martedì 17 febbraio 2015

Emergenza neve. Il Sindaco di Sasso Marconi non si accontenta del simbolico risarcimento in bolletta per la mancata erogazione di corrente elettrica e minaccia il ricorso alle vie legali nei confronti di Enel.





È una battaglia di principio e mi metto dalla parte dei cittadini, delle Istituzioni e delle imprese” spiega Stefano Mazzetti (nella foto) , molto critico sin dai primi minuti per la mancanza di comunicazione da parte del gestore di energia elettrica sull’evolvere della situazione blackout.  Ho appreso dalla stampa dell’intenzione di ENEL e Terna di non preventivare alcun risarcimento ai Comuni e di non procedere ad alcun calcolo per rimborsare in modo adeguato cittadini e aziende per i disservizi conseguenti alla nevicata del 6 febbraio. Mi trovo quindi ad esprimere ancora una volta tutto il mio disappunto nei confronti dei vertici dell’azienda elettrica: non posso accettare che un’impresa delle dimensioni di ENEL, con il ruolo nevralgico di gestore dell’energia di una nazione come l’Italia, possa voltare le spalle ai cittadini e alle istituzioni che amministrano il territorio.
Ho già evidenziato la totale incapacità comunicativa del gestore soprattutto nei confronti di quanti - tra sindaci e amministratori - erano in prima linea durante l’emergenza, obbligati anche a sopperire alla mancanza di un call-center efficiente per gli utenti del servizio elettrico, con il delicato compito di relazionarci con i cittadini in difficoltà, senza però avere le informazioni corrette per dare risposte adeguate, sia verbali sia operative.


Mi preoccupa molto il fatto che l’atteggiamento del gestore non sia cambiato dopo questa pessima esperienza: quando si commette un errore è corretto e doveroso chiedere scusa ma anche fare in modo che l’errore diventi un’esperienza formativa attrezzandosi per non ripeterlo. Mi sembra di capire che non ci sia nessuna intenzione di dialogo, mentre il fatto di chiudere la porta ai sindaci e a chi amministra il territorio è esattamente ciò che avrebbero dovuto imparare a non fare mai più.

Questo proprio non lo posso accettare, è una battaglia di principio e mi metto dalla parte dei miei cittadini, delle famiglie che sono rimaste al freddo e al buio per troppo tempo, mi metto dalla parte delle imprese artigiane e delle aziende della ricettività turistica che hanno perso una fetta di business che non verrà minimamente risarcita dal simbolico sconto in bolletta previsto da ENEL.
Mi metto dalla parte di quei Comuni, come il mio, che hanno dovuto affrontare spese impreviste per sistemare famiglie negli alberghi e per allestire centri di accoglienza e assistenza nel pieno di un’emergenza dai connotati oscuri (nel vero senso della parola).

Non intendo continuare a subire questo atteggiamento irresponsabile e irrispettoso nei confronti dei cittadini e dell’Istituzione che rappresento: per questo motivo sto valutando, insieme ad altri colleghi amministratori, di intraprendere le vie legali in tutte le forme possibili perché non può finire così... Chi ha sbagliato deve pagare e chi ha già messo mano al portafogli per un servizio non utilizzato, ovvero i cittadini che pagano le utenze e le tasse, deve essere risarcito per i servizi non utilizzati ma anche per i disagi dovuti alla mancata comunicazione”.

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Giusto cio' che dice il sindaco. Poiché tutta la catena del potere politico comunale,metropolitano,regionale,nazionale e' espressione del suo partito (PD), chieda le immediate dimissioni del vertice dell'Enel.

un superstite ha detto...

oltre al risarcimento da parte di enel se ci sarà cosa che dubito, le dimissione del vertice è dovuto nei confronti di chi è stato per 4 giorni senza corrente elettrica, per chi ha dovuto buttare la riserva di cibo del frizzer che non ha tenuto oltre le 48 ore, per chi ha vissuto nell' ansia nella continua tensione e nell' incertezza di cosa sarebbe successo ancora. Le dimissioni sono dovute anche per quei sindaci del territorio montano, colpito dalla neve che non hanno saputo e provato a dare alcuna informazione ai residenti isolati ( dal telefono acqua e cell) colpiti dalla calamità. Per quei cittadini che sono rimasti più di due giorni senz' acqua come mai nessuno ne parla?

