mercoledì 31 maggio 2017

La farmacia comunale di Sasso Marconi aspetta il nuovo gestore.

La farmacia comunale di Sasso Marconi passa di mano. L'amministrazione comunale ha infatti deciso, e il Consiglio comunale ha approvato, di metterne in gara la gestione. Il motivo di tale scelta sarebbe da ricercare nella scarsa 'redditività' del negozio farmaceutico di Largo Cervetta. Ciò sarebbe da addebitare anche ai vincoli cui è soggetta una gestione pubblica, da molti dei quali sarebbero esclusi i privati.


Per quanto riguarda la Farmacia Comunale,' ha spiegato l’assessore alle attività produttive Mirco Turrini, “stiamo per andare a bando con un cambio di modello di gestione passando da quella “diretta” ad una “in concessione”.
Il bando sarà pubblicato a breve e, come deliberato in Consiglio Comunale, sarà di durata trentennale con una base d’asta a 915 mila Euro complessivi (di cui 100 mila all’atto della stipula + un canone concessorio annuale di 27 mila e un canone di locazione di 17 mila all’anno oltre IVA, con piccole maggiorazioni in base al fatturato.
Oltre ad essere una scelta di gestione maggiormente in linea con le esigenze del mercato attuale (con particolare riferimento alla specificità del mercato farmaceutico) l’idea è quella di erogare un servizio più completo. Infatti, in fase di assegnazione, intendiamo valorizzare nel punteggio complessivo la qualità e la quantità dei servizi aggiuntivi proposti all’utenza”.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

La farmacia rendeva poco, non perchè mancassero i clienti, ma perchè c'era poca, ma molto poca voglia di lavorare. Mancanza di gentilezza, mancanza di aggiornamenti professionali; via via tutte in pensione le farmaciste, rinnovamento !

Anonimo ha detto...

Secondo me la scarsa produttività non è dovuta ai vincoli, quanto alla scarsa simpatia che regna nel negozio !!!!
Sembra la farmacia della famiglia Addams

Anonimo ha detto...

condivido il pensiero dei due post precedenti;poca voglia di lavorare. Mancanza di gentilezza,

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno quanto detto nei post precedenti: la scortesia e l aria indispettita che accolgono i clienti nella farmacia invitano alla fuga più che alla accoglienza! Ogni volta pare che si stia andando a disturbare. Senza contare l aria di critica con cui vieni servito.. Provate a andare a comprare preservativi, vi guarderanno con l aria di chi pensa ". Che porco" oh, ma il sesso non è mica illegale!!

Anonimo ha detto...

Quindi non ero l'unico a percepire l'assoluta mancanza di gentilezza delle farmaciste!

Anonimo ha detto...

Mi sono lamentata un sacco di volte con telefonate ,email delle farmaciste, finalmente qualcuno ha capito, era ora

Anonimo ha detto...

Concordo in tutto

Anonimo ha detto...

Basterebbe fare societa con queste farmacista che poveracce beccano stipendi striminziti e il grosso se lo pappano gente che manco lavora. Guardatevi il contratto da schiave che hanno prima di aprire bocca che manco i bidelli