mercoledì 23 maggio 2018

Sasso Marconi. I commercianti di Cervetta sanno vestire anche gli abiti dei soccorritori.

A sin. il sindaco Mazzetti
Colto da un malore, cade e batte violentemente il capo. Si produce una profonda ferita alla fronte e rischia di dissanguarsi. Fortunatamente i commercianti si precipitano ad assistere il ferito, abbandonando l'attività e la mirata azione di soccorso termina nel migliore dei modi. Il ferito viene trasportato al Maggiore ancora in condizioni tali da consentire ai medici il recupero del paziente.

Franco Arcidiacono
Vittima della vicenda il signor Lolli di Borgonuovo. Angeli soccorritori Monica Mangano e Franco Arcidiacono, titolari la prima de I colori di Nicolò e il secondo del Bar Franco.

Stavamo guardando alcuni prodotti, ” racconta la signora Monica. “ Mi giro verso il cliente per fargli notare alcuni contenitori sullo scaffale e non lo vedo più. Dopo un attimo mi accorgo che è a terra in un lago di sangue. Dalla ferita alla fronte ne stava uscendo un fiotto continuo. Non sapevo come tamponare la ferita e mi sono servita, non avendo altro, di fogli di carta spessa,” racconta ancora Monica. “Avrei voluto chiedere aiuto a mio marito, ma era al lavoro. Quindi ho chiamato Franco, impegnato nel suo bar. E' accorso immediatamente e si è attivato in modo più efficace. Poi abbiamo chiamato la Pubblica Assistenza che, pur essendo impegnata in un servizio a Pianoro, in un quarto d'ora è riuscita a essere sul posto e a dare al ferito il soccorso risolutivo. E' stato un quarto d'ora che ci è sembrato un secolo: Lolli rimaneva a terra privo di sensi, perdeva molto sangue nonostante i nostri tentativi di tamponare la ferita”. Un quarto d'ora che deve essere stato anche per Lolli drammatico, pur se era privo di sensi. Ne parla, ora che è fuori pericolo, come di un grande rischio scampato, sottolineando con apprezzamento e riconoscenza il lungo lavoro dei suoi angeli custodi. Si sente un miracolato e precisa che fortunatamente tutti i controlli che sono seguiti dopo il suo ricovero hanno dato esito negativo: “Pare che tutto vada bene. Potrebbe essere stato solamente un forte calo di pressione”, dice a bassa voce. Lolli non ha comunque dimenticato Monica e Franco e ha chiesto al sindaco di Sasso Marconi, Stefano Mazzetti, di farsi interprete della sua gratitudine e di riconoscere pubblicamente ai soccorritori il loro merito.
Il primo cittadino ha colto la richiesta e ha scritto ai bravi commercianti: “ Ho appreso che avete prestato assistenza a un nostro concittadino in seguito ad un incidente occorso nei pressi della vostra attività.
Voglio congratularmi per il senso civico e lo spirito di solidarietà che avete dimostrato nell’occasione, non esitando a sottrarre tempo alla vostra attività lavorativa per prestare aiuto a una persona in difficoltà. E’ motivo di orgoglio sapere che nella nostra città ci sono persone come voi, pronte a mettersi a disposizione nel momento del bisogno.
La solidarietà e l’altruismo sono elementi imprescindibili per la ‘tenuta’ sociale di un territorio: gesti come il vostro contribuiscono in modo decisivo a rafforzare il senso di appartenenza alla nostra comunità”.
Comunque 'tutto bene ciò che finisce bene' come recita il detto popolare.

Il grande interrogativo. EURO: un'opportunità mancata?

Rispondono alla domanda, Daniele RAVAGLIA - Massimo D'ANGELILLO e Toni IERO
Fabrizio Simoncini ricorda:

Per la quarta serata del Maggio Filosofico, domani, giovedì 24 maggio, alle 21, presso la Biblioteca comunale Don Milani di Rastignano. è in programma una tavola rotonda con l'economista Massimo d'Engelillo , il responsabile ufficio studi, Toni Iero e il direttore di Emilbanca, Daniele Tavaglia . I relatori si confronteranno sul tema: '1998: EURO/NEURO - (la moneta d'Italia)'.

L'incontro si concluderà con il buffet


Ingresso gratuito 



Nel sito maggiofilosofico.it l'introduzione alla serata.



La tenda di Equilibri torna a Casalecchio di Reno

Da domani, giovedì 24 a domenica 27 maggio, 8° edizione del Festival di circo contemporaneo sul Reno con ArterEgo

Il Comune di Casalecchio di Reno informa:  

Torna il festival di circo contemporaneo più atteso nel bolognese: Equilibri, organizzato dall’Associazione culturale ArterEgo .
Il festival si svolgerà dal 24 al 27 maggio all’incrocio tra via Piave e via Porrettana, in pieno centro a Casalecchio di Reno, dove sarà allestito un magico teatro-tenda per ospitare il gentile pubblico.

