giovedì 14 novembre 2019

IL PRINCIPATO DI MONGARDINO SI MOBILITA ANCORA UNA VOLTA PRO RICERCA FONDAZIONE FIBROSI CISTICA


di Elisabetta Vaccari 

Il gruppo della chat 'Principato di Mongardino e Colline Marconiane di Sasso Marconi' ha avviato in questi giorni una raccolta di fondi, attraverso l'acquisto di panettoni di Natale, a favore della ricerca contro al fibrosi cistica, una grave malattia genetica che causa il deterioramento progressivo del tessuto polmonare e si stima che colpisce in Italia ogni anno tra i 2500 e i 3000 bambini (circa 200 nuovi casi all'anno).
 
Un'amica del principato ha conosciuto Francesca che è purtroppo vittima di questa malattia e si sta preparando a ricevere il trapianto di quell’organo che la fa tanto “tribolare” il polmone. 
Per poter sostenere questo trapianto è già stata al Policlinico di Milano in luglio, dove a parole di Carmela, la sua mamma guerriera, 'l’hanno rivoltata come un calzino'. Perché Francy deve essere nello stato più opportuno per affrontare il trapianto , ma soprattutto per non avere il rigetto. E qui entra in campo la ricerca, la ricerca di farmaci che sono molto spesso diversi, quasi esclusivi per ogni persona. Così è partito il tam tam della chat e, come già successo a Natale 2018 e a Pasqua di quest'anno per altre iniziative umanitarie, anche grazie alla forza di Maria Cristina Funi e mia, il Principato ha subito risposto alla chiamata e sono cominciate a fioccare le richieste di panettoni 'della solidarietà'.
 
Il Principato quindi si prende a cuore Francy del Mastro, la ns. AMICA, la chiamo così perché da come rispondete ogni volta che vi parlo di lei, credo a ragion veduta che sia già vostra amica.
 
La Fibrosi Cistica purtroppo è una malattia subdola e grave, e lo sa bene Matteo Marzotto , il Presidente della Fondazione, perché sua sorella è morta di questa malattia. Vi dicevo lo sa bene, tanto che il giorno in cui Francesca è rientrata, l’ha chiamata e le ha detto : “Francy TU SEI FORTE”……e Francy lo è. Almeno, lo è stata fino a poco tempo fa, ma ora si è aggravata, tanto che lei e tutta la sua famiglia si trasferiranno a Novara, più vicina a Milano  di Pesaro dove abitano, e sanno già che ci dovranno stare un bel po' perchè c’è la preparazione, l’intervento….ed il post operatorio che, paradossalmente, è il periodo più complicato, perchè devi uscire dalla bolla di vetro e TORNARE A VIVERE. VIVERE…..questa parola così comune a cui molti, troppi, danno poca importanza.
VIVERE BENE e CON DIGNITA’.
 
Io purtroppo l’ho vista quando, nonostante l’ossigeno che si portava dietro, per fare 4 scalini era un problema, ci dovevamo fermare.
 
Quindi il Natale 2019 non sarà uguale a nessun altro Natale, perché, se tutto va bene, sarà il Natale di “TORNO A VIVERE”. E sono riuscita a strappare alla nostra Francy una promessa: non appena starà meglio vogliamo vederci al Ristorante di Cristina, alla Grotta di Mongardino, che è appena stato menzionato nella Guida Michelin. Sono sicura che ce la farà: la sua VOGLIA DI VIVERE, alimentata da TUTTI NOI che aiutiamo la ricerca, fa sì che in Francy cresca la voglia di combattere, lei sa che noi le siamo vicini.

GRAZIE PRINCIPATO sempre solidale sempre con il cuore in mano ed un pensiero a Francy, lei lo sa e lo sente, le dà la forza che le serve, e ringrazia, come Cristina Funi ed io ringraziamo tutti voi.

I PRINCIPATESI si distinguono sempre ! In un pomeriggio hanno raccolto 1500€ tramite la loro chat di whatsapp.
Arrivati a quota 100 panettoni non ci fermiamo e ci sarà tempo fino al 29 novembre per ordinarli, aspettiamo tanti altri ordini per poter dare respiro e un soffio di vita costante alla ricerca per la Fibrosi Cistica.

Al via a Bologna il servizio di Personal Mobility Manger di Lagambiente

Legambiente mette in campo un Personal Mobility Manager gratuito per chi vuole conoscere oggi la mobilità di domani, personalizzata sulle proprie esigenze di spostamento.

Riceviamo:

Dal primo gennaio 2020, a Bologna scatta la nuova ZTL Ambientale: una serie di provvedimenti del Comune di Bologna voluti per migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente, a cominciare dal cuore della città e che prevederanno il progressivo abbandono dei mezzi più inquinanti.

Per non farsi cogliere impreparati e capire come sfruttare al meglio tutte le opportunità già oggi esistenti, soprattutto in tema di trasporto pubblico, Legambiente ha messo in campo uno strumento di consulenza gratuito per aiutare i bolognesi in quella che può essere una vera e propria rivoluzione culturale.
L’utilizzo del
mezzo privato quale unica risposta alle proprie necessità di spostamento è, infatti, spesso legato ad una mera questione di abitudine.
Provare ad
abbandonare l’auto in favore del trasporto pubblico o di altri tipi di mobilità (bicicletta, car sharing, bike sharing), aiuta invece a comprendere i vantaggi ambientali, sociali ed anche economici di un modo di muoversi più “sostenibile”.
Il Comune di Bologna per incentivare questo processo ha messo in campo il cosiddetto “bonus mobilità” previsto per coloro che dovranno restituire il contrassegno ZTL. Un contributo spendibile in mobilità alternativa (per info: www.tper.it/ztlambientale). 
Con questo progetto sarà possibile capire bene come sfruttarlo al meglio.

