sabato 29 aprile 2017

Sasso Marconi. Consiglio comunale animato, finalmente ...

Sfuriata a sorpresa, mercoledì scorso, del sindaco di Sasso Marconi Stefano Mazzetti ( nella foto) nei confronti del consigliere di minoranza Pietro Fortuzzi. Il primo cittadino, con una 'filippica' raccolta in ben tre fogli, ha ribattuto, rincarando la dose, al consigliere che aveva criticato la mancanza di risposte dovute, nei tempi e nella forma previsti dai regolamenti del Consiglio Comunale, alle sue numerose interrogazioni. Fortuzzi non ha mancato di chiamare in causa in questa sua denuncia coloro che hanno il compito, quali dipendenti, di soddisfare le sue richieste.
Il sindaco ha risposto chiarendo che, non solo le prerogative del consigliere sono state rispettate ma, in più occasioni, gli impiegati comunali hanno dovuto fornire la stessa documentazione dato che le interrogazioni erano ripetitive. Ciò ha comportato inaccettabili e insopportabili perdite di tempo e di risorse.
E' parso di capire che a far traboccare il vaso della pazienza sia stata l'ultima interrogazione di Fortuzzi sulla 'Frana di Tignano', dove da pochi giorni sono ripresi i lavori. Fortuzzi chiedeva di essere informato circa l'utilizzo che sarebbe stato fatto della cifra risparmiata per il 'ribasso' d'asta, che ammonta a oltre il 30%.
Dopo essersi tolto i sassolini e 'sassoloni' dalle scarpe, il sindaco ha concluso dicendo che, nel rispetto del regolamento, le risposte alle interrogazioni e la documentazione necessaria sarebbero state inviate via mail e non più in forma cartacea.

Fortuzzi ( nella foto)  si è trovato completamente isolato a sostenere le sue istanze poiché non ha avuto l'appoggio da nessuno dei due gruppi consiliari di minoranza. Ha comunque sottolineato che le sue richieste sono finalizzate a un fattivo controllo della attività amministrativa. Controllo che è al centro del suo incarico politico e per il quale gli elettori lo hanno voluto in consiglio comunale.
Per niente preoccupato, come se la tirata d'orecchi di Mazzetti fosse la prova che sta agendo al meglio, Fortuzzi ha inviato un'altra interrogazione che riportiamo per conoscenza dei lettori.
Avrà un seguito? Staremo a vedere.

Ma in Consiglio Comunale tra i fatti degni di nota ce n'è un altro da segnalare: il 'ritorno ai banchi usuali' dei due gruppi di minoranza. Nel penultimo consiglio comunale, infatti, i quattro consiglieri di minoranza si erano seduti nello stesso banco e avevano concordato le posizioni da tenere nelle singole votazioni. Questo aveva fatto pensare a un ravvicinamento in vista delle prossime amministrative. La convivenza è stata invece breve e il matrimonio è naufragato nel 'giro di un incontro consigliare'. Tutto è tornato alla situazione precedente. Non ci sarà matrimonio, assicurano i ben informati.

Ecco l'interrogazione:

Una seconda interrogazione Fortuzzi l'ha inviata all'Unione dei Comuni: 

 

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Fortuzzi ha proprio stufato...già oltre alle difficoltà che le amministrazioni hanno per scarsità di risorse , ci si aggiunge il tempo da perdere per le sue interrogazioni assurde...

Anonimo ha detto...

Sarà esagerato ma fa il suo lavoro....Per la questione migranti poi è giusto sapere come stanno le cose a Sasso e zone limitrofe....Non è che ci sia tanta informazione!

Anonimo ha detto...

Rimango perplesso sul corretto modo di scrivere. Si scrive consiglio o consilio.
Il testo riporta entrambe le versioni.
Un chiarimento grazie.

Anonimo ha detto...

Leggendo l'articolo del Sig. Fabbriani mi sembra che chi "#vive tra la gente" alla fine parla, parla ma poi non fa nulla. Mentre l'attenzione di tanti si posta su insignificanti discussioni e presunte cambi di seggiole quando SASSO MARCONI è di fatto un DORMITORIO che il nostro FB-Sindaco ha creato con il suo non fare.... tra le altre cose lui scrive sempre "#io ci vivo bene" forse perchè non si vede mai !!

Io spero veramente che i cittadini di Sasso abbiano un moto di ORGOGLIO nel non votare più un candidato sostenuto dal PD in quanto alla fine farà sempre e solo ciò che gli dicono dal partito ..

Poi mi aspetto i soliti commenti ma realtà è questa da 50 anni più o meno...

Vergognatevi tutti !!

Anonimo ha detto...

Fortuzzi è l'unico che si distingue dalle pecore rimaste oltretutto con un "pastore senza arte né parte".

Anonimo ha detto...

Errore di battitura: in "consiglio" ci vuole la "g".
È sufficiente o dobbiamo chiedere una consulenza ufficiale all'Accademia della Crusca?

Anonimo ha detto...

Fortuzzi continua cosi' a chiedere informazioni : i cittadini apprezzano, nonostante io sia uno che non ti ha dato il voto.

Anonimo ha detto...

Buongiorno ai Cittadini che leggono e leggeranno queste righe.Come già accennato in precedenza
noi di Sasso Libera non avevamo concordato nessuna votazione,pensare a un RIavvicinamento è escluso visto che non c'è stato nessun AVvicinamento.Di "naufragato" non c'è nessun matrimonio visto che non c'è mai stato e quindi è impossibile che naufragasse, a proposito del non appoggio al Consigliere Fortuzzi,non ci è mai stato chiesto ne proposto nonostante il mio invito allo stesso Consigliere di incontrarci . L'invito non ha mai avuto nessun seguito ne risposta. Gli unici interrogativi che ha fatto a noi Di SASSO LIBERA sono stati per sapere la "fiction dei banchi e degli scranni"e che significato avesse avuto tornare alle posizioni precedenti. alla piccola tempesta che Fortuzzi ha creato tramite il Blog dell'Amico Fabbriani,tempesta in un bicchiere vuoto.... mala tempora currunt.un abbracio caro Pietro.............ermanno Montanari
è stata una tempesta in un bicchiere vuoto......mala tempora currunt....un abbraccio caro Pietro . Ermanno Montanari

Ghino ha detto...

Se qualcuno non avesse mai visto Sasso Marconi e valutasse la città in base a molti commenti di questo blog, avrebbe certamente l'impressione che si stia parlando di un paese paragonabile ad uno dell'Aspromonte. Mi chiedo se non siamo di fronte al classico caso del lamento per il brodo troppo grasso. A colui che si cruccia per una gestione politica improduttiva di sviluppo che dura da oltre 50 anni, vorrei chiedere di indicarmi un comune delle stesse dimensioni, non solo della valle del Reno o del Setta, paragonabile allo sviluppo di Sasso Marconi.
Io sono invece convito che siamo di fronte ad una perla invidiabile dove tanti vorrebbero vivere.

Anonimo ha detto...

Quelli dell'Unione come faranno ad individuare chi ha inoltrato l'interrogazione, visto che non vi è traccia del nome di Fortuzzi, nè il Comune da dove proviene?
Non faccio parte della "Crusca" ma mi sembra un errore più grave della g che manca nella parola Consilio:

Anonimo ha detto...

AnoAnonimo del 29 aprile 2017 22:22

I consiglieri dell'Unione sanno leggere, infatti le interrogazioni sono firmate Fortuzzi.
Pare che chi non sa leggere qui sia qualcun altro.