Giovedì 24 maggio alle 21, aprirà le acrobatiche danze il Circo Inzir, collettivo di artisti a scopo sociale appena rientrato dal biennale progetto-tournée nel sud-est asiatico, in un Gran Varieté condotto da Sara Masi con le esibizioni di giocoleria, acrobazia e clownerie di Silvia Scanta, Linda Vellar, Sandro Sassi "Gera", Mattia Frattini, Lucia Giovannini, Francesca Mari "Poppi" e Chris Patfield.
Venerdì 25 maggio alle 21, il cartellone ospiterà un doppio sipario al femminile: due spettacoli di teatro-circo delle artiste di Kolektiv Lapso Cirk, compagnia di circo contemporaneo affermata nel circuito internazionale e vincitrice di numerosi premi europei. In scena Veronica Capozzoli con 11 e Léa Legrand con La Chute.
 
Nella giornata di sabato 26 maggio non mancherà il tradizionale fiore all’occhiello del festival: il Gran Gala, organizzato con cura per offrire agli spettatori uno spaccato vario e originale del panorama circense contemporaneo. In questa edizione lo spettacolo avrà una doppia replica: alle ore 18.30 e alle ore 21.30,

"Equilibri" non offre solo spettacoli di professionisti, ma anche il risultato di studio e percorsi formativi: sempre sabato 26 maggio, infatti, saranno presentati le ricerche dei più giovani e degli adulti allievi della Scuola di circo di ArterEgo, in uno spettacolo finale in programma alle ore 16.30 a Spazio Eco (Via dei Mille, 26), principale sede dei corsi.
A chiudere il festival domenica 27 maggio tornerà la giornata della "magica risata": il Comic Magic Cabaret, quest'anno in collaborazione con la Polisportiva CSI Casalecchio in occasione del 40° anniversario. Un intenso spettacolo, anche questo in doppia replica alle ore 18.30 e alle ore 21.30, in cui si susseguiranno magia, circo e sketch comici; la conduzione è affidata a Domenico Lannutti, con la partecipazione di artisti di Zelig come Giovanni Cacioppo, Lorenzo Lanzoni e Andrea Vasumi e della cantante Claudia Cieli.

Guardando alla promozione del circo contemporaneo, base dell’associazione culturale ArterEgo, "Equilibri" ha scelto anche nel 2018 di essere un festival per tutti: tutti gli spettacoli sono a entrata libera e uscita liberamente a cappello. La prenotazione dei posti è caldamente consigliata, esclusivamente telefonando al 370.3214783.

"Equilibri" fa parte del cartellone 2018 di Bologna Estate – BE Here!, che per la prima volta si allarga alla Città Metropolitana di Bologna.

Sito web dedicato: www.equilibrifestival.it

Il Gruppo Scaut Sasso Marconi ha fatto 'trenta'.

Il Capo Scout Giulia Ferraresi informa:

Il gruppo Scout di Sasso Marconi quest'anno compie 30 anni e festeggia il traguardo con una due una 2 giorni, sabato 26 e domenica 27 maggio, di attività aperte a tutti nel campo sportivo del Prete . 

Il programma:






martedì 22 maggio 2018

Castel d'Aiano ha bisogno di un operaio


Marco segnala:

E' indetto un concorso pubblico per esami per la copertura di un (1) posto a tempo indeterminato nel profilo di “Operaio” presso il Comune di Castel d’Aiano e per la formazione di una graduatoria valida nell’ambito degli Enti dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.

La graduatoria del concorso conserva efficacia per tre anni.

Al concorso possono partecipare i candidati in possesso della cittadinanza italiana e i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea nonché i soggetti individuati dall’art.38 del D.lgs. n.165/2001 così come modificato dalla legge n.97/2013.
Devono possedere i seguenti requisiti:
1)
godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
2)
essere in possesso, fatta eccezione della titolaritàdella cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
3)
avere adeguata conoscenza della lingua italiana attestata, nel caso in cui il titolo di studio per l’accesso al concorso sia stato conseguito all’estero, dal possesso del Certificato di conoscenza della lingua italiana, rilasciato da enti pubblici ab
ilitati dal MIUR, a livello B2 o superiore;
b)
età non inferiore agli anni 18;
c)
idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire, facoltativamente accertata dall'amministrazione per i concorrenti utilmente col
locati in graduatoria, fatta salva la tutela dei portatori di handicap di cui alla legge 5 febbraio 1992, n.104;
d)
godimento dei diritti civili e politici;

Le prove di esame consistono in UNA PROVA PRATICA ed UNA PROVA ORALE.
La graduatoria di merito sarà formulata sommando la votazione riportata alla prova pratica con la votazione ottenuta alla prova orale.


