domenica 23 aprile 2017

I redditi dichiarati nei comuni della città metropolitana nel 2015. Reddito medio più alto del 21% rispetto alla media nazionale. San Lazzaro il comune più 'ricco'.

Sollecitato da Marco

Quali sono i redditi dichiarati dai bolognesi? Quali sono i comuni più ricchi del territorio metropolitano? E come si posiziona Bologna metropolitana rispetto al resto del Paese?
A queste domande risponde il
Report “Redditi 2015” - elaborato nell'ambito di un Accordo di collaborazione istituzionale fra Città metropolitana e Comune di Bologna in tema di statistica e ricerche demografiche, sociali ed economiche che analizza i dati delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (Irpef) diffusi annualmente dal Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) - Dipartimento delle Finanze.
Le dichiarazioni prese in esame sono quelle presentate dalle persone fisiche nel 2016 con riferimento all’anno di imposta 2015.

L'analisi delle dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti residenti o aventi domicilio fiscale nei comuni della città metropolitana di Bologna per il 2015 evidenzia
760.946 contribuenti, 18,9 miliardi di euro di reddito complessivo dichiarato e 24.793 euro di reddito complessivo medio per contribuente.
La percentuale dei contribuenti sulla popolazione residente (75,7%) si conferma più elevata nell’area metropolitana bolognese rispetto alla Regione Emilia-Romagna (74,7%), e soprattutto alla media nazionale (67,2%).

Il reddito complessivo medio per contribuente nell’area metropolitana bolognese è pari a
24.793 euro, più alto del 10,3% rispetto al dato dell'Emilia-Romagna (22.470 euro) e del 21,4% rispetto al reddito medio nazionale (20.431 euro).

A livello metropolitano, l’analisi dei dati per comune conferma l’addensamento dei redditi medi più alti nell’ambito centrale dell’area – il capoluogo e i comuni di prima corona, in particolare collinare –, già riscontrato nel 2014.
Il
reddito medio più alto (28.111) si registra come nel 2014 nel comune di San Lazzaro di Savena; il reddito più basso (19.386) si riscontra invece nel comune di Borgo Tossignano (escludendo Castel d'Aiano, Camugnano e Castel del Rio, per i quali alcuni dati non sono disponibili).

Nell’area metropolitana bolognese la maggioranza dei contribuenti dichiara
tra 15.000 e 26.000 euro.

Il 6% dei contribuenti più ricchi dichiara il 25% dei redditi totali.

L’80% del reddito deriva da lavoro dipendente (50% del reddito complessivo) o da pensione (quasi il 30%). Il reddito da lavoro autonomo e quello di spettanza degli imprenditori pesano complessivamente per un altro 9% circa.
Nell’area metropolitana bolognese le imposte nazionali e locali ammontano a 4,1 miliardi:
- 3,7 miliardi di euro di imposta netta dovuta (3,6 mld nel 2014);
- 281,8 milioni di euro di addizionale regionale totale (275,3 ml nel 2014);
- 121,4 milioni di euro di addizionale comunale totale (108,6 ml nel 2014);
- il carico fiscale medio per contribuente, inclusi coloro che presentano una imposta netta nulla, (imposta netta + addizionali) è di 5.422 euro (5.288 euro nel 2014).

Maggiori dettagli in: 


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Gli stipendi pubblici e le pensioni sono "partite di giro", questi bilanci sono aria fritta, le uniche cose reali sono l'insaziabilità fiscale di banchieri e politici e la remissività pecorina del popolo.

Anonimo ha detto...

soprattutto l'ultima che hai detto.

alla fine la colpa è la loro che continuano a farsi infinocchiare.