lunedì 10 aprile 2017

Manifestazione pro 'ospedale di Vergato'. Cioni, Uliani, Battistini e Bonifaci: "Una pagina importante per l'Appennino Bolognese".

Riportiamo il comunicato congiunto della Presidente del Comitato Civico di Vergato, Morena Cioni e dei Capigruppo  Uliani, Battistini e Bonifaci delle rispettive liste comunali Noi, Voi, Vergato,  UNITI per CAMBIARE MARZABOTTO e Voltiamo Pagina.


Una pagina importante per l'Appennino Bolognese quella che abbiamo scritto ieri con la MANIFESTAZIONE contro il progetto di riordino ospedaliero dettato dall'azienda USL di Bologna.
Un fiume di gente quello sceso in piazza e per le vie di Vergato che ha visto una partecipazione di oltre 900 persone. "Una Manifestazione senza eguali per la nostra Vallata in tema di Sanità" ha dichiarato Emanuela Cioni, presidente del Comitato Costa di Porretta.
L'evento che è partito pochi minuti dopo il decimo rintocco mattutino ha visto gremire Piazza dei Capitani davanti alla Casa Comunale. Decine i cartelli che sono stati preparati in collaborazione con alcune volontarie fondamentali, sono subito andati a ruba tra la gente che non vedeva l'ora di dimostrare tutto il proprio dissenso contro questa prospettiva di depotenziamento del Presidio Vergatesee non solo.


Ha aperto le "danze" Vittoria Ligorio, cittadina Vergatese che da mesi collabora con il gruppo operativo composto dal Comitato Civico di Vergato e dalle tre liste di Opposizione dei Comuni di Vergato, Marzabotto e Grizzana Morandi (Noi voi Vergato, Uniti per Cambiare Marzabotto e Voltiamo Pagina), la quale ha spiegato i motivi che ci avevano portato a scendere in strada, passando poi la parola a Loris Bonantini, ideatore di una chat di Whatsapp, che seppur nata un po' per gioco e un po' per provocazione ha invece creato un vero movimento a tutela e salvaguardia della sanità in Appennino, del quale lui è partecipe e attivo insieme al Professor Mingarelli che spesso e volentieri ci ha spronato per non "mollare il colpo".

In prima linea i Sindaci che hanno risposto agli inviti (spediti per correttezza a tutti i 12 Sindaci e rispettivi Consigli Comunali del  Distretto Socio Sanitario) pervenuti da più fronti alla partecipazione fra cui quello di Vergato, di Marzabotto, di Grizzana Morandi, di Castel d'Aiano. Partecipazione anche da esponenti della maggioranza dei Comuni di Camugnano, Montese e Zocca. Unico presente invece per la Regione Emilia Romagna è stato il Consigliere Regionale Galeazzo Bignami.

Il corteo che ha preso forma e sfilato egregiamente per le vie di Vergato salendo sulla statale Porrettana con la continua voce di Vittoria che inneggiava insieme alla popolazione slogan simpatici e provocatori a tutela della sanità, è poi terminato davanti all'ingresso principale dell'Ospedale dove ha visto un susseguirsi di interventi volti tutti alla tutela e alla salvaguardia dei due presidi Montani.
Morena Cioni, Presidente del Comitato Civico è subito arrivata al dunque senza troppi giri di parole. Abbiamo chiesto alla gente di scendere in strada per un motivo unico chiaro e ben definito: salvaguardare i presidi ospedalieri della montagna senza alcun trasferimento di nessun reparto e senza alcun tipo di depotenziamento. Condizione inequivocabile che ci vede fermi e non disponibili a rilancio al ribasso o ancor peggio al tentativo di baratto con nessuno. Vergato ha un ospedale che funziona e come tale così deve rimanere.

Parole critiche anche quelle che arrivano dai banchi delle opposizioni che insieme al comitato hanno organizzato la manifestazione.

Il Consigliere Comunale Giuditta Uliani della lista civica Noi Voi Vergato ha chiarito bene che questa è una battaglia che non lascia margini di manovra davanti ad una presa di posizione chiara da parte non solo delle fazioni politiche ma anche di tuta la cittadinanza che appena appreso le linee del piano di riordino non ha avuto problemi a dimostrare il proprio dissenso ponendo come prima pietra di una lunga muraglia la firma nella petizione che la sua lista civica e quelle dei comuni limitrofi hanno lanciato. Petizione che ha raccolto oltre 4000 mila sottoscrizioni e che sui banchi delle istituzioni devono avere un peso decisamente rilevante. Oggi siamo a Vergato perché i primi segnali di depotenziamento citano il nostro come presidio preso di mira, ma domani siamo pronti a scendere nelle piazze di altri comuni quando questo progetto vedrà depotenziare anche altri ospedali. Non accetteremo regali e contentini di comodo, oggi la folla di persone che è qui non avrebbe problemi a seguirci in altre iniziative.
Senza mezzi termini il Capo Gruppo Consigliere Comunale Morris Battistini di UNITI PER CAMBIARE MARZABOTTO che proprio non risparmia nessuno. Oggi ci troviamo a pagare le scelte folli di chi anni addietro scelse di costruire due ospedali a così pochi km di distanza utilizzando 48 milioni di euro dei cittadini e a cui oggi le stesse persone vorrebbero far credere sia più comodo chiudere e tagliare per non sprecare.