La domanda dovrà essere inviata attraverso la procedura on-line entro  entro GIOVEDI’ 21 GIUGNO 2018.

Informazioni o copia del Bando di Concorso, possono essere richiesti al Servizio Associato per la gestione del Personale presso l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese: telefono 051/911056 – e-mail: personale@unioneappennino.bo.it


Il vento, la pioggia e il fango non fermano i bambini della Scuola Primaria di Grizzana Morandi


da Elisabetta Zanini

Seconda tappa del trekking sulla Via degli Dei dei bambini della Scuola Primaria di Grizzana Morandi: oggi giornata piuttosto difficile, Il meteo era davvero pessimo.

Siamo partiti nella mattina da Madonna dei Fornelli e abbiamo camminato per 10 km da Val Serena al Passo della Futa con nebbia, pioggia e fango.
Ma i bimbi sono una vera forza. Niente li ferma.

Il passato e il presente dell’Arma dei Carabinieri nello spettacolo teatrale 'Nei Secoli Fedele'

La Legione Carabinieri Emilia Romagna presenta:


Presso la Sala Scantamburlo della Legione Carabinieri Emilia Romagna si è tenuta la presentazione dello spettacolo teatrale “Nei Secoli Fedele – Passato e presente dell’Arma dei Carabinieri”.
Lo spettacolo, che avrà una prima rappresentazione alle 21 di giovedì 24 maggio, presso il Teatro Dehon di Bologna, costituisce la prima parte del progetto 'Historiae – La Storia attraverso le Storie' e vede in scena tre attori nei ruoli di Otello Stefanini, Mauro Mitilini e Andrea Moneta, i tre Carabinieri insigniti della Medaglia d’Oro al Valor Militare, uccisi la sera del 4 gennaio 1991 da una banda di criminali che iniziarono a sparare da una Fiat Uno bianca.

Presentazione
Hanno partecipato alla presentazione Guido e Piero Ferrarini del Teatro Dehon e il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Bologna, Colonnello Valerio Giardina che nell’esprimere soddisfazione nella realizzazione del progetto artistico ha riferito:
Ci siamo posti l’obiettivo di proporre modelli positivi soprattutto alle giovani generazioni, nella continuità della diffusione della cultura della legalità che è per noi Carabinieri il primo impegno nella prevenzione dei delitti. Per questo motivo, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ha concesso il patrocinio al progetto artistico e siamo fiduciosi di poter trasmettere attraverso la rappresentazione teatrale, i valori fondanti del vivere secondo le regole democratiche”.

 


Questo matrimonio è da fare. Appennino e mela Rosa Romana sono 'fidanzati in casa' da mo'. E' tempo di matrimonio.

Questa unione s'ha da fare. L'Appennino è pronto al fatidico sì e a coronare un'unione sacrosanta. Officerà il consorzio Mela Rosa Romana. Manca però chi accompagna la sposa all'altare.
 

Per ricercarlo si è tenuto nella magnifica 'Sala dei Quaranta' della Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi, un partecipatissimo convegno sul tema 'Rifiorisce l'Appennino' dal Giardino Pomario di Casa Morandi all'associazione per il ritorno della Mela Rosa Romana'. Al centro del dibattito il progetto per favorire la ripresa della coltivazione di questo frutto antico, le cui potenzialità possono ridare agli operatori della montagna bolognese una opportunità incoraggiante.
Ha introdotto il confronto il sindaco di Grizzana, Graziella Leoni, che ha voluto aprire ricordando con simpatia e gratitudine il concittadino Pietro Vicinelli, recentemente scomparso, artefice dell'avvio di tutte le verifiche e le ricerche tecnico-scientifiche alla base del ritorno in Appennino della coltivazione di Rosa Romana. Ha poi ricordato che il territorio appenninico bolognese custodisce un'immensa ricchezza nel patrimonio agroalimentare e nei saperi, tecniche e consuetudini legate all'agrobiodiversità che vanno valorizzate e non dimenticate.
Il sindaco ha poi voluto dare corpo a questo impegno preannunciando la nascita del 'Giardino di Morandi' attorno alla casa del celebre pittore. Attraverso il recupero dell'antica maglia poderale dei due fondi agricoli di pertinenza del complesso rurale del Campiaro ( circa 25 ettari) , si darà vita a un 'Pomario', un giardino con valenza didittico-informativa che ospiterà le specie antiche a rischio di estinzione, quali ad esempio la 'pera ossa', frutto quasi estinto perchè molto sodo, quindi poco masticabile, ma più che eccellente se mangiato cucinato.

