sabato 25 maggio 2019

Elezioni 26 maggio 2019. Come si vota



Domani, domenica 26 maggio 2019,  si svolgeranno le
elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo e, contestualmente, le elezioni comunali, per la scelta del Sindaco e per determinare la composizione del Consiglio Comunale di Sasso Marconi.

EUROPEE

Come si vota: 
 


Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che vi verrà consegnata al seggio, un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta.

E' possibile (non obbligatorio) esprimere da uno a tre voti di preferenza per candidati compresi nella lista votata.


ATTENZIONE! Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. 
 


ELEZIONI COMUNALI



Come si vota: 

 
Si vota con una sola scheda per eleggere sia il sindaco che i consiglieri comunali. Sulla scheda è già stampato il nome del candidato sindaco, con accanto il contrassegno dell'unica lista che lo appoggia.
Le liste presentate e ammesse alle elezioni per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio Comunale di Sasso Marconmi, sono tre. In ordine di sorteggio, sono:

1 –  Lista civica per Sasso Marconi - “Dimmi”

2 – Centrosinistra per Sasso Marconi - Roberto Parmeggiani

3 – Muratori sindaco


Il voto si esprime tracciando un segno sul contrassegno della lista o sul nominativo del Sindaco.


Non è possibile votare per un candidato alla carica di sindaco diverso da quello collegato alla lista.
I voti conseguiti dal candidato alla carica di sindaco sono attribuiti alla lista ad esso collegata.


Per i comuni compresi tra 5.000 e 15.000, come Sasso Marconi, si possono esprimere una o due preferenze per i candidati al consiglio comunale. Nel caso siano due, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l'annullamento della seconda preferenza.
Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.


Una volta eletto il sindaco viene anche definito il consiglio: alla lista che appoggia il sindaco eletto andranno i 2/3 dei seggi disponibili, mentre i restanti seggi saranno distribuiti proporzionalmente tra le altre liste.


Quando si vota

Per entrambe le consultazioni elettorali si voterà domenica 26 maggio dalle ore 7.00 alle ore 23.00.
Lo spoglio dei voti avverrà dalle ore 23.00 di domenica per il Parlamento Europeo, e dalle ore 14.00 di lunedì 27 maggio per il Sindaco e il Consiglio Comunale.

Chi vota

I cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Sasso Marconi, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro il 26 maggio 2019
I cittadini di uno stato appartenente all'Unione Europea, iscritti nell'apposita lista elettorale aggiunta, che abbiano fatto domanda entro i termini stabiliti dalla legge.

Dove si vota

Nelle 14 sezioni elettorali del Comune:
SEZIONI 1, 2 e 11 - SCUOLA ELEMENTARE CAPOLUOGO (Via Porrettana 469)
SEZIONE 3 - SCUOLA ELEMENTARE FONTANA (Via Dell'Annunziata 1)
SEZIONI 4 e 8 - SALA CIVICA DEL BORGO DI COLLE AMENO (Via Borgo di Colle Ameno 11)
SEZIONI 5, 6 e 13 - SCUOLE ELEMENTARE BORGONUOVO (Via Giovanni XXIII 11)
SEZIONE 7 - EX SCUOLA MATERNA di TIGNANO/ROMA (Via Olivetta 63)
SEZIONE 9 - EX SCUOLA ELEMENTARE di BATTEDIZZO (Via Setta 64)
SEZIONI 10, 12 e 14 - SCUOLA MEDIA CAPOLUOGO (Via Porrettana 258)

Cosa serve per votare

Per poter votare, l’elettore deve esibire:
a) 
tessera elettorale personale
b)
carta d'identità o altro documento di identificazione (con fotografia) rilasciato da una Pubblica Amministrazione (per esempio: patente, passaporto, libretto di pensione) o da un Ordine professionale.


SMARRIMENTO TESSERA / ESAURIMENTO SPAZI
Chi avesse smarrito la tessera elettorale, potrà richiedere un duplicato presentandosi personalmente all’Ufficio Elettorale in municipio.
Chi avesse completato gli spazi riservati alle votazioni nella tessera elettorale, può recarsi presso l'Ufficio Elettorale per richiedere una nuova tessera (riconsegnando la tessera non più utilizzabile).

Informazioni e contatti

L’Ufficio Elettorale (piano terra del Municipio c/o Uff. Servizi Demografici - ingresso da Via Porrettana) è a disposizione per informazioni ai numeri 051/843553 - 051/843548 - 051/843576 e all'indirizzo mail: servizidemografici@comune.sassomarconi.bo.it

Apertura straordinaria:
 Domenica 26 maggio dalle 7 alle 23
TUTTE LE INFO SUL SITO DEL MINISTERO DELL’INTERNO
https://dait.interno.gov.it/elezioni




venerdì 24 maggio 2019

Chi amministrerà il comune di Sasso Marconi dal 27 maggio in poi ?