Cosa è il Personal Mobility Manager?
Abbiamo ideato e messo in campo un servizio di “personal mobility manager”: dicci come ti muovi, e noi costruiremo per te un piano personalizzato di spostamenti senza l’automobile.
Una vera e propria consulenza su misura costruita sui bisogni di mobilità del singolo o della famiglia: abbonamento, citypass, car sharing, bike sharing o magari più strumenti assieme.
La mobilità va facendosi sempre più integrata: con un’auto di car sharing si può raggiungere la fermata d’autobus più comoda o viceversa e magari fare l’ultimo tratto con una bicicletta noleggiabile…
Per poter costruire un piano integrato di mobilità individuale e per conoscere come funziona ogni singolo strumento, tariffe comprese, basta compilare il
QUESTIONARIO ONLINE SULLA MOBILITA’ PERSONALE Come spostarsi quindi in città dopo l’1 gennaio 2020? Compila il nostro questionario e noi creeremo una proposta di mobilità sostenibile personalizzata sulle tue esigenze! I primi 30 che compileranno il questionario potranno avere un mese di prova del bonus mobilità!
UN VOUCHER PER I PIÙ VELOCI E I PIÙ ECOLOGICI

I primi 30 che compileranno tutti i campi del questionario saranno contattati per recarsi presso la Cabina Lame dove riceveranno la proposta di mobilità alternativa elaborata per loro, oltre a un abbonamento al trasporto pubblico di Bologna valido 30 giorni. I titolari di voucher riceveranno inoltre indicazioni su come beneficiare di un rimborso massimo di 75 euro per le spese sostenute nel mese della sperimentazione per l’utilizzo delle ulteriori forme di mobilità previste. Ai partecipanti all’iniziativa verrà richiesto di condividere con un breve report finale il gradimento del test di mobilità alternativa.
Chi compilerà il questionario successivamente ai primi 30 non riceverà il voucher ma otterrà comunque una proposta ritagliata sulle proprie esigenze di mobilità.
UNO SPORTELLO INFORMATIVO
E’ possibile anche
incontrare direttamente il personal Mobility Manager presso il punto Tper di via Marconi 4, all’interno della rinnovata “Cabina Lame”.
Presso lo sportello sarà possibile compilare un questionario assieme a noi, mettendo a fuoco tutti i bisogni per essere poi indirizzati alle soluzioni più adatte ad ogni esigenza.

A QUESTO LINK il calendario delle apertura di Cabina Lame: o nella settimana che termina il 21 novembre




Ripoli ha due nuovi defibrillatori

Domenica scorsa, 10 novembre, sono stati posizionati due defibrillatori nel centro civico di Santa Maria Maddalena ed in via Santa Cristina a Ripoli di San Benedetto Val di Sambro. 
Gli strumenti sono stati acquistati grazie alle risorse messe a disposizione dai gruppi di volontari che in questi anni hanno curato le varie iniziative di valorizzazione di Ripoli, quali Borghi diVini, rassegna dedicata all'enogastronomia o la Ripoli Trail, manifestazione di corsa competitiva sui sentieri dell'Appennino.

Era presente alla cerimonia di consegna il sindaco di San Benedetto Alessandro Santoni che a nome della collettività ha ringraziato tutte le persone che hanno impegnato ed impegnano molto del loro tempo per iniziative a favore della comunità che si traducono in un beneficio immediato e duraturo come quello della presenza rassicurante dei defibrillatori.

mercoledì 13 novembre 2019

Casalecchio di Reno. Nader Ghazvinizadeh presenta i suoi racconti su una 'Bologna insolita'

Truffa "l'amico" disabile: sequestrati 600mila euro a imprenditore edile




Una Bologna esplorata in modo inedito e autentico quella di Addio Vint (BéBert, 2019), la raccolta di quattro racconti, illustrata da Andrea Bruno, che l'autore Nader Ghazvinizadeh presenterà domani, giovedì 14 novembre alle 18, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno, insieme al giornalista Domenico Segna.
Grazie all'istinto da cartografo dell'autore, Addio Vint illumina aree urbane in penombra con la forza e l'imprevedibilità di un incendio, che da oggetti semplici e abitudinari divampa scegliendo strade arbitrarie, attraverso protagonisti che nascondono esistenze eccezionali e sconcertanti, fino alla destinazione ultima. La raccolta propone un immaginato altro di Bologna, lontano dai suoi brand e luoghi comuni – cultura underground, cibo, turismo – e capace di rivelare una città diversa, inquieta, oscura e reale.

La presentazione è a ingresso libero.


Nader Ghazvinizadeh ( nella foto) è nato nel 1977 a Bologna, e ha vissuto la prima infanzia in Iran prima di essere costretto a trasferirsi in Italia con la famiglia dalla rivoluzione khomeinista. Laureato al DAMS Cinema con una tesi di Antropologia Culturale, è professore di Storia, Letteratura, Geografia e Storia del Cinema presso la Scuola Internazionale Kinder College a Bologna. Vincitore del concorso Iceberg nel 2005, ha pubblicato due libri di poesie, Arte di fare il bagno (Giraldi, 2004) e Metropoli (CFR, 2011), uno di prosa, I Cosmonauti (Pendragon, 2015), e diversi racconti pubblicati in antologie, ha partecipato per numerose edizioni ai Festival della Poesia di Parma e Roma, e ha firmato la sceneggiatura dei due cortometraggi Drobgnac (finalista di Visioni italiane) e Apocalisse in Via Orfeo.