Anonimo ha detto...


per il caso enel sappiamo tutto ma hera' che ha lasciato senz' acqua tantissima gente? e telecom ? tutti gli enti erogatori di servizi sono coinvolti nel disastro neve e non solo enel.

Anonimo ha detto...

http://www.italia.attac.org/joom-attac/granello-di-sabbia/365-articoli-del-granello-di-sabbia/10136-gli-enti-locali-nel-mirino-della-finanza

Anonimo ha detto...

E' UNA BATTAGLIA DI PRINCIPIO? AH AH AH

QUANDO NOI CITTADINI CHIEDIAMO IL NOSTRO AL COMUNE COME CI SENTIAMO RISPONDERE ALLA NOSTRA AFFERMAZIONE "E' UNA QUESTIONE DI PRINCIPIO?" SOLO CHE NOI SIAMO UNO E IL COMUNE (CHI LO AMMINISTRA, AGISCE CON LE SPALLE GROSSE DI UN CAPITOLO DI SPESA APPOSITO PER LE SPESE LEGALI). NOI, SE PER ESEMPIO DOBBIAMO FAR VALERE LE NOSTRE RAGIONI ANCHE SOLO PER UN VERBALE AL CODICE DELLA STRADA COSA ABBIAMO ALLE SPALLE OLTRE LA NOSTRA OMBRA?

Anonimo ha detto...


sindaco mazzetti, i connotati così detti oscuri da parte di enel non sono altro che indifferenza, menefreghismo, irresponsabilità, abbuso di potere o......terrorismo mediatico.

Anonimo ha detto...

Doveva proprio venire una bella nevicata per far sì di sentire che a Sasso abbiamo un sindaco! Non sò cosa riuscirà a portar a casa ma comunque deve battere il ferro finchè è caldo perchè se può passare anche solo poco tempo, tutto finirà come al solito in un pugno di mosche. Auguri !

Anonimo ha detto...

Certo che il sindaco se la deve rifare su ENEL HERA TELECOM ! I cittadini aspettano rimborsi per i danni subiti ! Ma perchè il sindaco poi non cerca di prevenire questi "disastri" annunciati ? E perchè il sindaco non si interessa, per tempo, per esempio a far tagliare le fronde e rami degli alberi delle vie del paese che ormai si appoggiano sui fili della luce ? Aspetta che arrivi un'altra nevicata ?

Anonimo ha detto...

L' azione legale per ottenere risarcimento da parte di enel oppure di hera ha esattamente la stessa probalità di riuscita che avrebbe il tentare di fermare la neve prima che tocchi terra.Per far si che i molteplici suoi sostenitori siano soddisfatti del loro capo,questo sindaco,è capace veramente di adire a vie legali contro questi ODIOSI detentori di monopolio.In fin dei conti che cosa rischia? Se per fortuita casualità dovesse ottenere ragione verrebbe osannato a vita e si vedrebbe dedicata una piazza costruita appositamente. Se dovesse soccombere in giudizio..... beh,niente di catastrofico,in una contesa anche la sconfitta deve essere messa in bilancio.Tanto più che a PAGARNE LE CONSEGUENZE (SOLDONI) sarebbe lo stesso popolo che così si troverebbe cornuto e mazziato.Comunque sia l'importante è credere,poi che sia anche vero è del tutto insignificante!

Anonimo ha detto...

Grande anonimo delle 15.49 odierne, hai centrato in pieno il problema e detto cose davvero sensate. Speriamo che l'interessato o chi per lui abbiano maniera di sapere che i cittadini NON SONO PROPRIO FESSI, ma SOLO TANTO DELUSI.

Anonimo ha detto...

talmente delusi da non drizzare più la testa.
Se non alziamo la schiena carissimi questi qui e non solo faranno il loro di gioco e noi.......paghiamo lo scotto più grande più oneroso quello scotto che dal medioevo ad oggi non è cambiato. Ci hanno dato per poco l' illusione che il ceto medio avrebbe goduto di privilegi per poter vivere dignitosamente per poi toglierci tutto con la scusa della grande crisi. La crisi non esiste o almeno non ci sarebbe stata in italia, se lo scopo non fosse stato quello di togliere ogni possibilità di sopravvivenza a chi lavora ai pensionati ed disoccupati ancor peggio, per l' esistenza, dei ricchi politici, mafiosi, corrotti e ladri.

Anonimo ha detto...

