mercoledì 13 luglio 2011

Ivano Nanni è innocente, lo ha certificato il giudice.


"Il geometra Ivano Nanni (nella foto) , ex responsabile dell’ufficio tecnico di Vergato, è stato completamente assolto da tutte le imputazioni relative ai presunti abusi di Sanguineda, per le quali il Pubblico Ministero aveva chiesto ben 2 anni di reclusione e le parti civili ingentissimi risarcimenti danni.

Il Tribunale di Bologna, pertanto ha riconosciuto la legittimità del suo operato e la sua completa e totale buona fede." Lo hanno diramato in una nota i legali dell’assolto, Marco Linguerri e Massimo Leone, e i famigliari, in particolare la moglie Roberta

La vicenda riguarda il procedimento penale n. 9273/07 in cui Nanni era imputato di abuso d'ufficio, per aver rilasciato, in ipotesi d'accusa, permessi e certificati in violazione di legge ovvero per aver omesso di fare eseguire le necessarie verifiche e di frode processuale per aver certificato situazioni e attestazioni false al Perito. Tutto in relazione all’ormai molto noto caso ‘ case di Sanguineda’.

“All'Udienza Preliminare,il GIP aveva in un primo tempo restituito gli atti al PM per fare un supplemento istruttorio alla luce del deserto probatorio in atti”, spiegano ancora i legali.

“Successivamente a tale integrazione (svolta dalla Guardia di Finanza di Vergato) è emerso un quadro probatorio molto positivo per Nanni. Nella sostanza anche il Consulente del PM aveva convenuto circa la fondatezza delle ragioni difensive di Nanni.

A quel punto abbiamo optato per il rito abbreviato che è terminato oggi con una sentenza di assoluzione per Nanni, tra l'altro, anche perchè il fatto non sussiste”.

Nanni facendo le sue considerazioni sull’accaduto ha aggiunto piuttosto amareggiato:

"Adesso voglio sapere chi paga? Chi paga i miei danni, morali e materiali, per tutto il calvario che ho dovuto subire per delle accuse che, come ho sempre sostenuto, erano completamente infondate. Ma anche, e soprattutto, chi paga le parcelle per gli avvocati e consulenti che, Comune e Regione, hanno incaricato di costituirsi parte civile nei miei confronti visto che, essendo stato assolto, non tocca a me pagare.

Il mio timore è che, alla fine, il peso di tutto ciò finisca, come sempre, sulle spalle degli abitanti di Vergato e quindi, e sarebbe veramente una beffa, anche sulle mie”.

La moglie Roberta Neri, visibilmente sollevata per la fine di quello che aveva definito, “un incubo per l’accanimento con cui il marito veniva perseguitato”, ha aggiunto “La giustizia esiste e per questo sono certa che chi ha agito con tanta perfidia finirà per pagare.”

51 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Ivano. Finalmente un po' di giustizia. E ora tutti a casa!!!
Stamattina a Vergato non si sentiva il solito " frinire" del grillo, il solito tagliare dell'asino, ma tanti piccoli animaletti tutti con grande coda fra le gambe.
La tua vittoria e' la vittoria di tanti vergatesi.
Grazie..Geom. Ivano Nanni

Anonimo ha detto...

Ho appena letto la notizia.
Complimenti, congratulazioni.
Ivano, da rossi li hai fatti "neri".
Domani saranno nuovamenti rossi ma anche un po' dalla vergogna.
Premettendo che non è giusto, ma se noi vergatesi dovremo pagare le spese giudiziarie lo faremo volentieri perche' "abbiamo vinto"...

Anonimo ha detto...

Sento e voglio pensare che la parte sana del paese cresca pian piano e che combatta proprio come hai fatto tu, continuando sulla strada che tu hai cominciato per rendere giustizia a te e a tutti gli altri come te..
Geom. Nanni, sei grande!!!

Maurizio

Anonimo ha detto...

Stamattina io e un grande gruppo di amici l'abbiamo trascorsa al telefono, grande " bianco" grande Ivano, ed ora li manderete a casa? Gli assessori continueranno a seguire la Sandrocchia?vergogna vergogna!

Antonio ha detto...

La tua vittoria e' la nostra vittoria ... Grazie Geometra Nanni.
Antonio

Anonimo ha detto...

Bianco sono veramente felice per te. Giustizia e' fatta!!
bruno

Anonimo ha detto...