Altro comune coinvolto è quello di Castel d'Aiano con il sindaco Salvatore Argentieri sostenitore entusiasta dell'iniziativa il quale ha concluso il suo intervento dicendo: “Io stesso ho in giardino due alberi di Rosa romana di cui sono particolarmente fiero”. 
 

Il progetto illustrato per la rinascita della coltivazione della rosa romana prevede che un gruppo di ricercatori dell'Università di Bologna, guidato dal professor Saverio Sansavini, ordinario di frutticoltura, anch'egli intervenuto nel convegno, faccia una parte di indagine attraverso il DNA delle piante per capirne persino la struttura e individuarne le specie e le loro diversità.
Il professor Sansavini ha illustrato diffusamente i risultati del lungo lavoro già svolto dal suo gruppo sulla rosa romana dando anche diversi spunti sui possibili sbocchi, anche economici, che la coltivazione di questa mela può portare alla economia montana. Dopo aver ricordato che, mentre agli inizi del '900 questa specie costituiva il 25 % delle mele della provincia di Bologna, e che la sua presenza si è andata via via riducendo fino allo 0,2 % degli anni sessanta, ha rimarcato che la capacità produttiva dell'Appennino sarebbe rilevante soprattutto sotto il profilo qualitativo. Ha quindi sottolineato l'importanza della costituzione di un consorzio che possa affrontare in modo organico problemi quali la registrazione di un marchio, la programmazione degli investimenti, la individuazione delle aree vocate, i piani di marketing, l'individuazione dei possibili aiuti economici assistenziali, le programmazioni sull'utilizzo, anche attraverso la trasformazione in succo, le modalità di vendita, i possibili contatti con l'Università, la programmazione di un piano di filiera.
Il convegno della Rocchetta Mattei ha aperto quindi una fase in cui si raccoglieranno idee e suggerimenti di oltre 200 operatori di tutta la Valle del Reno, da sottoporre ufficialmente ai Comuni interessati nel quadro delle iniziative riconosciute valide e sostenibili dal Gal ( il cui presidente Tiberio Rabboni era presente al convegno) o dalla Regione Emilia Romagna. Il progetto terrà poi conto dei numerosi sopralluoghi nei vecchi siti di coltivazione che sono serviti per conoscere e approfondire le diverse varietà di frutti antichi e le esperienze di coltivazione.
Al convegno era presente anche l'assessore regionale all'agricoltura Simona Caselli cui è stato chiesto un riconoscimento formale per una associazione da costituire con enti promotori e agricoltori, primo passo verso un consorzio operativo.

Nella Città metropolitana Bologna oltre il milione di abitanti.

Più di 118mila stranieri, nel capoluogo sono 15,3% residenti

Da ANSA
 
Sono 1.011.378 gli abitanti della città metropolitana di Bologna al 31 dicembre 2017, di cui 487.254 maschi e 524.124 femmine, con un incremento pari allo 0,2% rispetto all'anno precedente, ovvero 2.168 residenti. I residenti con cittadinanza straniera sono 118.770, di cui 54.087 femmine e 64.683 maschi. Rispetto al primo gennaio 2017 sono aumentati di 909 unità, lo 0,8%, e rappresentano l'11,7% dei residenti. Questa percentuale raggiunge il 15,3% a Bologna, il 15% a Crevalcore e il 14,5% a Galliera.
    I comuni con la maggiore variazione percentuale dei residenti rispetto all'anno precedente sono Fontanelice (+1,8%), San Giorgio di Piano (+1,4%), Malalbergo (+1,3%) e Sant'Agata Bolognese (+1,2%); quelli con la diminuzione più rilevante sono Castel del Rio, Borgo Tossignano e San Benedetto Val di Sambro.
    I numeri definitivi saranno pubblicati a metà anno dall'Istat.

Casalecchio di Reno ricorda il 26° anniversario delle stragi di Capaci e Via D'Amelio

Il "Maggio dei Libri" dedica la giornata di domani a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino

Il Comune di Casalecchio di Reno informa:  
Giornata particolare domani, mercoledì 23 maggio, a Casalecchio di Reno .

Alle 17, presso il Palco sul Reno di Spazio Eco, le classi quarte del Liceo "L. da Vinci" di Casalecchio di Reno, guidate dal docente Giacomo Ciacci, raccontano tra parole e immagini il loro viaggio in Sicilia "terra di mafia", nell'ambito dei progetti di alternanza scuola/lavoro "Giovani contro la mafia" (classi 4^C e 4^D) ed "Esperienza/e di antimafia" (classi 4^A-4^AU). Oltre a studenti e insegnanti, interviene all'incontro pubblico Fabio Abagnato, assessore comunale a Saperi e nuove generazioni.

