martedì 19 luglio 2011

Nanni ringrazia per i numerosi attestati di partecipazione.


A seguito dal gran numero di commenti di sostegno al geometra Ivano Nanni, riceviamo un suo ringraziamento che pubblichiamo:

Mi è molto difficile esprimere un ringraziamento eccezionale a tutti i cittadini che hanno commentato l'articolo pubblicato su questo blog , perché non riesco a trovare le parole per tutti , quelle che ognuno singolarmente meriterebbe.

In prima battuta vorrei estendere a tutti voi quel ringraziamento che già posi a quel" semplice cittadino" che con il suo toccante commento riuscì a strappare una mia modesta riconoscenza, perché scritta in tempi non sospetti e cioè il giorno prima del processo, che in forma integrale vi riporto:

Anonimo ha detto...

Caro geometra Nanni sei un uomo coraggioso, leale, onesto.
Stai portando avanti le tue battaglie "da solo", a testa alta, con dignita'.
Io, semplice cittadino credendo ancora nella giustizia italiana sono certo che uscirai da tutto cio' come meriti.Io , ripeto sono un semplice cittadino, tu, un grande cittadino....onesto..Grazie per tutto quello che hai dato al nostro paese in tanti anni di lavoro.

12 luglio 2011 16:08

/cp/ps/Mail/Downloader?uid=6401&d=virgilio.it&u=f.fabbriani&contentSeed=d58d100d4223108&pct=105d110d8071d10&c=yes&an=f.fabbriani&l=it&disposition=inline&fp=INBOX&dhid=attachmentDownloader&ai=0

ivano nanni ha detto...

Ho sempre resistito alla tentazione di farmi coinvolgere dalle polemiche sterili e diffamatorie di nota scuola defranceschiniana.Il buon senso mi ha sempre sostenuto nel principio di non esternare mai prima della conoscenza dei fatti.
Oggi, che avrei un motivo in più per dimostrare da che parte sta la verità, tuttavia se interrompo per la prima volta la mia riservatezza, non è certo per unirmi al piccolo coro dei mistificatori di professione, ma è solo ed unicamente perchè non posso non sentire il dovere di ringraziare per primo " quel semplice cittadino"che ha posto il commento datato 12 luglio 2011, a cui vorrei fare sapere che se è stata fatta anche una sola parte di lavoro buono per il paese, è grazie ai numerosi cittadini vergatesi onesti e leali come il citato commentatore, che mi hanno dato lo stimolo e l'aiuto per operare al meglio possibile per il bene della nostra comunità.
Anche se non so chi sei, grazie di cuore per la solidarietà che mi hai dimostrato.
Ivano Nanni

14 luglio 2011 10:58

/cp/ps/Mail/Downloader?uid=6401&d=virgilio.it&u=f.fabbriani&contentSeed=d58d100d4223108&pct=105d110d8071d10&c=yes&an=f.fabbriani&l=it&disposition=inline&fp=INBOX&dhid=attachmentDownloader&ai=0

Ma sono certo che è ancora una piccola cosa rispetto ad una riconoscenza più ampia che Vi devo e che meritate oltre qualsiasi frase di convenienza.

In questo momento il cuore mi suggerisce che la cosa più grande da fare per tutto ciò che avete manifestato è quella di diffondere la vostra voce in tutte le case di Vergato e non solo, affinché qualsiasi cittadino, in modo particolare gli anziani e tutte le famiglie che non avendo ancora dimestichezza con la tecnologia informatica, le ascoltino e vengano a conoscenza di quelle che sono le vere coscienze dei cittadini vergatesi.

Vi prometto che lo farò!!!!

Non mi vengono altre parole , se non quelle di dire che, grazie alle sofferenze ed ingiustizie patite non solo da me ( ma credo anche da voi ) in questi ultimi anni, abbiamo finalmente perforato quel muro di omertà che era stato costruito attorno al Sindaco ed ai suoi sostenitori. Non abbiate paura a continuare sulla vostra strada, a questo punto non potranno più fare nulla di vendicativa reazione di nota memoria. Non ne avrebbero più la forza! Continuate , continuate, continuate che il muro crollerà del tutto.

GRAZIE ancora a tutti voi, anche a quello che scrive in stampatello maiuscolo perché mi dà l'opportunità di dare la corretta informazione, derivante dagli atti processuali e non dalle parole di qualcuno che ha interesse a falsare la verità , circa il riferimento ai 60.000 euro , che ritengo corrispondere a quanto già espresso, non dal sottoscritto , ma da un cittadino a me sconosciuto, attraverso il commento del 27 giugno 2011 che riporto:

Anonimo ha detto...