Potrebbe interessarti: http://www.bolognatoday.it/cronaca/truffa-guardia-finanza-sequestro-disabile.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Bologna meteorologica secondo Arpae

Al mattino in pianura tendenza ad attenuazione della nuvolosità, sui rilievi nuvolosità variabile;

nel pomeriggio molto nuvoloso;

dalla sera in pianura molto nuvoloso, sui rilievi molto nuvoloso con piogge deboli.


Temperature minime del mattino comprese tra 1 °C sui rilievi e 4 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 11 °C sui rilievi e 13 °C in pianura.

Velocità massima del vento compresa tra 41 (pianura) e 48 km/h (rilievi).

Sospensione del Consiglio Comunale a Marzabotto, Forza Italia locale solidarizza con Battistini

Riceviamo:

In occasione del dibattito sull’interrogazione presentata dal Consigliere Comunale di Forza Italia Morris Battistini, sui fatti di Bibbiano, il Sindaco di Marzabotto , Valentina Cuppi ha sospeso il consiglio con atto autoritario, in violazione di tutti i principi statutari che regolano l’organo consiliare, togliendo la parola al Consigliere Battistini prima dei tempi di intervento previsti. Al riguardo, nello stigmatizzare il comportamento della Sindaca, ci chiediamo se, la stessa, non ritenga il suo comportamento un atto di stampo fascista, piuttosto che democratico come si definisce.

Mario Pedica ( nella foto in alto)
Commissario Forza Italia Provincia di Bologna


Erika Seta
Apprendo con stupore che il sindaco di Marzabotto reputi un'offesa l'essere definita del Pd. Non può certo reputare offensivo quanto affermato dal Consigliere Battistini e cioè che lei ed il Sindaco di Bibbiano appartengano allo stesso schieramento politico, in quanto, fino a prova contraria, è un fatto oggettivo.
Credo che la decisione di sospendere il Consiglio, privando della parola un Consigliere Comunale durante un suo intervento, sia una lesione gravissima del principio democratico. Al Sindaco sarebbe bastato rispondere al Consigliere invece di cedere alla tentazione di zittire l'opposizione.
Evidentemente questa volta il Sindaco e la sua Giunta non avevano risposte pronte per il Consigliere Battistini e, da veri democratici, hanno ritenuto più utile battere in ritirata ma urlando alla democrazia violata.
Pessimo esempio di assenza di rispetto per le Istituzioni democratiche.

Erika Seta
Consigliere metropolitano gruppo Uniti per l’Alternativa

Allerta per vento sulla montagna emiliana

Nei settori appenninici, in arrivo anche altre piogge intense

 © ANSA

Allerta arancione per vento sulle montagne dell'Emilia, attivata da protezione civile e Arpae regionale, dalle 12 del 13 novembre alla mezzanotte del 15.
    Nella giornata di domani, 14 novembre, si prevede un intenso flusso di correnti sud occidentali sulla regione, con precipitazioni intense ad iniziare dalla tarda serata sulla fascia appenninica del settore centro-occidentale. Le precipitazioni sono previste persistenti e assumeranno carattere di rovescio o temporale. Dalla tarda sera si intensificherà anche il vento da sud-ovest sui settori appenninici con intensità intorno ai 62-74 km/h e temporaneamente superiore sui crinali centro-occidentali. (ANSA)

L'epilogo dell'ultimo Consiglio comunale di Marzabotto infiamma il dibattito politico fino a raggiungere i livelli nazionali

Come era prevedibile il Centro destra di Marzabotto 'torna' sulla chiusura anticipata di ieri sera del Consiglio comunale dopo un aspro confronto.

In un comunicato dal titolo 'LA DEMOCRAZIA DI MARZABOTTO PASSA DALLA CENSURA IN CONSIGLIO COMUNALE', si legge:

"Ci troviamo tristemente a scrivere un'altra pagina nera del confronto politico nella democratica
Marzabotto.
Ieri sera in Consiglio Comunale a seguito di una nostra interrogazione sui tragici fatti di Bibbiano, volta a verificare, chiarire e spergiurare che a Marzabotto non ci fossero eventuali casi o eventuali anomalie in riferimenti ai Servizi Sociali del nostro Comune; vista la risposta dell'Assessore Simona Benassi, le cui affermazioni totalmente fuori luogo e per nulla pertinenti all'oggetto del documento erano semplicemente volte a contrastare le politiche dei partiti di Centro Destra, in particolar modo Fratelli d'Italia e la Presidente Giorgia Meloni, riducendo la questione ad una mera strumentalizzazione di "articoli sensazionistici" dei media; il Gruppo Consiliare di Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega, UDC e Movimento Animalista, non è rimasto inerme all'ascolto di tali accuse e ha motivato convintamente
l'insoddisfazione di detta risposta, sottolineando come la paura e il timore elettorale di questi giorni gli avesse spinti ad un ribaltamento dei fatti quasi come a dire che i brutti e cattivi erano i politici di centro destra e non gli attori dell'inchiesta "Angeli e Demoni" della Val d'Enza, i cui protagonisti risultano ancora oggi agli arresti domiciliari per diversi reati su minori.
Tutto questo oltre che ridicolo ha dell'inverosimile, tanto da spingere il Sindaco ad utilizzare il suo ruolo di Presidente del Consiglio per interrompere l'intervento del Capogruppo di CDX facendolo passare sotto forma di terzo richiamo, che in parole povere altro non era che una censura rispetto alle verità a loro scomode che stavamo raccontando.
Probabilmente ciò che ha fatto innervosire la maggioranza è l'aver sottolineato come tutti loro facesseroparte dello stesso SCHIERAMENTO del Sindaco di Bibbiano, ovvero del PD.
 