L'assessore Venturi, per altro cittadino nativo di Vergato, dovrebbe scendere in piazza e spiegare alla sua gente con quale criterio abbia partorito e avvallato un progetto simile anziché disertare riunioni ed incontri istituzionali come quello organizzato in Città Metropolitana dalla Consigliera metropolitana Marta Evangelisti.
Ai cittadini bisogna parlare chiaro e dire le cose come stanno, senza troppi giri di parole e con meno slogan politici. La sanità è un diritto inviolabile che non può e non deve essere valutato con dei semplici numeri sulla carta. Qui vivono persone e non burattini. Un riferimento anche alla presa di posizione, seppur appena accennata del Sindaco Metropolitano Merola in visita a Marzabotto Giovedì scorso, deve far capire alla Dott.ssa Gibertoni che qualcosa di quanto scrittoe ipotizzato per Vergato e Porretta non va bene proprio bene.
Tuona forte il Consigliere Battistini rivolgendosi ai Sindaci: vi abbiamo dimostrato che non abbiamo paura di portare i cittadini di tutti i Comuni in strada, e oltre alle parole devono susseguire i fatti, che se non arriveranno ci vedranno nuovamente riversarci nelle strade del paese oltreché sui banchi dei Consigli Comunali, chiedendo però una soluzione definitiva anche per voi.
Battistini continua in rappresentanza del Consigliere Bruno Bonifaci della lista civica Voltiamo Pagina di Grizzana Morandi, assente poiché chiamato al lavoro. La sanità in Appennino è anche questo, quando la nostra gente ha bisogno, i nostri infermieri, i nostri medici e gli operatori socio sanitari corrono e fanno di tutto per non far abbassare quello standard qualitativo che ci contraddistingue. Un saluto e un ringraziamento vola anche a tutti quegli infermieri che in quelle ore stavano lavorando all'interno della struttura e a cui anche per loro dobbiamo questa battaglia.
Nessun dissenso a queste paprole arriva da parte dei Sindaci, che anche loro restano fermi sulle loro posizioni critiche verso questo piano di riordino.
Parole di sostegno alla causa quella del Sindaco Gnudi che come portavoce di tutti i Sindaci presenti, critica fermamente questo piano di riordino dicendosi contrario e disposto ad aprire tavoli di confronto per evitare che vengano poste in essere azioni gravi e irrimediabili per gli ospedali della montagna.
Non poteva passare inosservata la presenza del Segretario del Sindacoato della FIALS, Alfredo Sepe, che ha detto di avere dati ufficiali circa le scelte folli previste da questo piano di riordino. Faremo di tutto per evitare che anche l'Ospedale di Vergato venga toccato e che vengano tagliati altri posti letto.
Un intervento importante anche quello di Emanuela Cioni, presidente del Comitato Costa di Porretta, che oltre alle parole di elogio per l'ottima riuscita ha concluso l'intervento con la stretta di mano con la presidente Morena Cioni del Comitato Civico di Vergato su una continua, attenta e proficua collaborazione per il futuro sul tema sanità in appennino.
Altri cittadini sono intervenuti in sostegno e a piena dimostrazione dell'appoggio alla causa, come l'intervento del cittadino Petri, di Don Arrigo e della comunità islamica che nel loro intervento minacciano chiaramente i Sindaci di smettere di votare per quella parte politica che oggi non tutela più i loro diritti alla salute.
Un evento che crediamo assuma una rilevanza di spessore. Un segnale che non può passare inosservato sotto gli occhi di chi oggi detiene la penna per scrivere il nostro futuro in tema di Sanità.
Una dimostrazione di unità, di collaborazione e di solidarietà che dovrà far in modo che i grandi burocratici facciano dietrofront rispetto all'attuazione del DDL Balduzzi nell'Appennino Bolognese.
Un sincero ringraziamento vogliamo però dedicarlo, con tutto il cuore a quegli oltre 900 cittadini scesi con noi ieri per le strade di Vergato che in modo serio, preciso e rispettosi del pensiero di ognuno hanno fatto capire che qui prima di prendere decisioni bisogna passare per il loro e il nostro consenso.