Ho sempre creduto nella tua innocenza, per la mia famiglia hai fatto tanto, e senza mai chiedere nulla, se non una cena in compagnia. Il paese e' con te . Con enorme stima un'amica

Anonimo ha detto...

L’applicazione della legge è soggetta per definizione all’esperienza umana.
Il processo moderno si articola essenzialmente in tre momenti: la notizia criminis, l’indagine per verificarne la fondatezza e, solo eventualmente, il giudizio.
L’errore può trovare spazio in ognuna di queste fasi e, viepiù, vi trova spazio la strumentalità delle recondite ragioni di un nemico, che sa di uccidere nel momento stesso in cui propone una denunzia temeraria. Ma ……………. nessuno tocchi Caino!!

Anonimo ha detto...

SEMPRE CONTENTO CHE LA GIUSTIZIA FACCIA IL SUO CORSO.

PER FESTEGGIARE MAGARI FATE COLLETTA VERSANDO SESSANTAMILAEURO NELLE CASSE DEL COMUNE CHE NEL FRATTEMPO CHIEDE DENARO IN PRESTITO ALLA CDPP ANCHE PER COPRIRE LE BUCHE NELLE STRADE.

Anonimo ha detto...

E' inutile che dopo questa giusta rivincita di Ivano Nanni qualcuno voglia "mascherare" la realtà dei fatti con quei sessantamila euro che un'altra sentenza (questa non di un magistrato penale) avrebbe previsto come sua piccola percentuale di "colpa" per il mancato aggiornamento del costo di costruzione, nascondendo però il fatto (assai più grave) che qualcun altro dovrà rientrare di ben 239.000 euro. Questo "qualcun altro" lo farà ancora a spese di noi cittadini? Tranquillo geometra, sei nel giusto Tu e finalmente qualcuno si sta accorgendo che è stata tutta una messa in scena con fini personalistici e politici. Quelli come Te, caro Nanni, ad un anno dal rinnovo elettorale del 2009 della Sindaca davano troppo fastidio e, secondo la mente malata di quel qualcuno, dovevano essere eliminati dalla piazza, magari anche con disonore.
Coraggio quindi, la battaglia sarà ancora lunga ma vincerai su tutto sapendo che il 90% dei cittadini sono dalla Tua parte.

Anonimo ha detto...

Caro Ivano, ho sempre creduto nella tua onesta', ho tanta rabbia in corpo per quella che è diventata la "nostra" Vergato da quando siamo "tutelati" dal nostro primo cittadino. l'altra sera quando ho letto l'articolo inerente alla tua vittoria ho cantato vittoria. Gli artefici di tanto accanimento hanno avuto quello che si meritavano.. Una bella sconfitta.. Caro Ivano, ti vedo bell'agguerrito so che non ti siederai sulla riva del fiume ad aspettare i cadaveri dei tuoi nemici; "prevedo passeranno presto"..anche perchè la tua innata signorilita' d'animo e il tuo modo di comportarti in questa "brutta faccenda" non e' sicuramente da tutti. Concludo dicendo..ora aiutaci a mandarli a casa.. vogliamo una Vergato pulita e poter non arrossire quando dobbiamo per forza parlare di chi "governa" il nostro comune.. Paolo

Anonimo ha detto...

La vera misura di un uomo non si vede nei suoi momenti
di comodità e convenienza bensì tutte quelle volte
in cui affronta le controversie e le sfide."

"La vigliaccheria chiede: è sicuro?
L'opportunità chiede: è conveniente?
La vana gloria chiede: è popolare?
Ma la coscienza chiede: è giusto?
Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare; ma bisogna prenderla, perché è giusta."

- Martin Luther King -
Caro geometra Nanni Lei ha avuto una coscienza, una dignita', e ora provate anche voi che governate Vergato ad averla.
Alessandra

Claudio Manara ha detto...

Caro Ivano,
sono ormai trent anni che facciamo parte della stessa famiglia e che condividiamo problemi, gioie e dolori che via via la vita ci ha posto di fronte. Fiducia, stima e rispetto sono sempre stati alla base del nostro rapporto. Negli ultimi anni ho condiviso in silenzio lo sgomento e la tristezza che traspariva dai tuoi occhi per le angherie subite, e tutto ciò per rispettare la tua silente e sempre signorile dignità.
Non ho mai nutrito alcun dubbio riguardo la tua buona fede ed onestà.
All’alba del 2012, è possibile che divergenze politiche possano infangare l’onore di una persona?
L’ onore che ci si costruisce con le azioni di una vita te lo possono cancellare in un secondo con delle diffamazioni? No Ivano, Tu sei sempre stato un uomo giusto, di parola, con i valori di un tempo che oramai si stanno perdendo. Tu ben sai che ho sempre creduto in una giustizia divina oltre che terrena, ed entrambe hanno finalmente dato il medesimo responso.
A questo punto, sono voluto uscire dal silenzio, per gridare “Forza Ivano, non mollare!! Chi ti ha fatto tanto male dovrà prima o poi fare i conti con la propria coscienza e non solo”.
Tuo cognato Claudio Manara

Anonimo ha detto...

