giovedì 3 agosto 2017

Le fiamme divorano l'Appennino.

Giornata di super lavoro quella di ieri, mercoledì 2 agosto, per i Vigili del Fuoco impegnati in Appennino. 

A un primo incendio a Loiano, iniziato intorno a mezzogiorno, con fiamme alte fino a 10 metri che hanno divorato ben 5 ettari di vegetazione boschiva, ne è seguito un secondo alle 18 circa a Grizzana Morandi, poi un terzo a Campeggio di Monghidoro, dove hanno perso la vita anche alcuni cani. Quindi intorno alle 23, le fiamme sono partite a Trasasso di Monzuno: qui, grazie all'immediato allarme e al pronto intervento dei Vigili del Fuoco, è stato possibile contenere l'estensione dell'area bruciata ( poco meno di un ettaro), ma non la violenza dell'incendio. I Vigili hanno prima circoscritto la dorsale della montagna interessata, quindi hanno provveduto a contenere il fuoco piuttosto violento. E' ancora in corso una attività di controllo. Poco dopo Trasasso, il fuoco è iniziato a Rioveggio, ancora in comune di Monzuno. Tutti gli incendi hanno avuto fra i primi soccorritori squadre dei Vigili del Fuoco di Monzuno, ad eccezione di quello di Rioveggio, poiché, essendo tutte impegnate le formazioni monzunesi, hanno dovuto intervenire i Vigili del Fuoco di Castiglione dei Pepoli.

Alla luce di ciò che sta accadendo, prende sempre più corpo l'ipotesi che il tutto sia opera di uno o più piromani. Sono in corso indagini per individuare eventuali responsabili.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Chissà se salteranno fuori informazioni " fantasiose " come i cavi dell'alta tensione che " crollano " improvvisamente a terra !!!! Chi sparge questo tipo di notizie può essere solo uno dei piromani, oppure uno colluso con i piromani stessi.

Anonimo ha detto...

Chi procura incendi di queste portate in appennino e alri posti come è successo in sicilia, lazio, campania e sardegna sarebbero da bandire non prima di aver tagliato loro le mani. L' odio espresso nei confronti della natura e dell' ambiente circostante, comune a tutti dovrebbe essere punito con l' ergastolo una volta, trovata la responsabilità della persona che guarda caso sono giovani allo sbando e che non hanno nulla da fare e da perdere. E' un vero atto crimanale contro l' umanità.

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe aumentare lo stipendio a tutti i vigili del fuoco..da 1,200 a 2,200 € al mese visto che rischiano la vita tutti i giorni, idem lo stipendio delle forze dell'ordine.

caruso. A

Anonimo ha detto...

Ragusa: pompieri volontari appicavano incendi x percepire compensi 1 arresto e 14 denunce. (Dalla repubblica quotidiano).

Anonimo ha detto...

La polizia di Stato di Ragusa ha smantellato un gruppo criminale composto da 15 volontari dei vigili del fuoco, del distaccamento di Santa Croce Camerina, che appiccava incendi e simulava richieste di soccorso al fine di percepire ingiuste somme di denaro dallo Stato.
La solita scoperta dell'acqua calda. E magari scopriranno anche che ad appiccare il fuoco sono sempre gli stessi che dopo aver guadagnato per spegnere l'incendio poi guadagnano anche per effettuare il rimboschimento! Un'abitudine che nelle regioni del sud va avanti da anni ed anni nell'indifferenza generale!