A seguire, alle 18.30 circa, la commemorazione ufficiale di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino presso il cippo loro dedicato nel vicinissimo Parco del Municipio. Interviene il Sindaco Massimo Bosso. Confermata anche la partecipazione del Comandante provinciale dei Carabinieri di Bologna, Colonnello Valerio Giardina.

A conclusione della giornata, nel Giardino di Spazio Eco, un aperitivo e banchetto con i prodotti di Libera Terra, coltivati nei terreni confiscati alla criminalità organizzata, allietato dagli interventi musicali degli studenti.

CONCLUSO IL PRIMO TREKKING DEDICATO A CIECHI E IPOVEDENTI LUNGO LA VIA DEGLI DEI

Partenza

Appennino Slow/Noisy Vision ONLUS informa:

 Si è concluso domenica scorsa a Fiesole il primo trekking dedicato a ciechi e ipovedenti lungo la famosa Via degli Dei, cammino che collega Bologna a Firenze. Un trekking non dei più semplici soprattutto per portatori di una disabilità come quella di Mirella e Bruno, Massimo e Nadia, Dario e Luigina, i 6 pionieri che hanno accettato la scommessa. Partiti lunedì scorso (14 maggio) da Piazza Maggiore, il gruppo capeggiato da Stefano Fazzioli, GAE (guida ambientale escursionista) dell’Emilia-Romagna e animato da Dario Sorgato di Noisy Vision ONLUS ha intrapreso quest’avventura grazie all’organizzazione di Appennino Slow, il tour operator specializzato, coprogettista insieme all’associazione sopracitata.
Non un semplice trekking: un’occasione di incontro tra persone cieche, ipovedenti e normodotate, incontri non così scontati nella vita di tutti i giorni che, come ben sappiamo, porta inconsapevolmente alla marginalizzazione della disabilità, soprattutto se non conosciuta. Conoscere vuol dire crescere, integrare e aiutare, farsi conoscere vuol dire affrontare le proprie paure e superarle.
All’arrivo a Fiesole di ieri (domenica 20 maggio), una folla di gente accorsa per salutare il gruppo tra abbracci e lacrime di stanchezza e felicità. Una storia da raccontare, un’esperienza che ha segnato la vita non solo dei partecipanti, ma anche e forse soprattutto delle persone che vi hanno gravitato attorno, richiamati quasi in forma magnetica: accompagnatori, albergatori, compagni di viaggio. Cambiare prospettiva a volte, può cambiare davvero la vita.
Seguiranno altri due trekking dedicati, entrambi a settembre, dal 2 al 9 il primo, in via di definizione il secondo. Le iscrizioni sono aperte e le adesioni finora provengono per lo più da paesi del nord Europa (Norvegia, Finlandia, Danimarca). Saranno mica anche occasioni di scambio culturale?
ACCOMPAGNATORI CERCASI: per i prossimi trekking sono aperte le candidature per poter accompagnare in forma volontaria il gruppo che si sta andando a formare. Per gli interessati contattare Appennino Slow scrivendo a info@appenninoslow.it o chiamando il numero 339 828 3383. Abbiamo bisogno di voi!
Partenza

E' nato il comitato di monitoraggio dell'ospedale di Vergato. Primo incontro il 7 giugno

Come previsto durante il consiglio comunale di Vergato del 10 maggio, prende avvio un comitato di monitoraggio sul piano di riordino ospedaliero che dovrà verificare tempistiche, investimenti e fasi di avanzamento. Previsto il coinvolgimento di politici di maggioranza e opposizione e dei comitati dei cittadini

Riceviamo:
Il comitato di monitoraggio del piano di riordino ospedaliero è pronto per avviare l’attività che si è preposta: verificare le azioni attuative del piano di riordino, relative in particolare al presidio ospedaliero e alla casa della salute di Vergato. Il primo incontro si terrà il prossimo 7 giugno presso la sede municipale di Vergato.
Ne fanno parte i quattro sindaci dei comuni più direttamente coinvolti, cioè Massimo Gnudi (Vergato), Salvatore Argentieri (Castel D’Aiano), Graziella Leoni (Grizzana Morandi), Romano Franchi (Marzabotto), 3 componenti della giunta comunale di Vergato, 3 consiglieri di minoranza del consiglio comunale di Vergato, 3 componenti del Comitato “Noi Voi Vergato”, 2 componenti dell’ “Associazione Onlus Per la Vita”, 3 componenti delle organizzazioni sindacali (CGIL, CISL e UIL).