La foto incriminata
Non credevamo che palesare la loro natura piddina fosse per loro sinonimo di vergogna e risentimento,
tanto più che per avvalorare quanto sostenevamo abbiamo mostrato la foto del Sindaco in un manifesto
del PD in cui venivano elencati tutti i nuovi Sindaci eletti nell'ultima tornata elettorale (che alleghiamo).
Resta il fatto che pur di non fare l'ennesima pessima figura elettorale davanti alla popolazione è stato
meglio togliere la parola al nostro Capogruppo Battistini e sospendere la seduta nonostante vi fossero
ancora molti punti da discutere di profonda rilevanza come:
- il sostegno al popolo Kurdo
- la solidarietà ai militari colpiti in Iraq e il ricordo dei caduti di Nassirya
- la nostra risoluzione con cui chiedevamo fosse assegnata la cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre
- la discussione della risoluzione del parlamento Europeo sull'equiparazione del Comunismo ad altri regimi totalitari da condannare
Tutto questo è profondamente triste, soprattutto quando avviene all'interno di un Consiglio Comunale che dovrebbe essere l'organo più rappresentativo e democratico di ogni Comune.
Sfruttare il proprio ruolo ai fini politici e partitici è davvero di cattivo gusto.
Rivolgiamo alla Presidente Giorgia Meloni di FdI, tutta la nostra solidarietà per le accuse sostenute ieri sera dal Gruppo MARZABOTTO INSIEME di Valentina Cuppi.
Per queste ragioni il Gruppo Consiliare di CDX annuncia che porterà all'attenzione della Cittadinanza i fatti nel loro complesso con tanto di testi presentanti e di risposte ricevute nel dettaglio in una conferenza stampa che vorremmo iscrivere a calendario per la prossima settimana, presso i nostri uffici in Comune a Marzabotto".

Sono voci di pochi minuti fa che l'argomento sarà oggetto anche di un accenno nell'intervento di Salvini domani alla manifestazione del centrodestra. 


Succede anche questo: Truffa "l'amico" disabile

Sequestrati 600mila euro a imprenditore edile. Gli propose di costruire un garage con un ascensore per poter raggiungere l’auto e senza la carrozzina. Nel corso degli anni, ha visto dilapidare il patrimonio


Ci inviano:


Perquisizione e sequestro preventivo d’urgenza della Guardia di Finanza di Bologna, disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica Elena Caruso, di 600.000 euro nei confronti di C.A., imprenditore edile e rappresentante legale di una società con sede in città.
E' ritenuto responsabile dei reati di circonvenzione di incapace e truffa aggravata commessi ai danni di una persona anziana, ultraottantenne, con disabilità al 100%, costretta in sedia a rotelle fin dall’età di 12 anni.

Cifre lievitate e abuso edilizio

Nel 2010, il costruttore propose all'anziano, al quale era legato da un rapporto di “amicizia fraterna”, di edificare un garage interrato con sopra un immobile collegato con un ascensore interno, per poter raggiungere agevolmente l’auto e senza utilizzare la carrozzina elettrica.
Pensando fosse per il suo bene, il disabile accettò di buon grado, ma, nel corso degli anni, ha visto dilapidare il proprio patrimonio, avendo complessivamente investito nell’opera quasi 700.000 euro, una cifra troppo alta rispetto ai lavori di contratto iniziale (circa 280.000 euro), per giunta mai stati portati a termine, infatti la costruzione dell’autorimessa e dell’immobile è a tutt'oggi “ferma”
L'imprenditore, abusando dello stato di disagio del "suo amico", gli ha fatto firmare diversi contratti e versare  somme di denaro non giustificate dallo stato di avanzamento lavori e nascondendogli l’esito negativo delle pratiche di autorizzazione a costruire e la successiva contestazione di un abuso edilizio, con relativa ordinanza di sospensione dei lavori, da parte del Settore Urbanistica del Comune di Bologna. Dopo le indagini, l'esame della documentazione e dall’analisi dei conti correnti, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bologna hanno ricostruito la condotta truffaldina dell’imprenditore e dato luogo al sequestro.

Ansa aggiunge: 

Raggira amico invalido per 700mila euro.L'inganno iniziato dieci anni fa su costruzione di un garage

Per una decina d'anni ha ingannato un amico di famiglia, approfittando dell'età avanzata e della sua invalidità, e gli ha spillato quasi 700.000 euro per la costruzione di un garage attrezzato per disabili, in realtà mai completato. A scoprire la truffa è stata la Guardia di Finanza di Bologna che ha sequestrato denaro e titoli per 600.000 euro a un imprenditore edile di 47 anni, di origine pugliese e residente a Pianoro, nel Bolognese. L'uomo è indagato per i reati di circonvenzione di incapace e truffa aggravata ai danni di un uomo di 83 anni, rimasto senza parenti stretti e con una disabilità al 100%, costretto in sedia a rotelle da quando aveva 12 anni. Secondo i finanzieri, l'imprenditore e sua sorella erano legati da un rapporto di 'amicizia fraterna' con l'anziano, che li considerava 'la famiglia che da tempo non aveva'.

Burrascoso Consiglio comunale a Marzabotto.

I fatti di Bibbiano hanno messo in onda l'ennesimo scontro al 'vetriolo' fra maggioranza e minoranza a Marzabotto.