Gli elettori di Sasso Marconi che si recheranno al seggio il 26 maggio non sceglieranno solamente il nuovo sindaco del paese, sceglieranno molto di più: decideranno se continuare ad avere un paese assopito nella noia amministrativa o se dargli una scossa; se affidare la guida del loro prossimo futuro ai designati dai partiti o meno. Se continuare ad avere amministratori che essendo stati scelti da apparati lontani, a questi obbediscano e non agli elettori. Se continuare a dare fiducia a chi amministra non per la crescita del paese, ma per il mantenimento dell'equilibrio partitico a loro favorevole. Ciò porta a comportamenti diversi a seconda che il cittadino sia 'nel libro giusto 'o meno. Sarà quindi necessario l'accreditamento politico per avere l'attenzione di chi amministra.
L'elettore sceglierà se avallare ancora questa 'democrazia mutilata' o cambiare. L'alternanza è il sale della democrazia e la garanzia che il confronto politico sia vero. Settantaquattro anni della stessa maggioranza è un dato 'inquietante', crea molti interrogativi e soprattutto ha tolto all'elettorato ogni possibilità di confronto amministrativo. Possibilità che rischia di essere inibita con il ricatto socio-economico: se sei con i 'padroni del vapore' o almeno fingi di esserlo, hai diritti economico-amministrativi. In caso contrario non esisti, se non per pagare tasse e 'multe'.


Questa volta l'elettore dovrà scegliere amministratori capaci, non targati. Ciò sarà la salute di Sasso Marconi, non solo perchè gestori qualificati migliorano il paese, ma perchè costringerà gli avversari a riproporsi aumentando le proprie capacità. E' questa gara che rende la democrazia piena e matura. E' la certezza che questo è il vero motore che anima chi si propone di amministrare che ci farà gridare 'vinca il migliore'.

Si chiude la campagna elettorale per le amministrative di Sasso Marconi

Non ci sarà la presenza congiunta in piazza dei tre candidati sindaci di Sasso Marconi per il confronto finale con gli elettori e la chiusura della campagna elettorale.

I cittadini potranno comunque confrontarsi con i tre candidati poiché Roberto Parmeggiani, in campo per il centrosinistra, chiuderà il suo impegno informativo per le amministrative del 26 maggio con un incontro al centro sociale di Borgonuovo oggi pomeriggio alle 18.30.





Poi potranno trasferirsi alla Sala Giorgi del capoluogo dove , alle 20.30, Mauro Muratori, alla guida di una lista di centrodestra, concluderà la sua fatica elettorale con un incontro pubblico.





Infine, alle 21, gli elettori potranno recarsi nella vicinissima piazza del centro cittadino e confrontarsi con Marco Mastacchi, candidato sindaco per la lista civica Dimmi. Mastacchi sarà sul palco dalle 21 in poi.

Rapina a mano armata al discount di via dell'Orologio di Sasso Marconi.

Il colpo avvenuto a orario di chiusura. Indagano i Carabinieri. Bottino da un migliaio di euro



I rapinatori hanno atteso l'ora di chiusura dell''Ecu' di Sasso Marconi e, dopo aver coperto parte del viso con sciarpe e berretti, in due sono entrati, si sono avvicinati alle casse e, mentre uno puntava una pistola contro la cassiera, l'altro ha arraffato il contenuto della cassa. Quindi si sono allontanati in tutta fretta. Probabilmente ad attenderli vi era un terzo complice alla guida di un'auto con cui si sono allontanati non lasciando tracce.

Non si sa se la pistola usata dai malviventi era vera o giocattolo. 

E' la seconda rapina a mano armata avvenuta a Sasso Marconi in poche settimane. La prima ai danni delle Poste. Si sospetta che gli autori di entrambi gli episodi delittuosi siano gli stessi.







Che spettacolo lo spettacolo per Modiano !

Tutto esaurito a teatro ieri sera per lo spettacolo a favore del Centro Anffas Modiano di Borgonuovo.
Gli attori, per la maggior parte appassionati dilettanti, hanno messo in scena un musical ambientato in un circo i cui artisti, più che l'abilità nel proporre le loro perfomance, erano ricchi di fantasia e mostravano un grande cuore.
E' proprio ' un mondo fatto di amore e accettazione gli uni per gli altri, ognuno con le sue caratteristiche ' quello che lo spettacolo ha voluto rappresentare, proprio per rimarcare il concetto che 'la normalità è una invenzione di chi è privo di fantasia'. Standing ovation per il balletto di Gloria accompagnata dalla sua insegnante. Un omaggio doveroso fa fatto agli operatori del centro Modiano che sanno fare emergere da ognuno degli ospiti le caratteristiche che li rendono 'originali' e felici di esserlo.








Il tempo di Bologna secondo Arpae

Venerdì 24 maggio:

al mattino sereno o poco nuvoloso;

nel pomeriggio in pianura sereno o poco nuvoloso, sui rilievi temporanei annuvolamenti con occasionali rovesci o temporali;

dalla sera sereno o poco nuvoloso.


