martedì 4 aprile 2017

Italiano, indagato di atti sessuali con minorenne, agli arresti domiciliari.

La Legione Carabinieri Emilia Romagna informa:


I Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 42enne italiano, indagato di atti sessuali con minorenne.

Il provvedimento restrittivo è stato emesso all’esito di un’articolata e complessa attività d’indagine svolta dai Carabinieri della Stazione di Bologna Bertalia, coordinata dal dott. Augusto Borghini Sost. Procuratore della Repubblica di Bologna.

Le indagini svolte, con particolare riferimento all’audizione protetta della 14enne offesa dal reato, confidatasi con persona qualificata di una struttura sanitaria felsinea, hanno consentito di accertare che il compagno della madre aveva abusato di lei in più occasioni, minacciandola che se avesse detto qualcosa a qualcuno le avrebbe fatto del male.

I fatti sarebbero iniziati nel 2012, quando la bambina aveva ancora 10 anni e sarebbero durati, con cadenza settimanale, fino al 2016. Gli atti sessuali avvenivano, soprattutto, quando la donna si allontanava da casa per fare delle commissioni, lasciando la figlia in compagnia dell’uomo. In alcune circostanze, pare che il 42enne, in preda a un impulso sessuale irrefrenabile e sempre più forte, abbia abusato della bambina in presenza della mamma che, pur essendo in casa, non si era accorta di nulla perché era in bagno a farsi una doccia. In un'altra occasione, invece, il soggetto avrebbe approfittato della minore a bordo di un’auto ferma in un parcheggio, in occasione di una vacanza estiva presso la sua regione di origine.

L’indagato, già condannato, con pena sospesa, a otto mesi di reclusione per maltrattamenti in famiglia, è stato definito: “…soggetto dotato di una personalità versata alla sopraffazione nelle relazioni domestiche”. 

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Castrazione chimica per questi schifosi.

Tanto non vanno in galera e lo continueranno a fare.

Anonimo ha detto...

Castrazione chimica !!!! Non c'è altra soluzione

Anonimo ha detto...

Castrazione e messi alla gogna in piazza.
Le nostre istituzioni sono oramai inadeguate ai tempi ed ai soggetti dell'era moderna.

Anonimo ha detto...

Se ho letto bene l'articolo, questo delinquente è stato messo agli arresti domiciliari insieme alla minorenne abusata per anni ? Ha vinto il primo premio !