sabato 22 aprile 2017

Sasso Marconi festeggia la Resistenza con spettacoli e un concerto di Andrea Mingardi.

Il comune di Sasso Marconi informa: 

Per celebrare l'anniversario della Liberazione, l'Amministrazione comunale, in collaborazione con ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), gruppo25aprile e altre associazioni del territorio, ha predisposto un ricco calendario-eventi, che comprende appuntamenti istituzionali, momenti di spettacolo e approfondimento storico/culturale.

Domani, DOMENICA 23 APRILE appuntamento alle 18 nella Sala 'Renato Giorgi' con "Uno era come dire sette, sette era come dire uno", spettacolo liberamente tratto dal libro "I miei sette figli", di Alcide Cervi. Uno spettacolo in cui la storia dei Cervi, famiglia di Gattatico (RE) dai forti orientamenti antifascisti e protagonista della Resistenza, rivive attraverso le letture del gruppo "Legg'Io". 


Si prosegue LUNEDÌ 24 APRILE, nel Teatro comunale, alle 21  , con il concerto 'Solo tu resisti - L'Italia liberata e le sue canzoni', in cui il noto cantautore bolognese Andrea Mingardi interpreta alcuni dei pezzi che hanno fatto la storia della musica leggera italiana degli ultimi sessant'anni.
- Ingresso libero fino ad esaurimento posti.


La giornata di MARTEDÌ 25 APRILE sarà invece dedicata alla celebrazione dell'anniversario della Liberazione. 
Il programma prevede la commemorazione di partigiani e antifascisti caduti per mano dei nazisti (nella mattinata), e un ricco pomeriggio di eventi nella centrale Piazza dei Martiri della Liberazione, con: una staffetta di lettura sui temi della nostra storia recente ed attuale (le letture saranno accompagnate dalle musiche di Maria Silvia Morlino, di Enrico e Gabriele Fava), la consegna ai partigiani delle medaglie coniate dal Governo per il 70° della Liberazione, l’arrivo in piazza delle staffette podistiche e ciclistiche dai luoghi degli eccidi, la deposizione di una corona a ricordo dei nostri Caduti e l’intervento finale di Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della Pace e oratore ufficiale della manifestazione. Completa il programma del pomeriggio una staffetta musicale con musiche e balli popolari a cura dell’associazione “Furlana”.
Le celebrazioni si concludono MERCOLEDÌ 26 APRILE con una serata organizzata dall'associazione "Libertà era restare" e dalla cooperativa sociale "Lo Scoiattolo", dedicata al tema dell'integrazione dei migranti. L'appuntamento è per le 20.30 al Cinema comunale dove è prevista la proiezione di "Un paese di Calabria", docu-film che racconta l'emblematico caso di Riace (RC), paese svuotato dall'emigrazione e tornato ad animarsi dopo aver accolto i migranti sbarcati sulle coste italiane. La proiezione sarà preceduta da un breve dibattito, cui parteciperanno rappresentanti di realtà attive nel settore della solidarietà internazionale; porterà la propria testimonianza una cittadina di Riace.


Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.



1 commento:

Anonimo ha detto...

un ricordo anche per i numerosi giovani che sono arrivati di là dal mare per liberare il nostro paese no, vero?

Grazie a tutti quelli che hanno lottato per la libertà, soprattutto ai soldati alleati.

Lorenzo