Caro Ivano, ti conosco da anni e una cosa so di certo, sei una persona buona ed onesta che nel modo più assoluto ha mai cercato di aproffittare per motivi personali della posizione che occupavi all'interno dell'Ufficio Tecnico Comunale.
Chi ha cercato di infangare la tua rispettabilità sono certamente persone che non ti conoscono bene o agiscono in malafede.
Ti hanno attaccato personalmente e professionalmente in modo così volgare perchè non ti sei mai voluto adattare a certi ordini di memoria staliniana che avrebbero preteso che tu dividessi i cittadini vergatesi in buoni (a seconda della tendenza politica...) o in cattivi. Penso che non sia finita qui, immagino che in futuro ne vedremo delle belle! chi pretendeva di annientarti moralmente ora si trova con il ''culo'' sulla graticola!
Ivano sei forte!!!

luciana ha detto...

Ho sempre considerato leggendari non tanto gli eroi di imprese fuori dal comune, ma le persone che, senza clamore e nel silenzio hanno sopportato quello che hai sopportato tu. Caro geometra Nanni hai sempre operato nel nostro comune, con amore passione autentica e non per ambizione o egoismo fini a se stessi. Il tuo ufficio non conosceva colore politico, trattavi tutti con la stessa disponibilita'. A te non e' stato riservato lo stesso trattamento da chi ti governava.
Carissimo Ivano
i valori nei quali hai creduto e secondo i quali hai
sempre operato rispecchiano alla grande le persona
eccezionale che sei. Ti sono vicina, e continua a lottare anche per noi
I miei AUGURI più sinceri...
Luciana

Anonimo ha detto...

Caro geom. Nanni , Lei non ha bisogno di avvocati difensori: il Suo agire quotidiano e la Sua storia umana, sociale sono lì a testimoniare che la menzogna e la violenza inaudita di cui è stato oggetto e' ricaduta su chi si è reso responsabile di tale viltà.
Sono fiero di averla conosciuta ma non sono fiero di aver dato il mio voto alla sig.ra che ora e' nostro primo cittadino. Provo disgusto per chi usa un potere per provare ad abbattere chi è stato, un limpido e giusto lavoratore.
Il Bene non fa rumore, è come l`albero che, silenzioso, cresce, germoglia e dà i suoi frutti.
Ecco, mi piace usare questo sillogismo per descrivere il Suo agire quotidiano: Lei è stato quell`albero , ferora spero non piu' silenzioso che nessuno potrà mai abbattere perchè il Bene non si abbatte!
Con affetto.
Mario

Giovanni Luigi Paolo ha detto...

E' vergognoso il prolungato silenzio da parte dell'esecutivo dell'Amministrazione comunale,a distanza di due giorni dal fallito tentativo di fare condannare il Geom. Nanni, dopo 39 anni di meritevole servizio reso alla comunità pubblica vergatese,
Possiamo comprendere il Sindaco, che visibilmente accecato dall'odio personale, in questo momento, non si trova in grado nè di intendere nè di volere. Ma è assai più difficile comprendere i componenti della Giunta, i quali da onesti cittadini che hanno conosciuto il Geom. Nanni e da egli hanno ricevuto (è sotto gli occhi di tutti) solo del bene per sè stessi e per i loro familiari, non si sono neppure degnati di chiedere le scuse pubbliche per le angherie e i danni morali e materiali che, volontariamente o involontariamente, gli hanno procurato.
Hanno preferito svendere la loro dignità, la loro coscienza, la loro onestà intellettuale e morale per un misero gettone garantito di circa euro 500 al mese.
Vergogna, vergogna, vergogna !!!!!!!!!!
Giovanni, Luigi, Paolo

Il berretto di carta ha detto...