Temperature minime del mattino comprese tra 9 °C sui rilievi e 13 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 19 °C sui rilievi e 22 °C in pianura.

Velocità massima del vento compresa tra 21 (rilievi) e 22 km/h (pianura).

A Casalecchio di Reno arriva l'app per la sosta EasyPark

 L’utente potrà gestire la sosta direttamente dal proprio smartphone

Dal Comune di Casalecchio di Reno

 Attiverà, dalla fine di questa settimana, la possibilità di gestire/pagare la sosta su strisce blu a Casalecchio di Reno con EasyPark, il servizio di mobile parking più diffuso in Italia ed in Europa.
Il servizio risponde all'esigenza di garantire una più semplice modalità di pagamento e gestione della sosta per gli utenti.
Il sistema di gestione (SmartHUB) è a costo zero per l’Amministrazione e Adopera srl, oltre che essere aperto a tutti gli operatori del settore che in futuro vorranno accreditarsi proponendo il loro servizio di pagamento della sosta tramite app. 
Contestualmente all'attivazione del servizio verranno ripristinati anche i parcometri vandalizzati nelle scorse settimane.

Tramite l’App EasyPark, l’automobilista può comodamente attivare e terminare la propria sosta, con estrema facilità e rapidità.
Molti i vantaggi: l’utente risparmia tempo nelle operazioni di sosta, può prolungare la durata della sosta direttamente dal proprio cellulare, ovunque si trovi, o interromperla anticipatamente al rientro in auto, limitando il costo del parcheggio alla sosta effettivamente consumata, nel rispetto delle tariffe stabilite dall'Amministrazione comunale, infine può utilizzare il servizio nelle città, italiane ed estere in cui è disponibile: 340 comuni italiani, tra cui Bologna, Reggio Emilia, Ferrara, Imola, Modena, Cento, Vignola e 600 città all’estero.

Come funziona EasyPark:Servono solo 2 minuti per installare l'app e iniziare ad usarla.
Per utilizzare EasyPark, è necessario
registrarsi tramite l’App EasyPark o dal sito www.easyparkitalia.it, e acquistare un credito di sosta, ricaricabile, con carta di credito dei circuiti Visa o Mastercard, oppure PayPal.Le informazioni richieste per iniziare la sosta sono: il ‘codice area di sosta’, disponibile automaticamente sull’App EasyPark attivando la geolocalizzazione, e visibile sui parcometri,  il numero di targa del veicolo, proposto automaticamente dopo il primo inserimento, e l’orario previsto di fine sosta, che potrà essere prolungato o interrotto anticipatamente, al rientro in auto.
A Casalecchio di Reno non è necessario esporre il tagliando EasyPark sul cruscotto.
Gli ausiliari del traffico possono verificare la corretta attivazione della sosta tramite il controllo della targa dell’auto.
Costi servizio EasyPark:
Nessun costo di abbonamento. Per gli utenti occasionali che sostano a Casalecchio di Reno, il servizio EasyPark prevede una commissione di 0,29 euro a sosta, da aggiungere all'importo della sosta consumata.
Chi utilizza spesso il servizio a Casalecchio di Reno, o in tutte le altre città in cui è disponibile, può invece decidere di optare per il pacchetto EasyPark Large* a un canone fisso mensile di 2,99 euro, senza nessuna commissione sulle singole soste.

Per maggiori informazioni: www.easyparkitalia.it

Casalecchio di Reno avrà le colonnine per la ricarica delle auto elettriche

Fino al 14 giugno si raccolgono i suggerimenti dei cittadini sull'ipotesi di localizzazione
 
Sono stati approvati i protocolli d’intesa che consentiranno di localizzare sul territorio di Casalecchio di Reno  35 postazioni per la ricarica dei veicoli elettrici.
 
Si tratta di un obiettivo che fa parte delle linee del Piano Aria Integrato Regionale 2020 e risponde alle stime di crescita dell’incidenza degli autoveicoli elettrici sul parco auto circolante.

Condizione imprescindibile è che l’installazione delle infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici garantisca l’interoperabilità della rete di ricarica e sia compatibile con il sistema “Mi Muovo elettrico” previsto dal Piano Regionale per la Mobilità Elettrica.
 
Il Comune ha già individuato una prima ipotesi di localizzazione delle postazioni.
L’ipotesi di localizzazione rimarrà pubblicata sul sito del Comune (www.comune.casalecchio.bo.it) fino a venerdì 14 giugno 2019 al fine di raccogliere i suggerimenti da parte di tutti i cittadini interessati che potranno inviarli alla mail territorio@comune.casalecchio.bo.it
 
Raccolte queste proposte, il Comune si relazionerà con gli operatori per l’installazione delle colonnine elettriche già a partire dai prossimi mesi.
 