L’avvio formale è stato dato da un decreto del sindaco Massimo Gnudi che ha spiegato come “il piano di riordino ospedaliero si svilupperà in un arco temporale di un triennio, pertanto occorrerò vigilare che i piani operativi annuali del 2018, 2019 e 2020 prevedano adeguati investimenti di personale, di attrezzature e strutture. Questo comitato promuoverà periodici incontri con i rappresentanti del Distretto dell’Appennino Bolognese, dell’Ausl di Bologna e della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria metropolitana, per verificare lo stato di avanzamento del piano e degli interventi previsti. Vogliamo garantire la massima partecipazione e trasparenza in merito all’attuazione del Piano di riordino. Tutti i verbali di questi incontri saranno resi pubblici”.

I temi sui quali il comitato dovrà concentrarsi saranno quelli già emersi nei precedenti incontri pubblici: il mantenimento delle attività operatorie di chirurgia ortopedica e di chirurgia generale ambulatoriale, nonché di day surgery per il trattamento di varie patologie. Il comitato dovrà controllare che la realizzazione della nuova area ortopedica presso l’ospedale di Porretta sia effettuata in tempi e modi tali da garantire il contemporaneo mantenimento delle attività operatorie ambulatoriali e in day surgery presso l’Ospedale di Vergato.
Il potenziamento dei servizi specialistici integrati con l’attività della Casa della Salute e i servizi diagnostici; la realizzazione del Centro di riabilitazione a valenza distrettuale a Vergato; il mantenimento del pronto soccorso, che dovrà essere in grado di rispondere a tutte le emergenze sia di origine medica che traumatica, anche tramite l’assegnazione di personale specializzato nella medicina d’urgenza.
L’area di medicina interna dovrà essere riqualificata: l’attuale struttura semplice dovrà diventare una struttura semplice dipartimentale, in grado di gestire i pazienti in fase acuta attraverso i servizi di pronto soccorso, osservazione breve, lungo degenza e l’implementazione delle cure intermedie.

Marzabotto. Il pericolo alla guida se accompagnata da sostanze pericolose.

Claudia, Manuel e Chiara informano:

Giovedì prossimo, 24 maggio, alle 20.30, presso la Casa della Cultura e della Memoria di Marzabotto, si terrà un incontro sul tema ' Rischi connessi all'uso di sostanze alla guida'. Gli organizzatori pongono l'accento sull'elevato numero di incidenti provocati  proprio da uso di droghe e di alcol e ciò pone la tematica affrontata al centro del dibattito politico. 

 

lunedì 21 maggio 2018

Prima tappa del trekking Grizzana-Firenze: tutto bene

 da Elisabetta Zanini

Con il saluto e l'augurio del sindaco Graziella Leoni questa mattina sono partiti gli alunni grizzanesi alla volta di Firenze percorrendo la Via degli Dei. Dopo 15 km di cammino la comitiva è giunta al bivio di San Benedetto Val di  Sambro, per poi raggiungere San Benedetto dove ad accoglierla in comune c’erano bambini, un’insegnante, un assessore.... insomma tanta festa dopo la fatica del cammino! Infine ultimo strappo fino Madonna dei Fornelli. Per il primo giorno di avventura tutto è andato nel migliore dei modi. Domani la seconda tappa.













Inviato da iPhone



A Casalecchio di Reno incontro su mutue di autogestione e finanza solidale

L'esperienza delle MAG

Riceviamo:

La possibilità di una finanza e un'economia al servizio della gente, non come utopia ma come realtà consolidata: di questo si discuterà nell'incontro "L'esperienza delle MAG (mutue di autogestione)", con Luca Iori, componente del CdA della MAG 6 di Reggio Emilia, in programma martedì 22 maggio alle 20.45 presso la Casa per la Pace "La Filanda" (via Canonici Renani 8 di Casalecchio di Reno).

Nell'ambito di un percorso di riflessioni su "Economie di pace e economie di guerra" che Percorsi di Pace porta avanti da tempo con Ecosol Bologna, un approfondimento su un'esperienza che da decenni coinvolge migliaia di cittadini in una finanza etica, mutualistica, solidale e non speculativa al servizio del territorio. Attraverso la raccolta del risparmio e l'erogazione di credito ai soci, in un'ottica di condivisione delle scelte (a partire dalla definizione del "costo del denaro"), le mutue di autogestione costituiscono un esempio concreto, sostenibile e non marginale di economia della condivisione: la MAG 6, nata nel 1988 a Reggio Emilia, conta oggi quasi 1.500 soci e un capitale sociale che sfiora i 2,5 milioni di Euro.

L'incontro è a ingresso libero.



A Marzabotto una serata dedicata al tema degli stupefacenti

Comune di Marzabotto - Spazio Afterhours - Autoscuola OM Vergato
Associazione Un Sorriso tra le nuvole - Polizia Municipale

presentano

SOStanze alla guida
Giovedì 24 Maggio 2018 ore 20.30
Casa della Cultura e della Memoria - Via Aldo Moro, 2

Il tema delle sostanze stupefacenti è un argomento complesso che spesso è alimenta falsi miti, pregiudizi e stereotipi che non aiutano a fare una discussione aperta e approfondita.
Cosa sappiamo delle sostanze? Cosa è meglio sapere? Perché? 
L'incontro del 24 Maggio vuole essere un'occasione per parlare dei rischi connessi all'uso ed abuso di sostanze. Con particolare riferimento ai rischi per la guida.
E provare a dare qualche risposta.