Firmato da:


Morena CIONI - Presidente del Comitato Civico di Vergato

 
Giuditta ULIANI - Consigliere Comunale della lista civica NOI VOI VERGATO

 
Morris BATTISTINI - Consigliere Comunale della lista civica UNITI PER CAMBIARE MARZABOTTO


Bruno Bonifaci - Consigliere Comunale della lista civica VOLTIAMO PAGINA

23 commenti:

Anonimo ha detto...

Un grande Morris non c'è che dire. Un discorso esemplare che ha raccolto il consenso di tutta la popolazione presente oltrechè gli applausi dei Sindaci scesi davanti all'ospedale. Davvero, senza alcun riguardo, un discorso chiaro e senza mezze misure. Dite ciò che vi pare ma questo ragazzo è ciò che in Appennino serviva da un pezzo... Complimenti sinceri e sentiti te li faccio perchè sentivo anche i pareri delle persone mentre parlavi e dopo che hai parlato. bravo Morris, Marzabotto dovrebbe esserti riconoscente.

Anonimo ha detto...

bellissima mattinata e complimenti a Battistini. Un uomo in grado di aver raggruppato nuovamente le forze politiche di opposizoni dei nostri territori sotto un unica voce, la sua. Ho apprezzato molto le tue parole: si capiva benissimo arrivassero dal cuore ancora prima che da uno scritto.
Vai avanti e non aver paura, la cittadinanza ti ha dimostrato che sei stato davvero un ottimo rifeirmento per questa manifestazione. Grazie a te e ai tuoi colleghi per averla organizzata.

Anonimo ha detto...

Complimenti al Sig. Battistini, Bravo.

Anonimo ha detto...

Se le fa e se le canta.
E basta con sti selfie. Sviliscono anche una battaglia sacrosanta come quella contro la chiusura dell'ospedale.

Anonimo ha detto...

Ottima manifestazione. Bravi a tutti gli organizzatori. Battaglia super condivisa! A vergato non si era mai vista una cosa così. il ragazzo intervenuto di marzabotto sublime.

Anonimo ha detto...

Una strumentalizzazione inammissibile da parte del solito Battistini, basta guardare in rete.

Anonimo ha detto...

La sanità non deve essere attaccata da nessun fronte. Grazie per questa giornata. Ottimi tutti gli interventi, confermo che anche a me il ragazzo giovane è piaciuto molto.

Anonimo ha detto...

E bastaaaaaaaaaaa siete sempre dietro a criticare e vendere fumo. Ma quale strumentalizzazione, siete pasanti e logorroici. Questa continua denigrazione a Battistini sarà la vostra più grande pecca al momento giusto. Ma piantatela sempre di dover tacciare gli altri di cose che per anni avete fatto voi. è stata una bella manifestazione, Battistini era fra gli organizzatori come Giuditta e Bonifaci di Grizzana. Prendetene atto, sono stati bravi e capaci. Quindi? Quindi cosa c'è di male. Anzichè blaterare parole al vento, ringraziate chi si sta impegnando affinchè non vi tolgano il diritto alla cura. O dovete perforza anche qin eusto caso portare a termine il compitino del vostropadrone politico? che due scatole oh

Anonimo ha detto...

Ridicoli questi mezzi compagni che nemmeno davanti all'evidenza della capacità di qualcun'altro di ottenere rilievo e consenso su una questione così importante creano caciara senza senso. Battistini ha incassato addirittura il consenso della comunità islamica che a termine del suo intervento gli ha fatto i complimenti. Ma di cosa state parlando?

Anonimo ha detto...

inammisibile è leggere commenti come il tuo che anzichè essere contento dell'ottima riuscita da sbattere in faccia ai grandi burocrati, cerca di sminuire l'avversario politico sempre e comunque.

Anonimo ha detto...

Adesso cerchiamo di razionalizzare scusate. Ma a vergato da quant'è che non si vedeva una manifestazione simile? Rispondetevi, dopo procediamo con la seconda domanda.
Risposto?
Chi ha avuto il coraggio di unirsi per ottenere tutto questo? Rispondetevi.
Risposto?

Complimenti a quattro liste di opposizione che hanno saputo unire dopo oltre 70 anni l'appennino Bolognese. Uliani, Battistini, Bonifaci e Evangelisti.

Tutto il resto è fuffa e chiacchiere cattive e vuote al solo fine di denigrare.
La battaglia sulla sanità è nobile, e il vostro atteggiamento scorretto è becer. Tranquilli la popolazione capiràe la prossima volta si ricorderà di quanto stiate cercando di sminuire tutto e farlo passare sotto tono, al solo fine di buttarla in caciara.
Rosanna

Anonimo ha detto...