D'accordo delusi, SI' ma anche tanto incazzati. E quando il popolo è sfinito di sentire parlare di corruzione, evasione fiscale, riciclaggio, mafia ecc....., la schiena tutta in una volta gli si drizzerà poi da sola ! E allora speriamo di riconquistare velocemente quello che in tutti questi anni è andato perduto, amministrazione locale compresa !

Anonimo ha detto...

"Chi ha sbagliato deve pagare ...."Il sindaco ha solo minacciato o ha già fatto ricorso alle vie legali a Enel Hera ? E poi diciamo gatto quando sarà nel sacco. E' già scontato il risarcimento in bolletta ? Mi sà di tanto fumo e poco arrosto, vedremo con i fatti quanto riuscirà a portare a casa.

Anonimo ha detto...


Gli italiani s' incazzano ????? gli italiani sono abituati a tenere la schiena piegata e a sopportare, fa parte del loro dna.
E se per disgrazia dovessero rialzare lo sguardo sarà solo x caso. Leggi la storia...... si sono fatti ammazzare perchè incapaci di difendere i propri interessi oltreche la loro persona stessa.

Anonimo ha detto...

Peccato ci siano persone rassegnate come l'anonimo 14,38. Forse è per questo che gli itialiani tengono la schiena piegata.

Anonimo ha detto...

e tu la schiena come la tieni ?? certo che siamo rassegnati, a poco a poco lentamente senza che ce ne accorgessimo ce l' hanno messo per bene a vantaggio della casta imponente e silenziosa che ci sta annientando nella dignità. Togli dignità alla persona ..rimane una larva.

Anonimo ha detto...

Hai ragione, l'essere umano senza dignità diventa una larva e purtroppo le larve sono tante e in continua crescita. Però una volta toccato il fondo,la persona ha anche un cervello, un'anima, un po' d'orgoglio..., si può ribellare, può seguire il suo ideale appoggiando politicamente chi più lo rappresenta. E poi da ultimo rimane sempre comunque la speranza !

Anonimo ha detto...


la politica ? affinchè sono all' opposizione tutto bene, grandi progetti a favore delle persone, grandi ideali e grande tutto quello che vuoi ma poi una volta arrivati alle poltrone, diventano esattamente come quei politici che sono stati dismessi.
Ti invidio perchè credi ancora nella speranza, sappi che l' italia e gli italiani per molto tempo ancora non torneranno a sorridere come facevano un tempo e la stessa economia non crescerà per anni a venire, questa è la realtà e io non credo più a niente come tanti. E' un momento che va così non riesco a pensarla diversamente ed è come avere una spada di damocle continuamente sulla testa e a furia di annaspare non abbiamo più le
unghie.

Anonimo ha detto...

Questo in ITALIA ! Però non riesco neppure a fare di tutte le erbe un fascio ! L'alternativa allora è sperare arrivi un TEDESCO che cancelli e azzeri tutti i politicanti italiani, e prenda a mano la situazione. Pare che in Germania le cose funzionino un pochino meglio ! Come vedi un pò di speranza rimane sempre ! Coraggio !

Anonimo ha detto...

l' italia e la germania hanno fatto la guerra insieme, prima come alleati (errore madornale) poi si sono trombati l' uno con l' altro: hitler e mussolini erano grandi socialisti che scendevano in piazza con la gente a fare le barricate, poi quella stessa gente che li ha sostenuti sono state sterminate dai due più criminali che ci fossero nel mondo. E' sempre il tedesco che vuoi che controlli l' italia ????? f. c

Anonimo ha detto...

No, no per carità, non in quel senso! Solamente perchè noi ITALIANI non ce la possiamo fare, allora tedesco, inglese, olandese, americano....per vedere se si riesce a venire fuori dalla melma e se possano esserci meno larve. Quindi POLITICI ITALIANI TUTTI A CASA e nuovo partito: “FORZA STRANIERI” ! E' meraviglioso e più che positivo per esempio che nella Chiesa ci sia un Papa STRANIERO ! E così nella politica, per vedere se le cose cambiano in positivo e finiamo di "avere la spada di Damocle sulla testa" come dice 14.56! Però ancora e sempre con speranza e coraggio !

14.56 ha detto...


basterebbe che gli italiani alzazzero veramente la voce e mostrassero di aver i c........ni abbastanza x mandare a casa tutti i politici attuali, corrotti, ladri mafiosi, che cercano di tenersi stretta la poltrona ad ogni costo con progetti teorici all' infinito, solo x i loro vantaggi di vitalizi e pensioni d' oro che noi non vedremo mai. (14.56)

Anonimo ha detto...