Da segnalazione di Dubbio 

Al culmine della replica del capogruppo di Centro destra Morris Battistini alla risposta a una interpellanza del suo gruppo sul tema 'Bibbiano' , il sindaco Valentina Cuppi, dopo il terzo richiamo al capogruppo con ordine, disatteso, di uscire dal Consiglio Comunale, ha sospeso la seduta consiliare, specificando che l'interruzione è una sua facoltà e che ciò ha la finalità di mantenere il dibattito consiliare all'interno del corretto confronto politico.
Il tutto ha avuto inizio con l'esame di una interrogazione della minoranza in cui si chiedeva se a Marzabotto, dopo l'allarme Bibbiano, era stato avviato un controllo sulla linearità dell'operato dei servizi sociali e se c'era sentore di qualche anomalia. Dalla maggioranza il pieno sostegno ai servizi sociali comunali e un 'rimando' al mittente delle critiche liquidate come ' propaganda partitica' e con la precisazione che se i consiglieri interroganti avevano notizia di abusi, l'autorità deputata alla verifica era quella della Magistratura.
Piccata la replica di Battistini che ha sostenuto che l'unica finalità dell'interrogazione era quella di assicurare un comportamento corretto su un tema tanto delicato come quello dell'affidamento di minori, citando anche casi incresciosi e non tralasciando di far notare come la maggioranza che guidava l'amministrazione comunale di Bibbiano è dello stesso orientamento partitico di quella di Marzabotto.
Ciò ha portato il sindaco a intervenire fino a decretare la sospensione della seduta con reazione risentita di Battistini che ha bollato di censura l'intervento del primo cittadino.

Non si sa di precedenti simili nel Comune di Marzabotto e non si sa neppure cosa succederà ora: il tema sarà riportato alla discussione consiliare?

A Casalecchio, proiezione di 'L'inizio della fine delle armi nucleari'

Oggi alle 18, in Casa della Conoscenza, il documentario sul percorso verso la risoluzione ONU

Dal Comune di Casalecchio di Reno

Gli sforzi di istituzioni e società civile che hanno condotto alla votazione, il 7 luglio 2017, del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari ONU da parte di 122 Stati membri sono ricostruiti nel documentario internazionale L'inizio della fine delle armi nucleari (2019 – 56'), diretto da Álvaro Orús e prodotto da Tony Robinson, che sarà possibile vedere, in una delle prime proiezioni in tutta Italia, oggi, mercoledì 13 novembre alle  18, in Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno.
Dopo una breve storia della bomba atomica e dell'attivismo che sin dalla sua invenzione ha lottato per metterla al bando, attraverso le sequenze di 14 interviste, il documentario evidenzia gli sforzi fatti sin dal 2010 per trasformare il trattato per vietare le armi nucleari in legge internazionale, e il ruolo in questo percorso della Campagna Internazionale per Abolire le Armi Nucleari – ICAN, Premio Nobel per la Pace 2017. Le voci di attivisti di spicco di diverse organizzazioni e paesi, oltre al presidente della conferenza ONU di negoziazione, raccontano come la narrazione dominante sulla sicurezza sia stata sfidata, e con successo. Viene inoltre mostrato cosa ogni cittadina e cittadino può fare per aiutare a rendere operativo il divieto, votato dai Paesi che non hanno armi nucleari ma che vivono sotto la loro minaccia ma non dai governi delle potenze nucleari del mondo (né dall'Italia), la cui popolazione rimane più arretrata nella consapevolezza del pericolo per la sopravvivenza della specie umana costituito dalla disponibilità delle armi nucleari.

La proiezione è a ingresso libero


Casalecchio riduce le rette dei nidi dell'infanzia a 191 iscritti su 257

Dal Comune di Casalecchio di Reno
Saranno 191 su 257 le famiglie dei piccoli iscritti ai 6 nidi d’infanzia, 3 a gestione diretta comunale e 3 in convenzione/concessione, che nell'anno educativo 2019/2020 potranno beneficiare dell’abbattimento delle rette.

Con riduzioni del 100% per valori ISEE fino a 5.000 euro (36 famiglie), 75% con ISEE da € 5.000,01 a € 10.000 (38 famiglie), 60% per valori ISEE da € 10.000,01 a € 14.000 (30 famiglie), 55% per valori ISEE da € 14.000,01 a € 18.000 (34 famiglie), 50% per valori ISEE da € 18.000,01 a € 22.000 (18 famiglie), 45% per valori ISEE da € 22.000,01 a € 26.000 (16 famiglie), 10% per valori ISEE da 26.000,01 a 33.500 euro (19 famiglie).

Tutto questo è stato possibile grazie ai 190.118 euro ricevuti dalla Regione Emilia-Romagna attraverso la Misura sperimentale di sostegno economico alle famiglie "Al nido con la Regione" che attribuisce ai comuni - sulla base del numero di iscritti ai nidi - un contributo da destinare all'abbattimento delle rette per famiglie con un ISEE fino a 26.000 euro, ma anche grazie alle risorse stanziate dal bilancio comunale di Casalecchio di Reno che hanno consentito di applicare una riduzione del 10% mensile alle famiglie con ISEE oltre i 26.000 euro fino ai 33.500.

Trovata l'arma per vincere la battaglia contro 'umidità da risalita nelle costruzioni': diagnosi e metodi dalle tecniche invasive al METODO CNT

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio informa:

Nell'ambito della deumidificazione muraria, il nuovo Sistema CNT (Charge Neutralization Technology - Tecnologia a Neutralizzazione di Carica) si propone come la soluzione definitiva all'umidità da risalita capillare, un problema assai frequente nel patrimonio costruito e particolarmente dannoso sia per la salute che nel caso di strutture e beni culturali.
E' stato programmato per domani, giovedì
14 novembre, dalle  9.30 alle 14.30, nel Palazzo Dall’Armi Marescalchi, sede della Soprintendenza Archeologia, un convegno per presentare a professionisti pubblici e privati i risultati delle ricerche pubblicate nel volume “Il risanamento delle murature affette da umidità da risalita capillare: IL METODO CNT”, redatto con fondi dell’Unione Europea e oggetto del prestigioso convegno tenutosi a Matera nell'aprile scorso, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna ospita un incontro tecnico di formazione e condivisione aperto a tutti e dedicato prioritariamente ai funzionari architetti, ingegneri, storici dell'arte, restauratori archeologi e tecnici del MiBACT.