San Benedetto Val di Sambro è ' amico della famiglia'

E' l’unico comune non trentino ad aver ottenuto nel 2019 la certificazione di “Comune amico della famiglia” promossa dalla Provincia autonoma di Trento.

Riceviamo:

Lo scorso 16 maggio il Comune di San Benedetto Val di Sambro ha ottenuto la certificazione “Comune amico della famiglia” nel corso della decima convention “Comuni Family Friendly” organizzata dalla Provincia autonoma di Trento con il Distretto della famiglia della Paganella, tenutasi ad Andalo (Trento). Si tratta dell’unico comune non trentino a cui è stato assegnato questo riconoscimento nel 2019, promosso dal Network nazionale comuni amici della famiglia.
Durante il convegno si è discusso di politiche comunali per il benessere della famiglia, tra traguardi raggiunti e prospettive di crescita. I Comuni che hanno conseguito la certificazione “Family in Trentino” al 31 marzo 2019 sono 93 e altri 70 sono in fase di acquisizione del marchio. Non si tratta di una prerogativa italiana: in Portogallo infatti esiste un modello di comuni amici della famiglia adottato dall’Observatório das Autarquias Familiarmente Responsáveis. Anche di questo modello si è parlato di questo convegno.
Il sindaco Alessandro Santoni, nel ricevere la certificazione, ha illustrato come l’amministrazione comunale di San Benedetto Val di Sambro abbia avviato diverse politiche a sostegno delle famiglie numerose.
Qualche mese fa infatti il comune aveva già annunciato l’assegnazione di contributi economici per famiglie numerose residenti, per le quali erano previsti anche sgravi sulla TARI, sull’addizionale IRPEF e sui servizi comunali di refezione o trasporto scolastico, pre-post scuola, campo estivo comunale. Nelle settimane scorse una comunicazione dell’amministrazione comunale ha illustrato questo progetto alle famiglie del territorio.
Al progetto di sostegno alle famiglie avviato dal Comune hanno aderito anche diverse attività commerciali: le famiglie destinatarie delle misure di sostegno infatti riceveranno una “family card” e le elenco delle attività che riserveranno loro particolari agevolazioni.


giovedì 23 maggio 2019

La Flaminia Militare raccontata in un film

Al centro, Agostini e Santi, al lati i registi

Nel 40° anniversario del primo rinvenimento del basolato della Flaminia Militare, ad opera di Cesare Agostini e Franco Santi, è stato presentato ieri all'Antoniano di Bologna un film-documentario e un libro sulle tappe dell'importante scoperta archeologica, delle prime difficoltà incontrate, delle entusiasmanti conferme, dei riconoscimenti ufficiali, delle soddisfazioni che negli ultimi anni hanno gratificato i due 'amici – archeologi dilettanti'.

Il cortometraggio oltre ad essere una documentazione, è anche il racconto di una grande amicizia e di stima reciproca che ben appare dai dialoghi, spesso pieni di divertente umorismo paesano, che rendono la visione del film molto godibile.

L'affidamento della strada ai Comuni
L'occasione dell'uscita di questo documentario, nato grazie al contributo di Emil Banca, è stata anche quella della consegna ai comuni attraversati dalla strada, di tutto il bel patrimonio storico e archeologico affinchè la sua manutenzione, ora assicurata dai volontari di Legambiente, sia garantita nel tempo. Per i Comuni questo 'tesoro' sarà sicuramente una forte attrazione turistica che, se adeguatamente gestita, può significare una crescita importante per l'economia locale. Ai giovani Agostini e Santi hanno raccomandato di continuare nella ricerca dei tratti ancora nascosti nel sottosuolo, poiché il loro lavoro ne ha portato alla luce solo dei tratti, circa 11 chilometri, una piccola percentuale del totale.

Intervista a Roberto Parmeggiani

Questo spazio era dedicato alla chiacchierata-intervista con Roberto Parmeggiani, candidato per il centro sinistra di Sasso Marconi. 
Come avevo già annunciato era mia intenzione incontrare tutti i tre candidati sindaco di Sasso Marconi. Ho già riportato quelle di Muratori e di Mastacchi, ma purtroppo Roberto Parmeggiani, non ha voluto rilasciarmi nessuna dichiarazione. 
Me ne dispiace molto.











Chiacchierata con Marco Mastacchi, candidato sindaco a Sasso Marconi per la lista Dimmi.

Di famiglia contadina, con le radici a Sasso Marconi, Marco Mastacchi ( nella foto)  ha alle spalle una lunga esperienza amministrativa a Monzuno, con 14 anni di opposizione e 10 di primo cittadino. Lascia il Comune in condizioni più che apprezzabili per continuare l'esperienza di sindaco in un paese impegnativo come è Sasso Marconi. Per le amministrative del 26 maggio si è infatti posto alla guida di una lista civica dal titolo 'Dimmi' e si propone di porre termine al lungo predominio della compagine amministrativa che da 74 anni è a capo del Comune. Gli abbiamo chiesto:

Lei ha già esperienza di campagne elettorali nel Comune di Monzuno, quali le differenze che ha trovato incontrando gli elettori di Sasso Marconi?

