mercoledì 5 aprile 2017

Frana di Tignano, facciamo due conti con l'assessore Corti.

La frana di Tignano ha i giorni contati. Entro la fine del mese di aprile, assicura l'assessore ai lavori pubblici di Sasso Marconi, Renzo Corti, le ruspe entreranno in azione. L'impresa vincitrice della gara, che è sassese, in 90 giorni dovrà ultimare i lavori e ripristinare la viabilità.

Altra buona notizia, l'intervento costerà 97.240 euro poiché la gara è stata vinta con un ribasso del 31,65 %, rispetto alla spesa preventivata per i lavori stradali e strutturali di 140.000 euro.

Proprio la notizia del contenimento della spesa ha creato diversi interrogativi poiché le stime dei costi dell'intervento ipotizzavano un totale di 240.000 euro ( 200.000 da contributo regionale, 40.000 da bilancio comunale)  e si riteneva anche possibile che la cifra potesse lievitare. Ciò ha sollevato numerose perplessità.

L'ipotesi di spesa di 240.00 euro, “ precisa Corti ( nella foto) , ”comprendeva anche gli oneri di progettazione, circa 40.000 euro, delle indagini geologiche, dei rilievi, degli sfalci, degli imprevisti e dell'IVA. Il ribasso di oltre il 30 % della spesa per il ripristino della carreggiata, ridurrà anche la spesa dell'Iva di una percentuale altrettanto rilevante, per cui il costo finale a carico dell'erario pubblico sarà di poco meno di 188.000 euro comprensivo delle altre voci. Sarà quindi sufficiente il contributo regionale di 200.000 euroe l'intervento non graverà così sulle casse comunali, già piuttosto compresse”.

L'assessore conclude precisando che tutti gli obblighi di verifiche formali e degli atti dopo l'espletamento della gara, non hanno registrato irregolarità. Quindi tutto potrà procedere nei tempi ipotizzati. C'è solo l'incognita del tempo meteorologico che si spera in linea con la stagione primaverile.

Di risolvere e dare ai cittadini una risposta alle perplessità sulla spesa si è fatto carico il consigliere comunale Pietro Fortuzzi che, quale componente del consiglio dell'Unione Reno Lavino Samoggia, con una interrogazione ha chiesto e ottenuto tutta la documentazione relativa alla 'vicenda frana di Tignano'. 
Si aspetta quindi la sua opinione sull'argomento.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

qualcuno ci crede ???

Anonimo ha detto...

Sì c'è un mucchio di gente che ci crede. Perchè mai non ci dovrebbe credere? A meno che non sia iscritta al decadente club dei gufi.

Anonimo ha detto...

E' sempre l'assessore Corti che fa mettere le telecamere eccesso velocità sulla Porrettana ? Sicuramente quelle avranno la priorità sulla frana.

Anonimo ha detto...

Io non ci credo, o meglio ci crederò se vedrò i lavori e sa perchè....troppe promesse mai mantenute, troppo aria fritta da parte di amministratori, non sono iscritto al club dei gufi, ma a quello di chi non crede più ai politici.
Cordiali saluti.