna informa: 

Sui 136 casi in provincia di Bologna, 48 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 4 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 6 attraverso i test per le categorie più a rischio, mentre per 78 nuovi positivi l’indagine epidemiologica è ancora in corso.
Tra i 136 nuovi contagi, 101 sono sporadici e 35 sono inseriti in focolai familiari. 1 caso, infine, risulta da fuori regione mentre nessun caso è importato dall’estero. 

Maltempo: prevista la prima neve anche in pianura

Allerta arancione di Arpae e Protezione Civile

Previste le prime nevicate della stagione anche in pianura in Emilia-Romagna. Protezione civile e Arpae diramano l'allerta arancione per neve per montagne e colline della regione e gialla per la pianura emiliana orientale e occidentale.

Già dalla giornata di oggi, martedì primo dicembre, si prevede un aumento della nuvolosità che porterà precipitazioni dal pomeriggio che, inizialmente, interesseranno l'Appennino centro-occidentale, e poi si estenderanno, dalla serata-nottata, all'intera regione.
    Proseguiranno poi, con diverse intensità, per l'intera giornata di mercoledì 2 dicembre. Le precipitazioni saranno a carattere nevoso sui rilievi con quota neve attorno a 500 metri in progressiva discesa fino alla pianura, in nottata.
    In pianura, inizialmente saranno sotto forma di pioggia per poi trasformarsi in neve in nottata. Per domani inoltre si prevedono venti forti di intensità oraria pari a Beaufort 8 (fra 62 Km/h e 74 Km/h) in alcune aree, mentre il mare sarà molto mosso o agitato. (ANSA).