L'unica differenza è nel numero di persone da raggiungere. Ma trattandosi di persone, le problematiche e le necessità sono le stesse”.

Lo slogan della sua campagna elettorale è 'dimmi', l'ascolto dei cittadini. Come pensa di arrivare a soddisfare tutte le richieste in un comune grande come Sasso Marconi ?

Banalmente,dando la mia piena disponibilità e applicando le stesse regole risolutive già attuate a Monzuno. Il numero del mio telefono è patrimonio di tutti e il mio ascolto è garantito come lo è stato a Monzuno.”


Sasso Marconi è un comune ricco, ma pare fermo al palo. Come intende rilanciarne l'immagine e l'economia ?

Sasso Marconi ha un potenziale inespresso che si chiama Guglielmo Marconi che inspiegabilmente in passato non è mai stato valorizzato come meritava. Sarà sufficiente realizzare progetti che portino il suo nome per rilanciare il Comune e non solo.”

Non ci sarà il confronto pubblico di fine campagna elettorale fra i tre candidati sindaco. Cosa ne pensa ?

Io ci spero ancora. Ho lasciato aperto l'invito ai colleghi candidati, dando la disponibilità a modificare l'organizzazione della serata. Spero che accettino l'invito. Sarebbe una bella occasione tanto per i candidati, quanto per i cittadini di Sasso Marconi. Io comunque sarò in piazza venerdì dalle 21 per rispondere alle domande dei cittadini.”

CARE SHARING, condividere è naturale.

Il progetto di car sharing ecosostenibile dell’Azienda Usl Bologna. Primo in Italia

Più sicura, efficiente e rispettosa dell’ambiente: è la nuova flotta di veicoli dell’Azienda Usl di Bologna, prima azienda sanitaria italiana a sperimentare un progetto di car sharing abbinato ad un contratto di noleggio e gestione dei mezzi affidato ad un partner esterno.

Il progetto CARE SHARING verrà presentato giovedì 23 maggio, alle 13.30 presso la sede del Dipartimento di Sanità Pubblica, via Seminario 1, San Lazzaro di Savena, da Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Chiara Gibertoni, Direttore generale Azienda Usl di Bologna, Giovanni Orlandini, Amministratore Delegato Car Server Anna Maria Petrini, Direttore amministrativo Azienda Usl di Bologna.

Il festival del turismo responsabile

Tema è Restanza, curare proprio territorio come bene comune.

 © ANSA


La Restanza, curare i propri territori come bene comune per il mantenimento di risorse e tradizioni, è il tema di 'It.A.Cà', il festival di turismo responsabile in programma a Bologna e in Appennino dal 24 maggio al 2 giugno, promosso da Destination Bologna e Città Metropolitana. Previsti convegni, proiezioni, progetti innovativi, appuntamenti, presentazione di libri e incontri, con un convegno nella giornata di apertura, a Palazzo Malvezzi, su 'La rinascita dei territori in abbandono attraverso i racconti di chi resta'. Poi il calendario si snoderà tra le Serre dei Giardini Margherita, il Focus sulla fotografia con la mostra di James Oatway, visite guidate, gare di orienteering, camminate a tutto 'plogging' con la pulizia di aree verdi.

In Appennino, il 31, un convegno a Marzabotto sul turismo come sviluppo economico del territorio, iniziative nel parco di Monte Sole e a Castiglione dei Pepoli. La Val di Zena sarà protagonista del fine settimana dell'8-9 giugno.

I caduti casalecchiesi della Grande Guerra e Commemorazione Falcone-Borsellino a Casalecchio di Reno.

Dal Comune di Casalecchio di Reno
Oggi, giovedì 23 maggio alle 15, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno, lo storico Leonardo Goni conduce una conferenza sul tema "La memoria della Grande Guerra: il ricordo dei caduti casalecchiesi". Quasi 100 furono i cittadini casalecchiesi che persero la vita durante la Prima Guerra Mondiale, e a loro è dedicato ancor oggi il monumento inaugurato nel 1925 nella Piazza dei Caduti; le vicende belliche di cui furono protagonisti o testimoni saranno raccontate, a oltre un secolo di distanza, in una sorta di "Spoon River".
La conferenza è a ingresso libero e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube di Casa della Conoscenza.

