giovedì 4 maggio 2017

Come nei film, un latitante si nascondeva nel cassetto.



La foto ricostruisce com’è stato trovato il latitante.
I Carabinieri di Bologna hanno eseguito un provvedimento della Corte d’Appello nei confronti di un cinquantenne nato in Svizzera, senza fissa dimora, disoccupato e con precedenti di polizia per maltrattamenti in famiglia. Il soggetto, individuato ieri sera nell’abitazione della compagna, residente nel Quartiere Porto, si è nascosto all’interno di una cassettiera modificata per poter contenere il latitante. La donna, libera professionista italiana di quarantatré anni, è stata denunciata per favoreggiamento personale perché ha tentato di proteggere il compagno dicendo ai Carabinieri che l'uomo non era in casa. Trasferito presso la Casa Circondariale di Bologna, dovrà scontare 4 anni e 2 mesi di reclusione.

Dal Comando Provinciale Carabinieri Bologna

1 commento:

Anonimo ha detto...

La foto e' un mito! Bravi come sempre i carabinieri.