Io non ho tanta cultura, ho sempre lavorato come muratore , stasera mio figlio mi ha detto papa' vieni a leggere cosa scrivono sul geometra Nanni , ecco io la penso come tutti voi e voglio dire Ivano ti voglio bene, manda a casa il nostro primo cittadino che sta rovinando vergato, poi mi hanno detto che non sei andato in pensione ma ti hanno licenziato , che si vergognino. Il berretto di carta

luigi ha detto...

Caro Geom. Nanni la situazione in cui ti sei trovato è un chiaro esempio della discrepanza che esiste tra la verità e quello che viene presentato dagli strumenti mediatici e dall'arroganza di chi puo', solo perchè detiene un mandato avere..in questo caso il nostro primo cittadino. Ma questa discrepanza e arroganza può distruggere l'esistenza ad un essere umano!Questo non è considerato un delitto? Non è considerata un'ingiustizia? Una persona dipinta già come colpevole dai quotidiani, che scrivono per fare notizia, senza scrupoli, senza avere il minimo riguardo per una persona a cui rovinano l'immagine, la carriera e la vita! Ma finalmente la verita'!!! Ivano Nanni, un uomo innocente a cui non e' stata tolta la speranza nei valori in cui credeva e per cui ha vissuto: verità e legalità.

Luigi

piero ha detto...

Caro geometra Nanni, sono rimasto solo allibito, sconcertato, indignato dal comportamento del primo cittadino a cui avevo dato la mia fiducia , il mio voto, questo politicotto massimalista e qualunquista, senza dignità, e mi fermo non vorrei fargli troppi complimenti!?!
Non intendo far polemica politica, ma mi auguro che le persone serie della sinistra prendano le distanze da questa signora..
Auguri di cuore per tutto e mi creda...la sinistra non è tutta cosi'..
Piero

Luciano ha detto...

Caro Geom. Ivano il sig. Mario mi trova pienamente d'accordo sul commento da lui lasciato..
Io,oltre a non sono fiero provo quasi vergogna per aver dato il mio appoggio alla sig.ra Focci...
Continui la sua lotta e in bocca al lupo per tutto
Luciano

Anonimo ha detto...

Grande Ivano a quando una festa in piazza? Un amico da calice ridente

Anonimo ha detto...

PIU' CHE UNA FESTA IN PIAZZA DOBBIAMO APRIRE UNA RACCOLTA FONDI (60.00 EURO) PER PAGARE LA PARTE DI DANNO ERARIALE A CARICO DEL SIG. NANNI.

Anonimo ha detto...

Rispondo a chi scrive in stampatello per distinguersi tra noi anonimi. Intanto mi sembra che ti dia parecchio fastidio che adesso si possa fare festa, visto che posti i commenti sempre dopo altri che chiedono di festeggiare. Poi ti vorrei dire che non sai neanche scrivere perchè ti sei sbagliato cifra e che comunque dimentichi ancora di parlare degli altri 239.000 euro che deve recuperare (o pagare) la tua amica Focci.

Anonimo ha detto...

Lasciatelo perdere, lui non può brindare , lui può solo mandare giu' l' amaro boccone, perdoniamo Caino .

Il figlio del berretto di carta ha detto...

Ehi dico a te , si a te che difendi il duo defranceschi -focci ,perché non ti firmi ? Guarda che ti si aprirebberoun'infinita di successi.

Anonimo ha detto...

Aggiungo un'altra voce al coro GIUSTIZIA E' FATTA.
E' l'ora delle riflessioni....
Non si può dimenticare il sapore amaro che questa storia ha fatto sentire x lungo tempo. L'umiliazione che e' stata inflitta a Ivano ed abitanti! ECOMOSTRI IN APPENNINO... 40 VILLE ABUSIVE! L'invenzione di teoremi diffamatori allo scopo di strappare consenso nell'ignoranza.
E' pero' vero che il gusto dolce di questi giorni e' forte e intenso ed ancora di + nel sapere che la giustizia non e' schiava della politica e da questa non si fa comandare.
Il silenzio degli inquisitori speriamo li riporti al senso civico che li dovrebbe guidare!
GRANDE BIANCO e' bello rivederti sorridere!!!

UMBERTO ha detto...