Il pomeriggio è inoltre dedicato al 27° anniversario della strage di Capaci. Alle ore 17.00, appuntamento a Spazio Eco per "VINCItori contro e mafie": nel Palco sul Reno, una presentazione con interventi, video e musica delle esperienze su legalità e lotta antimafia condotte da 3 classi del Liceo "L. da Vinci" di Casalecchio entro progetti di alternanza scuola/lavoro. In particolare, la 3^A illustrerà il ruolo di "Testimoni contro le mafie", la 3^C "Liberi dalle mafie", la 4^AU "I laboratori della legalità: un esperimento di peer education", mentre la 4^C suonerà e canterà il suo "Noi diciamo basta".
Alle ore 18.30 circa ci si sposterà al Cippo che ricorda Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nel vicino Parco del Municipio per la commemorazione ufficiale delle stragi di Capaci e via D'Amelio, alla presenza delle autorità civili e militari.
Ritorno alle 19 a Spazio Eco.
La partecipazione alle iniziative è libera.

mercoledì 22 maggio 2019

A Sasso Marconi serata teatrale pro Modiano

Spettacolo pro Modiano, domani 23 maggio,alle 21,  al teatro comunale di Sasso Marconi. Sul palco tutti attori sassesi che garantiscono uno spettacolo coinvolgente



Sasso Marconi. Il candidato sindaco Mauro Muratori

Muratori mostra la sua tessera Lega
Il leghista Mauro Muratori è il candidato sindaco per una lista che comprende Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia alle amministrative di Sasso Marconi. Bolognese, risiede a Sasso Marconi, alla Ghisiola di via Castello, dall'età di 8 anni. Artigiano apprezzato, è spesso fuori regione e anche fuori Italia, per consulenze o interventi. La sua compagna di vita è Serena e ha un figlio di 21anni, Federico. Il suo trascorso politico è a Casalecchio di Reno, dove a lungo ha ricoperto il ruolo di consigliere di minoranza in rappresentanza della Lega. Il suo impegnarsi a Sasso Marconi ha un po' sorpreso, poiché la partecipazione alla vita amministrativa di questo Comune non era molto conosciuta. Lo abbiamo incontrato per qualche precisazione:

La sua esperienza casalecchiese, quale consigliere, come può essere trasferita a Sasso Marconi quale sindaco se la sua lista avrà la maggioranza ?

Ho imparato a valutare i vari organismi con cui opera l'amministrazione pubblica, come per esempio la nuova presenza delle Unioni dei Comuni o Asc InSieme. La salvaguardia della operatività comunale è una qualità da non disperdere. Ne è un esempio l'accorpamento delle Polizie comunali di Casalecchio, Zola e Monte San Pietro. La perdita del servizio in alcune circostanze è evidente”.

Ha fatto della 'sicurezza' il motivo fondamentale della sua proposta amministrativa. Cosa intende fare a tal proposito a Sasso Marconi ?

Applicare il Decreto Salvini: dalla possibilità di aumentare l'organico della Polizia municipale e investire nella video sorveglianza, all'applicazione del Daspo urbano che consente l'allontanamento da spazi collettivi delle persone che mettono in atto comportamenti contrari all'ordinamento”.

Si valuta che la vera strategia vincente alle prossime tornate elettorali sia quella di riuscire a portare al voto tutto il proprio elettorato, oggi abbastanza scoraggiato. Come intende motivare i suoi elettori a recarsi alle urne ?

Garantendo loro una piena attività amministrativa a tutti i livelli. Se si perde la filiera che dalle comunali porta fino a Bruxelles ne soffre l'amministrazione locale in modo molto serio”.

Ora una domanda scomoda. Si vocifera insistentemente di un aiuto del centro sinistra nella ricerca delle firme per la presentazione della sua lista. Può fugare tale orribile sospetto ?

Dire che mi ha aiutato il PD è una bestemmia. Sono amico di Mazzetti perchè eravamo a scuola assieme, ma siamo molto lontani nelle idee politiche. In verità la ricerca delle firme mi ha molto impegnato, anche perchè siamo partiti un po' tardi. Ma è tutta opera nostra”.

Una balestra realizzata da Muiratori


Perchè mi sono candidato e ho scelto Marco Mastacchi

Sono sassese dalla nascita e la mia famiglia è stata tra i protagonisti della vita del paese. Amo profondamente questa città, la sua bellezza naturalistica, le sue testimonianze architettoniche che fondano le radici in una storia millenaria. Per questo, e anche perchè spinto da un'ovvia curiosità, mi sono sempre dedicato alla ricerca e la promulgazione di ciò che Sasso Marconi è stato ed è tutt'ora. Sono laureato in Scienze Giuridiche. Ho insegnato per quasi quarant'anni in una scuola tecnica e contemporaneamente ho collaborato come giornalista con Il Resto del Carlino. Ora sono in pensione e continuo a coltivare la mia passione per l'informazione tramite questo blog di notizie locali.