Si vede che a una certa e obsoleta congrega di amministratori e relativo gregge, Battistini dà moooolto fastidio.
Quindi rosicano e allora lo criticano per ogni cosa che fa.

Anonimo ha detto...

Brava Giuditta, ottima la scelta degli alleati. Direi quasi furba e astuta. Hai capito bene che argentieri avrebbe pagato poco e hai cercato giustamente, chi nella valle ha riscontro mediatico e politico. Ora che intenderai fare? pensi di continuare da sola o credi che Battistini e Bonifaci non ti servano più? Auspicherei che uno di questi ultimi prendesse posizione in merito a vergato. grazie
Paolo

Anonimo ha detto...

ma la Focci che cavolo e' venuta a farci?

non si sentiva nemmeno il bisogno di vedere bandierine o magliette sponsorizzate.

era una manifestazione di cittadini e non di porta bandiere.

Anonimo ha detto...

Bellissima manifestazione. Ottima idea ben riuscita direi. Complimenti a tutti partendo dalla presidente Cioni finendo per i consiglieri citati in calce.
UN esempio che vergato è presente quando qualcuno tenta di metterci sopra le mani.

Anonimo ha detto...

Dite ciò che volete ma Battistini ha numeri e stoffa per andare avanti. cari politici bolognesi svegliatevi perchè questo consigliere a Marzabotto è seriamente sprecato.

Anonimo ha detto...

ottima manifestazione bravi a tutti, non mollate e teneto duro il pugno senza lasciarne passare nemmeno una!

Anonimo ha detto...

sig. Anonimo nessuno usa nessuno tantomeno Giuditta che è una bravissima ragazza. La scelta di allearsi con Battistini ha portato un ottimo valore su Vergato che come testimoniato da tante persone, sabato mattina ha dato lustro e valore all'attività politica di questi nuovi giovani. Credo che sia sotto gli occhi di tutti il fatto che qualcuno su vergato potrebbe davvero ribaltare le carte in tavola al prossimo giro.
Una vergatese COLTA!

Anonimo ha detto...

Bella manifestazione, speriamo che porti un risultato tangibile per l'Ospedale.
Non riesco a capire però cosa centri l'attacco ad Argentieri, non lo conosco personalmente ma ne sento parlare bene come persona seria e capace, noto che ogni volta che si parla di opposizioni ci sono attacchi ad Argentieri, che le sue capacità diano fastidio a qualcuno?
Penso che sia il caso di mantenere l'unità di tutti per raggiungere risultati importanti.

Anonimo ha detto...

Credo che il valore aggiunto alla manifestazione sia stato dato dai 6 sindaci che hanno aperto il corteo dell'imponente manifestazione, i quattro che si sono mobilitati sin dal primo momento (Vergato,Grizzana Morandi, Marzabotto e Castel d'Aiano) cui si nono aggiunti Montese e Camugnano.
I risultati concreti si realizzano tramite le istituzioni, che in questo caso si sono espresse in piena sintonia con la popolazione.
Il Consiglio Comunale aperto convocato dal Comune di Vergato per Mercoledì 12 aprile presso il cinema dovrebbe formalizzare una presa di posizione netta contro la proposta indecente dell'ASL.
Vedremo come reagiranno i dirigenti della stessa ASL che dovrebbero essere presenti.

Anonimo ha detto...

L'anonimo delle 18.38 ha la coda di paglia. Nessuno ha attaccato Argentieri, bensì si sono fatte valutazioni nel merito delle alleanza prese. Certamente Battistin ha un valore sia politico che di conoscenza superiore di gran lunga adl bravo Argentieri Junior. Con questo si voleva solo evindeziare come anche a livello mediatico sia stato scelto il cavallo al momento vincente per l'unione Reno. Tutto qui.
Nonc redo che fra i banchi delle opposizoni marzabottesi dia fatidio una figura come quella di Giuseppe.
Piuttosto è più facile che anche il figliol prodigo cerchi riparo al fianco dell'Ambasciatore d'europa
Un sostenitore del centro sinistra vergatese!

Anonimo ha detto...

Non perdiamo di vista l'importanza dell'obbiettivo che è la Sanità in montagna .la manifestazione è stata organizzata da un comitato Civico in collaborazione con tre liste civiche ,la politica deve essere lasciata fuori , l'ospedale non ha colore ,i cittadini hanno partecipato numeri proprio perché la manifestazione non aveva appartenenze politiche non buttiamo via una giornata storica come questa attaccando o elogiando i politici che hanno partecipato ..hanno fatto solo il loro dovere come cittadini ..che la manifestazione sia stata trasversale lo dimostra il fatto che anche la comunità mussulmana ha partecipato attivamente alla marcia pro ospedale .

Anonimo ha detto...

la risposta non m'interessa!