Non ci sono parole per definire la tristezza dell'invidia e la presunzione del potere!! Ma la verità è e resta sempre una sola e solo con quella si vince nel tempo!! Caro Ivano solo chi non ti conosce può pensare e volere male di te. Ma chi invece ti ha frequentato anche solo per un ora non può che volerti bene! Umanità, esperienza studiata e sudata nel tempo, buon senso e soprattutto disponibilità con TUTTI, hanno portato a questo risultato: l'innocenza vince su tutto!!!!
E con un tecnico di appoggio come Adriano Borri, che mastica le norme come il pane e soprattutto le applica per come stanno scritte, non poteva esserci altro risultato: il trionfo della verità! Il sapore del silenzio dopo questi anni di sofferenza assume un sapore unico e gradevole e oggi, forti dei risultati dei Giudici continuo a stare nel mio silenzio, ma provo una sensazione che non posso dire per non urtare la sensibilità degli impotenti!!!
Vai avanti così.
Il tuo amico Umberto.

Andrea ha detto...

Caro primo cittadino ci tolga da questo imbarazzo e si dimetta.
Se e’ vero che si puo’ sbagliare…Noi abbiamo sbagliato con lei e lei ha commesso piu’ di una “leggerezza”, sintomo del fatto che la cosa pubblica e’ vissuta con superficialita’. Ora ci ascolti, noi le abbiamo dato il nostro consenso.

Focci ora faccia atto di umilta’ e si ritiri
Dimissioni subito (poi i chiarimenti del caso)

Andrea

Anonimo ha detto...

Sono stata vicino all'amico Ivano, ho aspettato in silenzio, anche quando sentivo in paese dubbi e malignità. Ora parlo! Con soddisfazione enorme un uomo onesto è stato RISCATTATO!! Giustizia è fatta!!! Sono amareggiata dal comportamento della giunta comunale, nella quale credevo un minimo di più rispetto all'atteggiamento della Sig.ra Focci, dalla quale non mi sono mai sentita rappresentata, nessuno dei membri ha preso le distanze dalla Sig.ra Focci, nessuno ha fatto scuse pubbliche. Per essere bravi amministratori e politici bisognerebbe avere un pò di umiltà, capire quando è giunto il momento di chiedere "scusa". L'accanimento nei confronti di Ivano è stato ed è tutt'ora assurdo in una logica di potere "stalinista" che nulla a che a vedere con gli onesti cittadini che vivono a Vergato. Mi auguro che questa amministrazione abbia i giorni contati e che il Sindaco con il Sig. De Franceschi possano "imparare" qualcosa da questa storia (ne dubito).
Una parola all'anonimo che scrive sempre e solo due righe senza firmarsi, la invito ad informarsi bene sull'accaduto e a leggere le sentenze che trova anche su internet e faccia le conclusioni dovute!
Stefania Lelli

una donna dello stile "berlinguerniano" ha detto...

Caro Ivano le porgo le mie piu' umili scuse, scuse da donna di sinistra.E ora due parole che sono certa il nostro primo cittadino leggera' sicuramente...Cara "sindaca", almeno ammetta le colpe ed eviti una pagliacciata vergognosa,guardi, non siamo ne perfetti ne perfettibili e nessuno si crede meglio di lei,pero’ quando si e’ alle strette e si e’ dimostrata un assoluta incoerenza e mancanza di onesta’ intellettuale,senza richiamarsi a quella concreta,lei come gli altri suoi seguaci, farebbero bene a cercare di screditarsi evitando stupide e infantili posizioni a cui ci permetta Sig. Sandra ,non credono nemmeno piu’ i fessi.Dire si vergogni e’ poco,non credo sia consapevole della gravita' del fatto,vista la manfrina che continua a fare, Peccato lei sia stato un nostro punto di riferimento a sinistra,quella sinistra che infangate come cani rognosi con questi comportamenti. Licenziare un onesto cittadino dopo anni di serio lavoro solo perchè non professando le sue idee politiche era un "dipendente" che non voleva "dipendere" da lei .. Sandra, ci aspettiamo delle scuse pubbliche, delle scuse al Sig. Nanni, dell’autocritica,lo faccia ,invece di inventarsi scuse infantili!
Lo faccia per chi ha creduto in lei, per chi le ha dato il voto..Io fra tutti questi...
Concludo..Tutta la mia stima..Sig. Nanni. E se per le vie di Vergato le verra' fatta una silenziosa carezza, non si faccia domande, non mi faccia domande.

Anonimo ha detto...