Ho subito accolto con soddisfazione la proposta di 'Marco Mastacchi sindaco di Sasso Marconi'. Lo conosco da diversi anni, avendo avuto modo di vederlo all'opera quando seguivo, fra gli altri, il comune di Monzuno come corrispondente del quotidiano e lo ho subito apprezzato per il suo modo semplice e propositivo di relazionarsi con gli altri e di affrontare i problemi. Fin dai primi anni in cui si era dedicato alla politica, ancora come capogruppo dell'opposizione, non ha mai cercato la polemica , ma ogni suo intervento era indirizzato all'indicazione di una possibile strada da percorrere per il bene del paese. Proprio questa sua caratteristica lo ha portato a ottenere la preferenza della maggioranza dei concittadini. Preferenza che ha conservato anche nella successiva verifica elettorale per il secondo mandato, quando tutto invece sembrava portare a una maggioranza diversa. Ho continuato ad avere spesso contatti con lui per il mio lavoro e ho avuto modo di verificare che è una persona franca, sincera ed attenta. Sa spendersi in prima persona: ho seguito con il blog la sua straordinaria camminata da Monzuno a Roma, in venti giorni, per portare all'attenzione del governo nazionale il disagio amministrativo dei piccoli comuni spesso strozzati dal 'patto di stabilità'. Parlando della conclusione del ciclo decennale come sindaco di Monzuno, mi ha detto: “Ho ottenuto cose che credevo impossibili, ma altre che mi parevano più raggiungibili, non sono riuscito a portarle a termine. Ho sempre cercato però di confrontarmi con i miei concittadini per spiegare le ragioni degli insuccessi e per rallegrarmi con loro dei successi ottenuti”. Penso che sia la persona che potrà dare molto a Sasso Marconi, con l'aiuto di tutti i cittadini che amano il paese e vogliono collaborare per farlo fiorire.

Cesare Agostini e Franco Santi e la loro 'bellissima scoperta': la Flaminia Militare

Adriano Simoncini invita oggi, mercoledì 22 maggio, alle 18, al Cinema Teatro Antoniano di Bologna dove verrà proiettato il documentario sulla scoperta nel nostro Appennino della strada romana Flaminia Militare

 

Don Giorgio, un prete indimenticabile.

A lui si deve tanto, persino il recupero della fontana di Sperticano a Marzabotto.



di Gianni Passini 

A don Giorgio Muzzarelli si deve la sistemazione della fontana di Sperticano ( nella foto) , da lui voluta per mantenere la bella e generosa presenza nell'elenco dei beni comuni. Poco tempo prima si provvide alla sistemazione del rettengolo-pista delle bocce e del suo impianto di illuminazione per rendere il piccolo 'centro ricreativo all'aperto' frequentabile al meglio nelle serate estive e per permettere a pensionati e non, piacevoli e ristoratrici partite a bocce.
Don Giorgio ripristinò, con l'aiuto del Comune, anche la fontana davanti alla Chiesa di Sperticano, dedicata a San Tommaso Apostolo. Nell'edificio religioso è sepolto Don Giovanni Fornasini, medaglia d'oro al Valore Militare, trucidato alla fine della 2 guerra mondiale, dietro al cimitero di San Martino a Monte Sole. Tutte le opere parrocchiali che fece Don Giorgio Muzzarelli furono possibili grazie al sostegno importante del Comune di Marzabotto e alla generosità dei parrocchiani che trovarono in lui una capace guida, non solo spirituale. Negli ultimi tempi del suo apostolato si impegnò anche per la sistemazione del Cimitero di Sperticano.
Purtroppo don Giorgio ci ha lasciati nel 2009. Il Comune di Marzabotto, guidato allora dal sindaco Andrea De Maria, ha riconosciuto la sua intensa attività a favore della comunità , con la consegna a al sacerdote delle chiavi della Città, in una cerimonia solenne. Riconoscimento da lui accettato con grande piacere. Ricordo il suo entusiasmo e la sua commozione. Premio giusto e meritatissimo. Sarà difficile per gli abitanti della frazione dimenticare il loro 'don Giorgio'.

martedì 21 maggio 2019

Sasso Marconi. La pista di atletica di Cà de Testi è di nuovo nuova.

E' stata inaugurata oggi, 21 maggio, la pista di atletica del Centro sportivo di via Cà de Testi, a conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria e recupero funzionale che hanno interessato la struttura.

I lavori hanno avuto un costo complessivo di 167.000 Euro, e sono stati realizzati con il contributo della Regione Emilia-Romagna, attraverso un apposito bando per la riqualificazione degli impianti presenti sul territorio regionale. 

Tecnici comunali e al centro la vicesindaco Marilena Lenzi
Gli interventi hanno comportato la sistemazione del manto sintetico e il rifacimento della segnaletica, contribuendo a rinnovare e restituire alla sua piena funzionalità la pista, che le associazioni sportive del territorio utilizzano per le proprie attività agonistiche e che ogni anno ospita meeting di atletica leggera di carattere regionale (come il Memorial "Giacomo Carbonchi") e manifestazioni sportive studentesche.