Sembra che il signor Defranceshi continui ad equivocare artificiosamente la realtà dei fatti. Dalle poche informazioni che si sono evinte da un atto di diffida, già reso pubblico da qualche interessato, che il Geom. Nanni ha notificato al Sindaco, Assessori, Consiglieri e Segretario Comunale in carica dal 2005 al 2009 (ultime due amministrazioni), affinchè ottemperino a quanto stabilito dalla sentenza della Corte dei Conti, secondo cui il Comune (in primis Consiglio, Giunta e Dirigenti Area 3) ha "anche il dovere di recupero delle somme pregresse al fine di azzerare il preteso danno maturatosi nei confronti dell'Amministrazione Comunale", facendo valere necessariamente ed obbligatoriamente il diritto di autotutela nei confronti dei cittadini, attraverso il rimborso delle somme che il Sindaco, chissà per quali ragioni (ma oramai lo sanno tutti che sono solo di carattere personale), ha voluto rivendicare soltanto di recente, pur essendo a conoscenza (visto che è dentro all'amministrazione già dalle ultime tre legislature) che le tariffe che si applicavano erano quelle concordate fin dall'anno 2001.
Da cittadino ritengo che sarebbe stato molto più obiettivo, da parte di un amministratore pubblico quale è il signor Defranceschi, dare più risalto alle maggiori responsabilità attribuite agli amministratori pubblici comunali (evidentemente cane non mangia cane) che non al Geom. Nanni, se la declamata condanna del Geom. Nanni è solo eventuale e discende unicamente dalla denegata mancata ripetizione di quanto dovuto dai singoli contribuenti, azione ripetitoria che evidentemente spetta agli organi elettivi. Sostanzialmente se l'amministrazione avesse fatto o farà quello che le era dovuto (ricorso all'autotutela), non vi sarebbe stato e non vi sarà alcun danno erariale da parte di nessuno dei soggetti interessati.
Inoltre da semplice cittadino concordo con il commentatore anonimo dz, quando sostiene che qualsiasi amministratore pubblico che compie illeciti od abusi amministrativi debba andarsene a casa, ma mi piacerebbe che anch'egli concordasse sul fatto che anche gli amministratori pubblici che risultano indagati (in questo caso per diffamazione come lo è il Defranceschi) vengano sospesi dalle loro funzioni almeno fino alle conclusioni delle indagini od in attesa del giudizio, secondo i principi che sostengono la bandiera del Movimento 5 Stelle per i quali che chi è indagato non debba ricoprire cariche politiche pubbliche.
Per concludere, si ricordi il Defranceschi che il fiume che porta i cadaveri non ha ancora finito di scorrere, quindi rimane molto probabile che ne passeranno altri.
L'antidemagoga

27 giugno 2011 17:13

A ciò posso aggiungere solamente che la Corte dei Conti Conti ha inoltre stabilito che l'Amministrazione Comunale deve necessariamente esercitare il diritto di autotela (cioè recupero delle somme al fine azzerare qualsiasi responsabilità non solo degli Organi elettivi, a cui è stata attribuita la responsabilità di un danno pari a 239.000 euro, ma anche del Geom. Nanni). In caso contrario è di tutta evidenza che il Sindaco, in qualità di Responsabile dell'Amministrazione, incorrerebbe nel grave reato di omissione di atti d'ufficio.

Ivano Nanni

11 commenti:

Anonimo ha detto...

SE NON HO CAPITO MALE LA GIUNTA CON PROPRIA DELIBERA NON INTENDE AUTOTUTELARSI A SUO FAVORE; MA CHIEDERE DIRETTAMENTE A LEI LA RIMANENZA.

QUESTO E' QUELLO CHE HO LETTO SU ALBO PRETORIO ON LINE.
QUI SOTTO I RIFERIMENTI.

2011 611 19/7/2011 3/8/2011 Deliberazione della Giunta Comunale PRESA D'ATTO SENTENZA CORTE DEI CONTI N. 265/2011 E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI
ATTO PDF

Francesco ha detto...

So più leggere che scrivere, non ringraziare noi che forse abbiamo dubitato, ringraziamo noi te che in silenzio hai vinto la tua battaglia, e ci hai dimostrato dove sta il marcio, una volta sono andato in comune , ho chiesto del geometra Nanni e mi hanno detto che eri andato in pensione. Si vergognavano a dirmi che la Focci ti aveva licenziato . A Marzabotto hanno fatto piazza pulita , facciamola pure da noi .Francesco

un amico di infanzia ha detto...

Grazie Ivano per quello che hai fatto uscire, la tua buona fede ha dato luce al fango che allaga Vergato. Un amico di infanzia

Anonimo ha detto...

http://notiziefabbriani.blogspot.com/2011/11/sangueneda-edificazioni-legali-o-no.html

Anonimo ha detto...

http://demetra.regione.emilia-romagna.it/al/monitor.php?vi=att&dl=291ccb01-a4f9-1fd5-6f55-4e76c1112bfa&dl_t=xml&dl_a=y&dl_id=2&pr=allegati,1

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20190D.PDF

la giunta designa il sindaco a resistere al ricorso avverso il llicenziamento del Nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20191D.PDF

soldi impegnati per il ricorso avverso il licenziamento del Nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/20110095G.PDF

questa e' la delibera di incarico al sindaco di resistere. quella di prima e' un impegno di spesa sempre per il ricorso avverso al nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20192D.PDF

impegno di spesa per impugnazione da parte del comune di vergato nella persona del sindaco incaricato dalla giunta della sentenza di assoluzione del Nanni nel procedimento penale

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2012/docs/2011AREA20205D.PDF

impegno di spesa per ricorso avverso del Nanni riguardo licenziamento disciplinare.

Anonimo ha detto...

http://aldemetra.regione.emilia-romagna.it/oggetti/doc/IX/OG2012041405.pdf