Caro Ivano ho appena finito di leggere tutti i commenti..Ero in vacanza.. Tante persone hanno detto "la loro".. Tanti "vergatesi" hanno espresso solidarieta', giudizi.. Subito, non avendo notato nessuna tua "rispota ho pensato: Come mai? Perchè il geom. Nanni rimane in silenzio? Poi ho capito e ricordando dai tempi dell'univerita' uno scritto ho capito..)Esiste un silenzio assordante denso di tristi significati
Il silenzio di un pianto, il silenzio di un'ingiustizia subita
Il silenzio del piu' nero dolore. Prima, ti sarai sentito solo..che brutta la solitudine!!!
E' come un urlo afono che muore in gola.
L'urlo che non grida mai.
Vita che non vuol vivere
uccisa dal dolore, dal tradimento,
fiducia ferita a morte.. che tace
e ti consuma...
Ma ora che giustizia è fatta
esiste anche un silenzio che è pace
pura armonia,
Ma ora Caro Geom. Nanni urla, gioisci, aiutaci a cambiare qualcosa.. e' questo che attendiamo tutti.
E' questo che attendo.
Quante ingiustizie ha subito mio padre!! Quante lacrime gli ho visto versare!!
Il tuo e' silenzio decoroso ma nessuno ascolta il silenzio..anche una lacrima puo' fare rumore, ma nella mia, anzi nostra Vergato ora piu' che mai abbiamo bisogno di te perchè qualcosa deve cambiare.
Con affetto....

pio de falco ha detto...

Ciao Ivano, come sai, sapendo che il tuo comportamento nei miei confronti è sempre stato chiaro e trasparente, per quanto ho potuto, io ti ho da sempre espresso la mia solidarietà, disponibile anche per eventuali testimonianze a tuo favore, ancor prima che questo indegno procedimento contro di te si concludesse con la tua completa assoluzione.
Io, Berlingueriano prima, Veltroniano poi, liberalsocialista da sempre, nel congratularmi per la tua vittoria, considero il comportamento di questa amministrazione comunale assolutamente negativo. Infatti se posso immaginare che la Regione si sia lasciata convincere da De Franceschi a costituirsi parte civile, senza evidentemente analizzare i fatti e sicuramente senza ascoltare nessuno di noi di Sanguineda se non uno: “il privatizzatore dell’acqua appoggiato da defranceschi” (per chissà quali motivi), non ho mai capito perché il Sindaco si sia costituito parte civile pur conoscendo perfettamente gli atti e pur sapendo, come ha sempre detto a noi abitanti di Sanguineda, che non c’erano abusi edilizi.
Voglio sperare che chi è stato causa di tante infamità e diffamazioni principalmente nei tuoi confronti e indirettamente nei nostri, possa pagarla al giusto prezzo, senza sconti, e che il Sindaco possa finalmente avere un comportamento limpido in primo luogo proprio nei confronti di quegli elettori di sinistra che l’hanno votata e che oggi sono profondamente amareggiati e delusi, spiegando perché non ha preso le difese di noi cittadini e ha di fatto affiancato questi grillini, sempre attivi nel gettare fango contro tutti coloro che non hanno mezzi e media a loro favore per potersi difendere dalle continue calunnie.
Pio de falco, sanguineda

Anonimo ha detto...

Caro geom. Nanni sono qui perche' la tua,diventi la battaglia di tanti "vergatesi" pentiti , come lo sono io di aver dato il voto al nostro primo cittadino
Mi rivolgo a tutti gli oppressi, vessati, dipendenti comunali: cercate di avere pazienza, che qualcosa si sta muovendo... Lentamente, ma qualcosa sta cambiando davvero.
E non per merito o per benevolenza dei nostri aguzzini, ma perché il diritto al lavoro è innanzitutto una conquista. Altro che articolo 1 della carta costituzionale. I avoratori come il geometra Nanni che si è opposto alle continue vessazioni subite, sta creando non poche difficoltà al comune.
Sono consapevole che siamo ancora ben lontani dalla vittoria finale, ma come ho già detto si tratta di una conquista. Ora dobbiamo fare qualcosa, uscire allo scoperto, continuare il lavoro del nostro amico con perseveranza e coraggio.

Il coraggio appunto, una cosa che nessuno può ricevere da altri, ma che deve trovare dentro di sé.
Non basta una tessera sindacale, ma occorre anche il coraggio di dire sempre la propria ragione a chi approffitta di una carica per fare cio' che ha fatto.
Proviamoci e vedremo che ci succederà. Non ci succederà niente, perché quando sbatteremo in faccia al nostro "capo"che non abbiamo più paura, il meccanismo di terrore rosso si incaglia irreparabilmente.
Per quel che riguarda i casi come quello del geom. Nanni, solo l'unità e la solidarietà di tutti noi poteva farvi fronte: è stato un episodio vergognoso e increscioso, c'è da riconoscerlo. Scusa geometra Nanni e grazie per tutto quello che sei stato in comune e per quello che hai dato al paese.
Un anonimo solo, spero per poco

Paolo ha detto...

