lunedì 1 maggio 2017

Aimi-Bignami: treni regionali più sicuri con telecamere e pulsanti sos. La proposta riprende un'esperienza in Lombardia.

Marco sollecita:

Garantire la sicurezza sui treni regionali prendendo spunto anche dalle iniziative messe in atto in altre regioni. Non solo: identificare e fermare i vandali e i violenti e, se stranieri, ritirare il permesso di soggiorno ed espellerli dal territorio nazionale.

Questo è quanto chiedono i consiglieri di Forza Italia Enrico Aimi Galeazzo Bignami. Lo fanno con un’interrogazione depositata oggi in cui spiegano il motivo delle richieste.
Tutto parte dalle denunce di “numerosi pendolari” che, non solo sono costretti “a viaggiare nell’insicurezza”, ma “spesso devono intervenire per tutelare controllori e capotreno” che rischiano il linciaggio solo per aver “ottemperato al proprio dovere” richiedendo il biglietto.
Per risolvere il problema gli Azzurri guardano a soluzioni adottate fuori regione: “alcune hanno stipulato contratti con le forze dell’ordine- scrivono nell’atto- per garantire la loro presenza a bordo”, altre invece come il servizio ferroviario della Lombardia (Trenord) hanno inaugurato “le carrozze Safe and Quiet on board dove sono presenti una serie di telecamere e di pulsanti di emergenza che il viaggiatore può attivare in caso di necessità”.
Quindi Aimi e Bignami chiedono alla giunta “nel rispetto dell’autonomia regionale nella gestione del trasporto ferroviario locale, se non ritenga opportuno promuovere la diffusione di iniziative come quelle riportate su tutto il territorio e se, ancora, non si ritenga doveroso ed opportuno fermare ed identificare vandali e violenti affinché le autorità competenti possano procedere, se del caso e senza indugio, all’identificazione dei responsabili e, se stranieri, al ritiro dei permessi di soggiorno con immediata espulsione dal territorio nazionale”.
(Tutti gli atti consiliari – dalle interrogazioni alle risoluzioni, ai progetti di legge – sono disponibili on line sul sito dell’Assemblea legislativa al link: http://www.assemblea.emr.it/leggi-e-atti/oggetti-assembleari)


1 commento:

Anonimo ha detto...

In caso di vandali e violenti stranieri il ritiro del permesso di soggiorno e l’immediata espulsione dal territorio nazionale non salvaguarderebbe solo i pendolari italiani, ma anche i pendolari stranieri rispettosi delle regole che sono i più e che ora sono costretti a subire le angherie dei loro connazionali. I comportamenti buonisti e tolleranti e il non ripulire la società da queste mele marce causa danni soprattutto a loro perché questi scarti della società mettono in cattiva luce tutta la comunità.