La partecipazione al convegno è gratuita. Iscrivendosi online o inviando la scheda d'iscrizione, si avrà diritto alla prenotazione di un posto riservato fino all'esaurimento dei 90 posti disponibili .Per informazioni: SEGRETERIA CNT-APPS, Tel. 0331 454845 - 328 5881830 - Fax 0331 19868  info@cnt-apps.com

 
L’umidità da risalita capillare costituisce da sempre uno dei problemi che si presentano più frequentemente negli interventi di recupero e/o restauro su immobili e strutture di qualsiasi epoca, in particolar modo nell’edilizia storica.
Data la grande diffusione del problema ed il proliferare di varie tecniche e sistemi rivelatisi solo parzialmente efficaci, vige ancor oggi tra gli addetti ai lavori un diffuso senso di incertezza sull’effettiva valenza di tali tecniche, e ciò anche a causa della perdurante mancanza di una normativa specifica per il settore.
In tale quadro, il presente seminario tecnico si prefigge l’obiettivo di fornire ai partecipanti i riferimenti fondamentali per una corretta progettazione dell’intervento di protezione dall’umidità da risalita ed una scelta consapevole tra le varie soluzioni e/o prodotti attualmente proposti dal mercato.
Vengono quindi analizzate, allo scopo di individuarne pregi e/o carenze, le varie tecniche d’intervento contro l’umidità di risalita, tra cui in particolare il Metodo CNT (tecnologia a neutralizzazione di carica), che ha ottenuto la validazione dei risultati attraverso sperimentazioni condotte in modo indipendente dagli studiosi di varie Università, nell’ambito dello specifico Progetto di Ricerca CNT-APPs.
Oltre ai contenuti formativi di grande interesse, saranno riportate le istanze del Convegno di Matera tenutosi il 4 e il 5 Aprile, che ha creato una nuova visione per la soluzione dei problemi di umidità degli edifici in generale e dell’umidità da risalita in particolare. Verranno inoltre approfonditi i principali case history illustrati nel libro sul Metodo CNT presentato a Matera dai ricercatori dell’università, libro definito dai massimi esperti in materia “una guida indispensabile per la corretta comprensione del fenomeno e della tecnologia CNT, cardini del progetto di risanamento”.
È infine previsto un momento di confronto e dibattito, tra relatori e partecipanti, volto ad approfondire in modo più specifico alcuni aspetti degli argomenti trattati, o a prospettare casi applicativi meritevoli di discussione. I relatori saranno quindi a disposizione per rispondere in modo mirato a tutte le domande e richieste di approfondimento.
Le pubblicazioni scientifiche sul Metodo CNT sono disponibili e liberamente scaricabili sul sito web del Progetto CNT-APPs al seguente indirizzo: http://cnt-apps.com/ricerca/pubblicazioni/
Gli abstract del Convegno di Matera sono scaricabili dal sito web del Progetto di Ricerca CNT-APPs al seguente link: 
http://www.cnt-apps.com/matera-2019_rassegna/
La recensione del libro sul Metodo CNT è scaricabile dal seguente link: 
http://www.cnt-apps.com/libro_cnt/ 
 
PROGRAMMA
Ore 09:30 Apertura desk di registrazione partecipanti
Ore 09:45 
Saluto degli Enti e degli Ordini professionali patrocinanti
Ore 10:00 
Umidità da risalita nelle murature
Fenomeno fisico - Metodi di indagine e diagnosi - Limiti degli interventi tradizionaliOre 10:45 La Tecnologia a Neutralizzazione di Carica CNT
La Tecnologia CNT - Differenze rispetto ai sistemi elettrofisici - ApplicazioniOre 11:30 Coffee breakOre 12:00 Metodo CNT: controllo e verifica prestazionale dell’intervento
Progetto di ricerca inter-universitario CNT-APPs – Monitoraggio, Verifica e Collaudo degli interventi
- Metodi di risanamento combinati - Casi studio
Ore 13:45 Sessione interattiva
Questa sessione è indirizzata a tutti i partecipanti interessati ad approfondire in modo più
specifico alcuni aspetti degli argomenti trattati, o a prospettare casi applicativi riguardanti la
propria attività professionale e meritevoli di discussione. I relatori saranno quindi a disposizione
per rispondere in modo mirato a tutte le domande e richieste di approfondimento.
Ore 14:30 Termine lavori
Nel corso del seminario verranno illustrati casi applicativi della tecnologia CNT documentati da articoli e pubblicazioni scientifiche, tra cui spicca in particolare il Progetto di Ricerca CNT-Apps, condotto dalle Università capofila che hanno deciso di mettere in rete e condividere, nel mondo scientifico e professionale, le conoscenze sulla CNT, considerata come riferimento e best-practice per il comparto della deumidificazione muraria.
 