Geometra Nanni e' un po' che ci penso e ora ho deciso di lasciare un piccolo commento inerente alla sua "storiaccia". Quanta amarezza!! quanto sdegno!La Sig.ra Focci si è preso il potere di arrogare sulla carriera del Geom.Nanni e di licenziarlo. E per che cosa? Ha rubato? Ha omesso o ha corrotto qualcuno? No ha semplicemente fatto il suo lavoro, fatto il suo lavoro senza favoritismi per nessun colore politico..Uno sbaglio enorme!! "Il rosso era sicuramente il preferito al nostro primo cittadino".. così si dovrebbe fare in ogni amministrazione pubblica dove invece il servilismo è di casa. E’ quello che ha fatto il Geometra Nanni responsabile ufficio tecnico. la sig.ra Focci ha emesso un ordinanza dove “ordina" di avviare la procedura per un Procedimento Disciplinare nei confronti dell’Infame….. Nanni Ivano

Questa è la storia assurda di una persona che credeva nella legalità dello stato e per questo lavorava onestamente per rendere sicuramente un buon servizio a un istituzione importante qual'e' il comune, queste storie succedono per colpa di gente che si impadronisce del potere e dispone delle persone come burattini senza fili. La storia del geometra Nanni merita attenzione e rispetto. E ora chiedo a Lei Caro Geometra di aiutarci a mandare a casa il nostro sindaco e la giunta nonché essere con noi nella lotta contro le continue e vessatorie ingiustizie che quotidianamente si compiono in silenzio a danno di gente che fa solo che il suo onesto e serio lavoro.Io su questo non mi arrenderò mai. E questo vale anche per chi leggerà questo commento. Il silenzio è solamente il mezzo per essere definitivamente colpevole e complice di questo stato di cose.
Un cittadino "stanco"
Paolo

Ilaria ha detto...

Carissimo Ivano,
non è tanti anni che ti conosco ma abbastanza per poter dire che sei una persona speciale. Nel tuo lavoro ritengo tu sia stato un tecnico capace e preparato ma soprattutto giusto e corretto con tutti. Forse è proprio questo che non va giu' a certa gente! Il tuo essere disponibile con tutti senza discriminazioni di colore politico. Il male che ti hanno fatto lo conosco troppo bene e con te abbiamo patito e vissuto tutte le umiliazioni. Come tu sai, queste persone hanno fatto tanto male anche a mio padre e alla mia famiglia, ma ti giuro che pagheranno per tutte le lacrime che abbiamo versato ingiustamente.
Avrei tante di quelle cose da urlare che potrei scrivere un libro, anzi un'enciclopedia, ma è meglio che mi fermo, altrimenti queste belle persone fanno come al solito, RITORSIONI PERSONALI. Continua ad andare avanti, a testa alta, come in pochi siete degni di tenerla e con questo messaggio d'affetto che ti lascio spero di dare forza sia a te che a mio padre. Con l'augurio che abbiate ancora voglia di lottare contro questo schifo! VI DICO: NON MOLLATE!
Congratulazioni, con amicizia Ilaria

Anonimo ha detto...

MA GUARDA CHE NON C'E' NIENTE DA FESTEGGIARE NE' IO SONO UNA BANDERUOLA DEL SINDACO VOSTRO PAESANO.

INTANTO I 60.000 EURO (SCONTATI DI 10.000 EURO) SONO SCRITTI DA SENTENZA DELLA CORTE DEI CONTI DI BOLOGNA CON IL NOME DI CHI DEVE RESTITUIRLI. (BASTA NAVIGARE IN INTERNET ALLA BANCA DATI DELLE SENTENZE DELLA CORTE DEI CONTI)

PER I RIMANENTI IL GIUDICE CHE HA EMESSO LA SENTENZA A RIMANDATO IL CARTEGGIO AL PROCURATORE GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI PER UN SUPPLEMENTO DI INDAGINE.

SOLO ALLORA SAPREMO CHI SARA' IL RESPONDABILE PER I SOLDI MANCANTI.

FATTO STA CHE INTANTO PER LE SPESE CORRENTI (PER ESEMPIO L'INUTILE PARCHEGGIO DELLA STAZIONE) IL VOSTRO SINDACO E LA VOSTRA GIUNTA DEVONO ACCENDERE PRESTITI AL CDPP.