Ed è proprio nell'ambito di una di queste manifestazioni, "W la Motoria", cui hanno partecipato circa 400 bambini delle scuole elementari del capoluogo, che quest'oggi si è svolto il taglio del nastro alla presenza del sindaco Stefano Mazzetti, di Nancy Tiziana Grande, Dirigente dell'Istituto Comprensivo di Sasso Marconi e del presidente del CSI Sasso Marconi, Luca Borghesani.









A Forlì con il CSI per una escursione nell'arte

Dal CSI Sasso Marconi


Sasso Marconi e la campagna elettorale per le Comunali

Le parentesi nella campagna elettorale hanno i loro lati positivi. 

Elesa Sandri, candidata con la lista civica 'Dimmi' di Marco Mastacchi, nella cantina di Floriano Cinti, all'Isola di San Lorenzo a Sasso Marconi.



Festa di Santa Rita a Sasso Marconi

Le Parrocchie di S.Pietro-S.Lorenzo e l'Associazione Devoti S. Rita di Sasso Marconi informano: 

 

A Casalecchio di Reno Festival di circo contemporaneo con ArterEgo

Gli appuntamenti da oggi,martedì 21, a venerdì 24 maggio

Artisti di fama nazionale e internazionale attendono il pubblico sotto la cupola del teatro-tenda viola e verde allestito nell’area verde di via Cristoni / Nenni angolo Bazzanese, nei pressi della Rotonda Biagi.

Oggi, martedì 21 maggio alle 21, va in scena il "Salt'in Circo Cabaret" di ArterEgo: un varietà frizzante di cabaret circense con tanti personaggi, tra giocoleria, acrobazia, clownerie e musica, che riprende "in grande" gli apprezzati spettacoli del venerdì sera a Spazio Eco e gli altri show che hanno fatto conoscere l'associazione in tutta l'area bolognese.

Domani, mercoledì 22 maggio, sempre alle 21, Inbox è la prima creazione della compagnia Soralino, composta da Clément Malin e Caio Sorana: un giocoliere e un equilibrista alle prese con un mondo di cartoni da impilare e tenere in equilibrio, in una esilarante fatica di Sisifo rappresentata 130 volte in Francia, Italia e altri Paesi e che nel 2015 ha vinto il Festival "Ici et Demain" di Parigi.

Un grande ospite internazionale è di scena giovedì 23 maggio alle 21: il pluripremiato clown argentino Niño Costrini propone Humanus Comicus, una performance energetica e provocatoria nata nel 2008 e che da allora ha coinvolto nella sua parodia del mondo del circo il pubblico di oltre 30 Paesi, attraversandone le differenze linguistiche e culturali con umorismo, acrobazie e una tecnica superba.

La serata di venerdì 24 maggio combina divertimento e solidarietà, ancora alle 21, con il "Gran Cabaret" del Circo Inzir: il collettivo con base casalecchiese, che riunisce artisti di varia provenienza e formazione, propone uno spettacolo ogni volta differente, con l'obiettivo di raccogliere fondi per portare il circo in zone del mondo afflitte da povertà, guerre e sfruttamento, come ha già fatto nei campi profughi del popolo Saharawi (2012), in Messico e Guatemala (2014), Etiopia (2016) e Sud-est asiatico (2018).

Anche nel 2019 "Equilibri" si propone come un festival per tutti: gli spettacoli serali sono a entrata libera e uscita liberamente a cappello. La prenotazione dei posti è però caldamente consigliata (anche per il prossimo intenso week-end di chiusura), esclusivamente telefonando al 370.3214783.

lunedì 20 maggio 2019

I rossoblù sono salvi

Lazio-Bologna 3-3. Posticipo 37/a giornata ricco di gol, festeggiano le due squadre

Mary del bar Mulino ha salutato il fischio dell'arbitro sventolando la sciarpa che da trent'anni l'accompagna nelle tappe della storia 'Bologna F. C.' : bandiera vecchia onor di capitano 



Lazio e Bologna pareggiano 3-3 all' Olimpico nel posticipo della 37/a e penultima giornata di serie A. 
 © ANSAIl punto conquistato consente ai rossoblù di raggiungere la matematica salvezza con un turno di anticipo. Correa apre le marcature al 14' di un primo tempo in cui la sua squadra risulta più pericolosa, ma a inizio ripresa il Bologna ribalta tutto nel giro di un minuto, con Poli al 5' e Destro al 6'. Al 14' Bastos si inventa attaccante e con un tiro a giro in area sigla il 2-2, che però dura poco, visto che al 18' Orsolini riporta gli ospiti avanti siglando il suo ottavo centro in campionato. Non è finita, perchè Milinkovic-Savic su punizione rimette tutto in equilibrio al 35'. Sotto la pioggia, la Lazio può festeggiare con i suoi tifosi il successo in Coppa Italia, il Bologna un traguardo che qualche mese fa sembrava un miraggio.(ANSA)