RELATORI
Dott.ssa Cristina Ambrosini Soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e FerraraDott. Arch. PhD Manlio Montuori Docente Università di Ferrara, già Ricercatore a t.d. in Restauro dell’Unità Operativa “Restauro, Recupero e Multimedia” presso il TekneHub - Tecnopolo dell’Università degli Studi di Ferrara, è docente incaricato presso il Dipartimento di Architettura per gli insegnamenti afferenti al S.S.D. ICAR/19Dott. ing. Michele Rossetto Certificato Qing di 2° livello per la specializzazione di “Esperto in diagnostica delle patologie edili da umidità e in tecnologie e sistemi per la deumidificazione e risanamento delle costruzioni”, Docente corso CasaClima: “Protezione del manufatto edilizio dall’umidità di risalita”
Per informazioni e iscrizioni: SEGRETERIA CNT-APPS
Corso Sempione, 215/B
20025 Legnano (MI) Italia
Tel. 0331 454845 328 5881830 Fax 0331 19868
www.cnt-apps.com  E-mail info@cnt-apps.com
Iscrizione online obbligatoria su 
www.cnt-apps.com/bologna2019/ (in alternativa, seppur sconsigliato, è possibile inviare via e-mail a info@cnt-apps.com la scheda d'iscrizione  debitamente compilata entro la data precedente all’evento)


martedì 12 novembre 2019

Continuano i mercoledì della Rocchetta

Per i ' MERCOLEDÌ DELLA ROCCHETTA' domani mercoledì 13 novembre, alle 21, nella sala dei Novanta della Rocchetta Mattei, Renzo Zagnoni parla sul tema

              'La cristianizzazione:
              pievi cappelle e monasteri'

L'ingresso è libero 
 





Il Centrodestra di Marzabotto propone la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre

Il Capogruppo del Centro Destra di Marzabotto, Morris Battistini ha portato al vaglio del Consiglio comunale un ordine del giorno con cui il suo gruppo consiliare propone il conferimento della Cittadinanza onoraria alla senatrice Segre


Ritengo che un Comune come il nostro debba essere uno tra i primi, ed arriviamo già tardi, a concedere la Cittadinanza Onoraria alla Senatrice Segre,” scrive Battistini.
Marzabotto, luogo di tragici fatti che ha visto durante la seconda guerra mondiale morire civili inermi fra cui donne, anziani e bambini, deve essere da monito al mondo intero circa la testimonianza di ciò che le guerre producono: vittime innocenti,” prosegue ilo capogruppo. “Ci corre l'obbligo, a fronte della memoria che deve sempre rimane viva in ognuno di noi, proporre di concedere la cittadinanza onoraria ad una donna che quei tragici momenti li ha vissuti sulla pelle e che nel corso della vita ha speso il suo tempo nel volerli raccontare, seppur con grande dolore e coraggio,” conclude.


Ecco il testo presentato dal Centro Destra


Oggetto: Risoluzione su Ordine del giorno “ Sostegno e solidarietà alla Senatrice a vita Liliana Segre” e proposta di conferimento della Cittadinanza Onoraria

Premesso che Liliana Segre ( nella foto), nata a Milano in una famiglia ebraica, l’11 Dicembre del 1943, a soli 14 anni venne arrestata, incarcerata e poi trasferita al campo di concentramento di Auschwitz Birkenau, dove rimase prigioniera fino al Maggio del ‘45;

Su 776 bambini italiani deportati nei campi, ne rimasero in vita soltanto 25 e la Segre è una dei sopravvissuti;

Il 19 Gennaio 2018, anno in cui ricadeva l’80° anniversario delle leggi razziali, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in base all’Art.59 della Costituzione, ha nominato Liliana Segre Senatrice a vita “ per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale”;

Da allora ad oggi la Senatrice ha visto aumentare offese e minacce a lei rivolte soprattutto attraverso i social network, al punto che il Prefetto di Milano, Renato Saccone, si è recentemente visto cosretto ad assegnarle una scorta;

Considerato che Liliana Segre e la sua testimonianza sono un prezioso baluardo della memoria storica del nostro paese;
Marzabotto, città di pace, è simbolo di quanto più terrificante sia stato il risultato della seconda guerra mondiale a fronte delle oltre settecento vittime cadute sulla nostra terra e principalmente monte sole;
Durante gli anni bui della guerra, come tutto il resto d’Italia, Marzabotto venne dilaniata dalle tragedie umane dello sterminio del popolo ebraico e dei civili e pagò un altissimo tributo ancora vivo nella memoria di tutti;
Risulta doveroso da parte del popolo marzabottese stringersi accanto alla senatrice Segre alla quale oltre alla nostra stima, al nostro rispetto, deve correre l’obbligo di elogiare la forza e la determinazione con cui oggi porta avanti battagli contro l’antisemitismo;

Tutto ciò premesso, SI IMPEGNA IL SINDACO E IL CONSIGLIO COMUNALE a concedere la cittadinanza onoraria della città di Marzabotto alla Senatrice a vita Liliana Segre

Il mercoledì 13 per Arpae

Al mattino in pianura coperto con pioviggini e banchi di nebbia, sui rilievi molto nuvoloso con banchi di nebbia e piogge deboli;

nel pomeriggio sereno;

dalla sera tendenza ad aumento della nuvolosità.

Temperature minime del mattino comprese tra 6 °C sui rilievi e 9 °C in pianura, massime pomeridiane comprese tra 11 °C sui rilievi e 13 °C in pianura.

Velocità massima del vento compresa tra 30 (rilievi) e 40 km/h (pianura).

A Vergato si insegna come trovare il lavoro.