Ci aiuteranno in questo:
Carlo Poletti - Comandante della Polizia Municipale
Manuel Mesoraca e Chiara Lattante - operatori di Spazio Afterhours
Gianluca Chinni - Autoscuola OM di Vergato
Dott. Gaetano Guzzardella - Medico di base

Al termine dell'incontro buffet offerto dall'associazione "un sorriso dal cielo".



A Vergato presentazione del Bando regionale per il sostegno degli investimenti produttivi


Le opportunità per le imprese del territorio collinare e montano

Domani, martedì 22 maggio,  nella sala consiliare  a Vergato, alle 16,30, verrà presentato il   Bando per il sostegno degli investimenti produttivi  che ha l’obiettivo di favorire la realizzazione di progetti di investimento finalizzati ad accrescere la competitività e l’attrattività del sistema produttivo, anche nell’ottica dello sviluppo sostenibile, e a favorirne i percorsi di consolidamento e diversificazione

Beneficiari del Bando sono le PMI operanti nei settori di attività economica Ateco 2007 della Strategia di specializzazione Intelligente (S3) per le quali è previsto un contributo a fondo perduto massimo di 150 mila euro in regime di “De minimis” per l’attuazione di progetti con una dimensione di investimento compresa tra 40 mila e 500 mila euro.
Per le aziende le cui sedi operative o unità locali oggetto degli interventi siano localizzate nelle aree montane sono previste premialità e risorse destinate in forma esclusiva per complessivi 1,5 milioni di euro.

I termini di presentazione prevedono due finestre:
1° FINESTRA: dalle ore 10 del 9 maggio 2018 alle 13 del 26 giugno 2018
2° FINESTRA: dalle ore 10 del 4 settembre 2018 alle 13 del 28 febbraio 2019.

Per partecipare è opportuno iscriversi sul sito della Città metropolitana: https://www.cittametropolitana.bo.it/appennino/Engine/RAServePG.php/P/267011630101/0/L/0

Programma della giornata:
  • Saluti di Massimo Gnudi
    Consigliere delegato a sviluppo economico, turismo, politiche del lavoro, politiche per l’appennino bolognese della Città metropolitana e Sindaco di Vergato
  • Presentazione del BandoAndrea Pappacena Regione Emilia-Romagna
  • Dibattito
  • Conclusioni a cura di Palma Costi
    assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma della Regione Emilia-Romagna

Denunciato perchè trovato ubriaco al volante.


Era talmente 'bevuto' che procedeva in auto a zig-zag. Impossibile non notarlo e i Carabinieri di Lizzano in Belvedere lo hanno fermato, controllato e denunciato per guida sotto l’influenza dell’alcool. E’ successo alle 18:40 di sabato scorso, durante un servizio di controllo alla circolazione stradale in centro a Porretta Terme. Alla vista di una Fiat Panda che stava transitando con un’andatura lenta, discontinua e pericolosissima, i militari hanno capito subito che l’automobilista era talmente ubriaco da non rendersi conto di quello che stava facendo. Ipotesi che sono state confermate dalle analisi del sangue cui un cinquantaduenne italiano è stato sottoposto subito dopo il controllo presso una struttura sanitaria: 2,77 g/l.


Meteo, le previsioni per l'inizio della settimana

Il tempo torna a fare i capricci: alta variabilità, soprattutto in Appennino. Tempo perturbato fino almeno a mercoledì


