venerdì 26 febbraio 2016

Unione dell'Appennino bolognese e Unione dell'Alto Reno. In caso di emergenza la protezione civile telefona a casa a tutti i cittadini.



L'Appennino si aggiorna e informatizza un sistema di allarme generale. Per affrontare le emergenze che si dovessero presentare ed essendo fondamentale avvisare i cittadini nel minor tempo possibile, l'Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese ha infatti deciso di attivare un servizio di informazione telefonica, chiamato Alert System , utile per comunicare con la cittadinanza in tempo reale.

Il servizio effettua chiamate a telefoni fissi e a mobili, può produrre anche fax, e-mail, telegrammi e raccomandate, permettendo alle amministrazioni di entrare in contatto con i cittadini in tempi brevissimi e 24 ore su 24.
Tutto ciò è reso possibile da una struttura tecnica distribuita su 26 centrali telefoniche che permette di effettuare oltre 200.000 chiamate ogni ora. Attraverso un'interfaccia web l'operatore di protezione civile disporrà di una serie di liste di cittadini. Queste potranno essere composte da residenti che si sono iscritti sul sito istituzionale, presso gli uffici comunali o che hanno scaricato la APP gratuita 'Alert System' dal proprio store e integrate con i numeri telefonici fissi.
Il sistema permette di registrare un messaggio vocale con l'avviso dell'emergenza in corso e con le prime indicazioni utili sulle attività da svolgere in sicurezza. Il messaggio verrà diramato in pochi minuti. Estremamente preziosa è la possibilità di profilare le liste dei cittadini su base geografica: in questo modo a ricevere l'allerta, se necessario, saranno solamente i residenti nella zona interessata.

Vista l’importanza del tema al servizio hanno aderito anche i comuni dell’Unione dell’Alto Reno (Alto Reno Terme, Lizzano in Belvedere e Camugnano).

I cittadini che lo vorranno potranno scaricare gratuitamente una app per sistemi Apple, Android e Windows dove si potranno consultare aree di emergenza, numeri utili, le reperibilità, le norme di comportamento in caso di frane, alluvioni, incendi, terremoto e le altre informazioni che gli uffici metteranno a disposizione. Chi non volesse o potesse scaricare la app potrà chiamare il numero verde gratuito 800.18.00.28: riceverà un sms con il link per poter visualizzare il contenuto della app sul normale browser del cellulare.
Il “battesimo” del sistema avverrà il 29 febbraio, con la registrazione di una telefonata tramite la quale i cittadini saranno avvisati dell'avvio del servizio sul loro territorio.

Continua così l'impegno dell'Unione dei comuni dell'Appennino bolognese sul tema molto sentito della protezione civile. Impegno che ha portato all'approvazione di piani di protezione civile in tutti e nove i comuni che ne fanno parte e all'attivazione di un sistema cartografico informatizzato comune tra gli enti.



4 commenti:

Gisto ha detto...

Ottima iniziativa,una volta installata,selezionare "Unione Appennino Bolognese" dal menù e immettere il proprio numero di cellulare per l'autenticazione.

Alert System per Android: https://play.google.com/store/apps/details?id=it.comunicaitalia.alertsystem2&hl=it

per Iphone: https://itunes.apple.com/it/app/alert-system/id848921991?mt=8&ign-mpt=uo%3D4

per Windows Phone:https://www.microsoft.com/it-it/store/apps/alertsystem/9wzdncrdjt4j

Anonimo ha detto...

L'unica falla nel sistema è che, come si è già visto più e più volte, in caso di calamità il sistema telefonico è sempre il primo ad andare in default!!

Anonimo ha detto...

Sono a conoscenza che la protezione civile ER si sta attrezzando con ponti radio telefonici mobili che permetteranno a chi gestisce l'emergenza di poter inviare SMS telefonate ecc. alla popolazione della zona a prescindere dall'operatore telefonico dell'utente. Questi ponti sono autonomi e trasportabili.
Saluti

Anonimo ha detto...

vabbè, faranno come quando ti indicano l'uscita di sicurezza sull'aereo; ti senti sicuro finchè non cadi dai ;)