A TAL PROPOSITO, DI TANTO IN TANTO ANDATE A CONSULTTARVI LE DELIBERE SU WWW.COMUNE.VERGATO.BO.IT ALLA VOCE ALBO PRETORIO ON LINE.

QUINDI OLTRE AL CAPITALE TUTTI NOI (ANCHE I NON VERGATESI E, PER NON VERGATESI LEGGASI QUELLI CHE RISIEDONO MA NON FANNO PARTE DELLA VOSTRA ELITE) CI SOBBARCHEREMO ANCHE GLI INTERESSI.

PER IL RESTO BEN CONTENTO CHE LA VICENDA PENALE DEL SIG. NANNI SI SIA CONCLUSA A SUO FAVORE.

MA RICORDO: UN CONTO LA VICENDA PERSONALE UN CONTO IL DOVERE DI OGNI PERSONA CHE AMMINISTRA LA COSA PUBBLICA DI FARLO CON LA DOVUTA DILIGENZA.

SALUTI.

Un campanaro ha detto...

Cara SIndaca da questo momento in avanti ,qualsiasi cosa dirai, farai, andrai, noi canteremo : tu sempre pietre in faccia prenderai, e canteremo ancora : sara ' così finche' vivrai!
Grazie Ivano , un campanaro

Anonimo ha detto...

Grazie Sig.ra Focci, ti amiamo, sei il nostro grande sindaco.

Vorremmo essere come te, per vivere nel privilegio assoluto, nel disprezzo totale dei cittadini

Ti ringraziamo per l’amore che dai al paese di Vergato e alla frazione Sanguineda, sotto la tua guida rinato a paese dove vige il rispetto per chi non la pensa come te.

Per questo ti amiamo e per te siamo pronti a fare, se ce lo chiederai, ulteriori sacrifici per ripianare la voragine finanziaria che, non certo per colpa tua, si è spalancata al comune.
Anzi ti siamo tanto grati che vorremmo autotassarci per potere pagare gli avvocati e i debiti che hai contratto per un tuo accanimento personale verso un tuo collaboratore che trovavi scomodo perche' non la pensava come te o come me

La nostra ricompensa sarà quella di poter usare la formula magica che ci renderà invincibili contro ogni avversità: Siamo amici del sindaco…
nessuno potrà toccarci, proprio come te
Alessandra

Anonimo ha detto...

Bellissimo quest'ultimo commento, in questo modo ti amo pure io Sandra , a presto . Ti senti osservata vero quando giri in fretta per Vergato? E ti vergogni vero?

Anonimo ha detto...

il giudice ha certifcato ance dell'altro. Leggetevi la sentenza:

http://notiziefabbriani.blogspot.com/2011/11/sangueneda-edificazioni-legali-o-no.html

Anonimo ha detto...

MANON SO COME FINIRA' LA GIUNTA COMUNALE H DECIO DI IMPUGNAE LA SENTENZA:

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/20110086G.PDF

Anonimo ha detto...

http://demetra.regione.emilia-romagna.it/al/monitor.php?vi=att&dl=291ccb01-a4f9-1fd5-6f55-4e76c1112bfa&dl_t=xml&dl_a=y&dl_id=2&pr=allegati,1

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20190D.PDF

la giunta designa il sindaco a resistere al ricorso avverso il llicenziamento del Nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20191D.PDF

soldi impegnati per il ricorso avverso il licenziamento del Nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/20110095G.PDF

questa e' la delibera di incarico al sindaco di resistere. quella di prima e' un impegno di spesa sempre per il ricorso avverso al nanni

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2011/docs/2011AREA20192D.PDF

impegno di spesa per impugnazione da parte del comune di vergato nella persona del sindaco incaricato dalla giunta della sentenza di assoluzione del Nanni nel procedimento penale

Anonimo ha detto...

http://www.mutinanet.com/albovergato/2012/docs/2011AREA20205D.PDF

impegno di spesa per ricorso avverso del Nanni riguardo licenziamento disciplinare.

Anonimo ha detto...

http://notiziefabbriani.blogspot.it/2011/10/vergato-no-del-consiglio-regionale-alla.html

vedremo poi questi giudici cosa certificheranno

Anonimo ha detto...

altra gatta da pelare

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/emiliaromagna/2012/10/fondi-europei-usati-irregolarmente-per-un-acquedotto.html

Anonimo ha detto...

http://aldemetra.regione.emilia-romagna.it/oggetti/doc/IX/OG2012041405.pdf

istruttiva questa interrogazione.