Riceviamo:


GIORNATA DEL RICORDO DEI CADUTI MILITARI E CIVILI NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI PER LA PACE

Dal Comando Provinciale Carabinieri Bologna


Questa mattina, nel Parco della Montagnola, a Bologna, è stata celebrata la “Giornata del Ricordo dei Caduti Militari e Civili nelle Missioni Internazionali per la Pace” dinanzi alle massime autorità civili e militari, tra cui il Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna e Comandante del Presidio Militare, Generale di Brigata Claudio Domizi, un plotone d’onore interforze e il personale accompagnatore dei Gonfaloni, dei Labari e Associazioni Combattentistiche e d’Arma. La cerimonia è avvenuta presso il monumento commemorativo che il Comune di Bologna volle erigere nel 2004 a memoria dei diciannove caduti, militari e civili, nell’attentato terroristico alla “Base Maestrale”, sede della Multinational Support Unit (MSU) dei Carabinieri, a Nassiriya (Iraq).
Dal 12 settembre 2009, la data celebra anche la “Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace” e rappresenta il riconoscimento del Paese a tutti coloro che hanno onorato con il sacrificio più alto, il nome dell’Italia nel mondo.

Nave italiana attaccata nel Golfo del Messico dai redivivi 'pirati del sud'

Di proprietà della Micoperi, azienda con base a Ravenna

Una nave italiana è stata attaccata stanotte da un gruppo di pirati nel golfo del Messico. Lo riferiscono fonti della Farnesina. L'Unità di Crisi del ministero degli Esteri "segue con la massima attenzione e in raccordo con l'ambasciata d'Italia a Città del Messico".
    Secondo quanto si apprende, due marittimi italiani sono feriti in modo non grave. La nave, Remas, è proprietà della Micoperi, azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell'industria offshore.
    Lo conferma la stessa azienda contattata dall'ANSA.

Anziana senza pensione, i Carabinieri assumono il ruolo di 'bravi nipoti' e le fanno la spesa

Accompagnata anche all'anagrafe: 'Trattata come la loro nonna'

Non riuscendo più a trovare la carta di identità che usava per ritirare la pensione in Posta, un'anziana di 86 anni, residente a Bologna, è andata dai Carabinieri che, in attesa dei nuovi documenti, l'hanno aiutata, accompagnandola e facendole loro la spesa. E' successo a ridosso del Ponte di Ognissanti. A bordo di un taxi, che era stato chiamato da una vicina di casa, l'anziana, è vedova da tempo e che ha perso la figlia lo scorso anno, venerdì 31 ottobre ha raggiunto la stazione Navile. Ai militari, in lacrime, ha raccontato di avere smarrito i documenti e di non riuscire a farsi consegnare la pensione all'ufficio postale. "Appena sono entrata in caserma - ha detto all'ANSA - ho subito trovato persone buone e pronte ad aiutarmi. Due militari, due ragazzi giovani, mi hanno assistita come se fossi la loro nonna. Mi hanno accompagnata negli uffici per rifare i documenti, per chiedere la pensione e mi hanno portata anche al supermercato fare la spesa. Ora sono in attesa della nuova carta di identità". (ANSA)

Sasso Marconi. Incontro con lo scrittore Carlo Monaco

Valentina Galvagni informa:
 
Incontro , giovedì prossimo, 14 novembre, alle 17.30, nella sede del PICCOLO MONDO ANTICO, in Galleria Marconi, con lo scrittore Carlo Monaco, che presenterà i suoi recenti libri.

A Casalecchio di Reno incontro per orientarsi al meglio nella scelta del corso scolastico.

Orientamento scolastico: per una scelta consapevole
Incontro rivolto ai genitori all'interno del Festival della Cultura tecnica

Sostenere le famiglie nella scelta della scuola secondaria di secondo grado orientandosi nella complessa realtà del mondo del lavoro di oggi: questo il tema dell'incontro "Per una scelta consapevole: incontro con le famiglie e le imprese" di oggi, martedì 12 novembre alle 17, presso la Casa della Conoscenza , rivolto ai genitori dei ragazzi e delle ragazze di Casalecchio di Reno e Sasso Marconi che frequentano l'ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado.

L'iniziativa, organizzata dal Comune di Casalecchio di Reno e dall' Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia, vedrà la partecipazione dei referenti per l'orientamento, della Camera di Commercio di Bologna e delle imprese del territorio, e verrà replicato in due date anche in altri territori dell'Unione (sabato 16 novembre a Monteveglio-Valsamoggia per i genitori di Valsamoggia, sabato 23 novembre a Zola Predosa per i genitori di Monte San Pietro e Zola Predosa).
Si approfondiranno il complesso tema dell'orientamento scolastico dal punto di vista psico-pedagogico, la situazione degli sbocchi professionali dopo la scuola, il legame sempre più stretto tra la formazione scolastica e le possibilità di inserimento nelle realtà lavorative del territorio.
La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi inviando una e-mail a linfa@comune.casalecchio.bo.it.

L'iniziativa fa parte della VI edizione del Festival della Cultura Tecnica, che si svolge nei territori della Città Metropolitana dal 17 ottobre al 18 dicembre 2019. La manifestazione è nata nel 2014 per promuovere l'istruzione e la formazione tecnica e scientifica, ma anche per valorizzare l'arte del saper fare e le connessioni tra il fare e il pensare in tutte le possibili declinazioni.
Il focus tematico di quest'anno sarà “Tecnica e genere” e si propone di contrastare gli stereotipi che vogliono le ragazze poco predisposte verso lo studio delle STEM (discipline scientifico – tecnologiche) e meno interessate a intraprendere studi e professioni tecniche. Sono in programma seminari, dimostrazioni, laboratori ed eventi, rivolti a studenti, famiglie, cittadini, imprese ed istituzioni nei diversi Comuni metropolitani. L'iniziativa intende inoltre valorizzare gli indirizzi dell'istruzione e della formazione tecnica e professionale e il loro collegamento al sistema produttivo e sociale territoriale, che può essere elemento per sostenere uno sviluppo che sia insieme economico, sociale e culturale.
Per avere maggiori informazioni e conoscere il programma completo degli appuntamenti è possibile consultare il sito web dedicato: www.festivalculturatecnica.it.