Caro 14.56 avevi detto che italia e italiani per molto tempo non torneranno più a sorridere...sembrava venir meno la speranza, mentre ne rimane un barlume dicendo che basterebbe che gli italini alzassero la voce ! Preferisco la seconda versione...d'accordo, ma alzare la voce DOVE, QUANDO, COME, E CON CHI ?

14.56 ha detto...

almeno provarci ad appoggiare salvini..... per vedere dove vuole arrivare.....poi non so cosa pensare.
Lavoro in un ambiente dove ci sono anche uomini e li vedo avvilliti, depressi senza alcuna manifastazione di gioia e di reazione ancor meno, perciò ti dico gli uomini, si sono ammutoliti diventando pettegoli, invidiosi e......bla bla bla. ciao (14.56)

Anonimo ha detto...

Per la verità abbiamo già provato ad appoggiare Bossi, il Trota, ecc., anche con determinazione, convinzione e tanta fiducia: e Salvini dov'era ? cosa faceva ? Quando si spazzava il C--- con la bandiera tricolore ? Mi dispiace ma allora anch'io sono fra gli avviliti perchè non ripongo più alcuna fiducia in qualsiasi politico ITALIANO !Non siamo un popolo all'altezza.

Anonimo ha detto...

PROVIAMOCI X L' ENNESIMA VOLTA ANCH' IO NON SAPREI DI CHI FIDARMI COME CITTADINO MA RIPROVIAMO AD AVERE UNA SPERANZA...QUALCUNO DI VOI L' HA PROPOSTO NO ???? AVERE SPERANZA. SALVINI E' L' ULTIMA OCCASIONE PER FARE UNA FORTE OPPOSIZIONE, CI POSSIAMO SBAGLIARE ANCORA MA SE NON PROVIAMO NON LO SAPREMO MAI. DOPO.....LA REPRESSIONE TOTALE CI ATTENDE.

Anonimo ha detto...

Abbiamo già provato: Lega e Salvini al governo per tantissimi anni. Troppo facile quando si è all'opposizione contestare tutto parlando alla pancia della gente!!! NON CI CASCHIAMO PIU' E NON MI FIDO PIU'! Rimango sulle mie e a questo punto meglio un PERSONAGGIO STRANIERO ! Noi italiani non ce la possiamo fare ! Facciamo vergogna e acqua da tutte le parti!

Anonimo ha detto...

proviamoci !.... è una scommessa. Ora sei tu a non credere a niente e tantomeno nella SPERANZA. 14.56

Anonimo ha detto...

Non siamo noi che ci dobbiamo vergognare ma chi sta ai vertici della politica e delle istituzioni che hanno fatto di tutto per rendere ridicolo questo paese ma.... che all' estero......ce lo invidiano tutti.

Anonimo ha detto...

L'unica SPERANZA è che ai vertici della politica italiana arrivi LO STRANIERO ! Ma come, non ci ricordiamo più ? ? Lega, Bossi, Salvini . . . . abbiamo già provato al governo E POI ANCHE per parecchi anni ! Allora chi se lo aspettava tutto quel luridume saltato fuori anche da lì ? E la delusione ancora più grande ! E poi certamente che sono i vertici della politica a doversi vergognare ! Però SPERANZA E CORAGGIO SEMPRE !

Anonimo ha detto...


L' occasione fa l' uomo ladro. Certo che non abbiamo dimenticato tutti si sono dati un gran da fare. Andava di moda il " se mangi tu mangio anch' io " E gli italiani fataloni non hanno mai controllato ma tutti sapevano complici, fino a quando il giornalismo italiano ha cominciato a parlare di corruzzione, speculazioni elargizioni di denaro x vitalizi e pensioni d' oro a chi solo dopo un anno di carica in parlamento, poi c' è stato l' euro che ha favorito il rubare, sperperare e sciallaquare di continuo mentre gli italiani riempivano la pancia tranquilli. Quindi ora.....occhio!!

Anonimo ha detto...

L'occasione fà l'uomo ladro quando e finchè esistono i disonesti e soprattutto quando MANCANO I CONTROLLI ! Noi italiani non rispettiamo le regole, non abbiamo senso etico e civico e ognuno fà quel che gli pare !! NOn sono ancora cambiate le cose come si dovrebbe, sembra vinca sempre il più furbo, per cui non siamo un popolo all'altezza. Mi spiace ma VIVA LO STRANIERO !