Le previsioni meteo di Arpae per l'inizio della settimana prevedono tempo perturbato almeno fino a mercoledì, con possibità di rovesci, anche rilevanti, concentrati soprattutto nelle giornata di martedì 22 maggio. Si seguito le previsioni nel dettaglio.
Lunedì. Al mattino in pianura nuvoloso, sui rilievi tendenza ad aumento della nuvolosità con piogge; nel pomeriggio in pianura molto nuvoloso con piogge deboli intermittenti, sui rilievi molto nuvoloso con piogge e temporali; dalla sera in pianura molto nuvoloso con piogge moderate, sui rilievi molto nuvoloso con piogge e temporali di forte intensità.
Temperature minime del mattino comprese tra 11 °C sui rilievi e 15 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 18 °C sui rilievi e 25 °C in pianura.
Velocità massima del vento compresa tra 37 (rilievi) e 43 km/h (pianura).
Martedì. Al mattino in pianura molto nuvoloso con piogge deboli, sui rilievi molto nuvoloso con piogge e temporali; nel pomeriggio molto nuvoloso con piogge moderate; dalla sera in pianura molto nuvoloso con piogge deboli intermittenti, sui rilievi tendenza ad attenuazione della nuvolosità con piogge in esaurimento.
Temperature minime del mattino comprese tra 13 °C sui rilievi e 16 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 18 °C sui rilievi e 21 °C in pianura.
Velocità massima del vento compresa tra 43 (rilievi) e 47 km/h (pianura).
Mercoledì. Al mattino in pianura molto nuvoloso con piogge deboli intermittenti, sui rilievi molto nuvoloso con piogge moderate; nel pomeriggio in pianura molto nuvoloso, sui rilievi molto nuvoloso con piogge moderate; dalla sera in pianura tendenza ad attenuazione della nuvolosità, sui rilievi tendenza ad aumento della nuvolosità.
Temperature minime del mattino comprese tra 9 °C sui rilievi e 14 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 18 °C sui rilievi e 22 °C in pianura.
Velocità massima del vento fino a 10 km/h.


(Bologna Today)

Gli scolari di San Benedetto sanno 'come muoversi' e lo hanno festeggiato.

Il progetto finanziato, dal Comune di San Benedetto con la partecipazione di Emil Banca, ha consentito a un esperto di scienze motorie di affiancare gli insegnanti delle scuole primarie per un’ora alla settimana durante tutto l’anno scolastico. L’iniziativa è stata molto apprezzata e si è conclusa con una “festa dello sport”.



Un esperto in scienze motorie ha affiancato l’insegnante della scuola primaria per un’ora alla settimana per avviare i piccoli 'apprendisti' ad una corretta educazione motoria, nella consapevolezza che questa può rendere protagonisti e rappresenti una forma di educazione indispensabile per una crescita sana.
L’iniziativa ha riscosso l’apprezzamento sia degli studenti, sia dei loro genitori. L'attività ha reso gli alunni sempre più autonomi nella gestione del corpo, del suo linguaggio e dello spazio circostante. I ragazzi hanno inoltre riflettuto sulla sportività e sul rispetto delle regole.
La riuscita del progetto è stata festeggiata il 15 maggio con una manifestazione non agonistica incentrata sull’educazione motoria.
Si è inoltre colta l’occasione per parlare con i giovani alunni di educazione stradale, grazie alla docenza affidata a polizia municipale, carabinieri, polizia stradale, volontari della protezione civile e pubblica assistenza Val Sambro.

Una interessante attività finalizzata all'apprendimento delle buone pratiche” ha commentato il sindaco Alessandro Santoni Grazie al successo di questo progetto abbiamo deciso di investire per rendere possibile l’ora di educazione motoria anche l’anno prossimo”.

Altri appuntamento attendono i giovani sportivi, fra cui i Giochi della Gioventù intercomunali, rivolti ai ragazzi delle scuole medie, che si terranno il prossimo 30 maggio proprio a San Benedetto Val di Sambro.

Bolognesità e altruismo in un sol boccone in Valsamoggia.

La tagliatella accompagnata 'sbarca' in Valsamoggia in uno dei 'porti gastronomici' cari al più che mitico Lucio Dalla.


Ghino Collina, dell'associazione 'La tagliatella accompagnata', invita all'incontro socio-culturale e, soprattutto, culinario -benefico, in programma giovedì prossimo, 24 maggio, in Valsamoggia, dalla trattoria Lina. C'è tutto da guadagnare e niente da perdere. 


 

Polemiche su 'menu fascista' a Ravenna


Iniziativa per presentazione libro. Autore, 'prendo distanze'


Richiesto

(ANSA) - Fa discutere a Ravenna un menù, quello che mercoledì sera farà da contorno alla presentazione di due libri sul Ventennio fascista nella città romagnola. Oggetto del contendere, i nomi dei piatti: "prosciutto al pugnale, cappelletti bastonati, tourneados alla squadrista, coppa littoria, vino Nero di Predappio".
    Dopo diversi mal di pancia e alcune dichiarate defezioni, a intervenire è stato Alessandro Luparini, autore di uno dei due libri ("Ravenna fascista. 1920-1925, la conquista del potere").
    Ha spiegato di aver accolto l'invito "reputandolo un modo utile per tornare a riflettere sulla storia del fascismo ravennate" senza "il minimo intento apologetico, celebrativo e nostalgico".
    Ha precisato di non avere avuto "parte nell'organizzazione logistica dell'evento, tanto meno nella ideazione del menu 'a tema', da cui, pur supponendone gli intenti meramente goliardici, non posso che prendere le distanze per non generare equivoci sulla serietà e l'assoluta correttezza scientifica del mio lavoro".