sabato 20 ottobre 2018

Sport e Disabilità. Un anno di attività dello Sportello Azienda Usl di Bologna - Comitato Paralimpico. Al via nuovi Sportelli nelle Case della Salute

Da Azienda USL di Bologna


Sono già 40 le persone con disabilità che a Bologna hanno intrapreso un percorso di attività sportiva adattata, sotto la guida del Comitato Italiano Paralimpico e dell’Azienda Usl di Bologna, in particolare dei professionisti della Casa dei Risvegli. E tra queste, c’è anche chi dello sport ha fatto una nuova esperienza di vita, impegnandosi per traguardi sempre più ambiziosi, premiati da vittorie in competizioni paralimpiche.
 
Sono i primi incoraggianti frutti della convenzione, attiva da giugno 2017 tra Azienda Usl di Bologna e Comitato Italiano Paralimpico (CIP), con l’apertura di uno Sportello Informativo Sport e Disabilità presso la Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Un punto di contatto, qualificato, tra la persona con disabilità di qualsiasi tipo e gravità, e di ogni età, e le federazioni sportive del territorio bolognese.

Gestito direttamente da un operatore specializzato del CIP, lo Sportello accoglie tutte le persone con disabilità interessate a provare o intraprendere una attività sportiva, tutti i lunedì, dalle 16 alle 18 e i giovedì, dalle 14 alle 16. Lo Sportello è ospitato presso la Sala del Mentre della Casa di Risvegli.

L’accesso allo Sportello è diretto, o anche su indicazione del medico di medicina generale, di un medico riabilitatore o di un medico dello sport. La scelta della disciplina sportiva viene studiata e concordata con la persona tenendo conto dei desideri personali, delle possibilità di realizzazione pratica e dell’eventuale giovamento sotto il profilo delle capacità funzionali. L’operatore CIP segue personalmente le fasi di avvio della pratica sportiva adattata, accompagnando la persona sino all’ingresso nella struttura sportiva individuata.

Ampio il ventaglio di opportunità ad oggi già presenti, dal tai chi chuan al nuoto (le due discipline più gettonate), dall’attività fisica in acqua all’hockey in carrozzina, dalla scherma al tiro con l’arco e poi ancora calcio, scacchi, danza, tennis tavolo. Sentirsi meglio sotto il profilo psico-fisico, stare con gli altri, avere più fiducia in sé stessi, aumentare la propria autonomia, ma anche intraprendere percorsi agonistici, sono tra gli obiettivi principali dell’attività fisica adattata.
Attraverso il lavoro degli operatori dello Sportello, che incrociano quotidianamente desideri e aspettative delle persone con disabilità, la convenzione Azienda Usl di Bologna/CIP si propone la costruzione di una rete territoriale di opportunità sportive, accoglienti e qualificate, a disposizione delle persone con disabilità.
Gli Sportelli Sport e Disabilità nelle Case della Salute
Sulla scorta dell’esito positivo di questo primo anno di attività, ed in linea con il piano regionale della prevenzione che ha tra i suoi obiettivi l’aumento delle persone disabili impegnate in attività sportive, Azienda Usl di Bologna e CIP hanno esteso la collaborazione all’intero territorio aziendale, individuando nelle Case della Salute gli spazi nei quali attivare nuovi Sportelli Sport e Disabilità.
Le Case della Salute rappresentano, infatti, nella nuova geografia sanitaria metropolitana, il luogo privilegiato per la messa in campo di azioni ed opportunità di prevenzione e promozione della salute, anche sperimentali, per i cittadini e in particolare per le persone con disabilità, a servizio della comunità professionale del territorio e dei medici prescrittori, medici di medicina generale, pediatri, specialisti.
Il primo Sportello ad aprire sarà presso la Casa della Salute Reno-Sasso, sede di Casalecchio di Reno. Dal 24 ottobre, ogni mercoledì, dalle 16 alle 18. Solo il primo di una serie di Sportelli, la cui attivazione è prevista lungo tutto il 2019, nelle Case della Salute dell’Azienda Usl di Bologna.
Così come quello già attivo presso la Casa dei Risvegli, tutti gli Sportelli saranno gestiti da professionisti laureati in scienze motorie, affiancati, caso per caso, dal fisioterapista e dall’educatore, con la collaborazione di uno psicologo e del servizio di Medicina dello Sport dell’Azienda Usl di Bologna. Gli operatori sanitari della Casa della Salute, inoltre, hanno ricevuto una particolare formazione per accompagnare le persone con disabilità motoria, sensoriale e psichica a partecipare alla pratica sportiva adattata.

Le potenzialità dei servizi offerti dallo Sportello Sport e Disabilità della Casa della Salute Reno-Sasso, sede di Casalecchio di Reno, verranno presentati ai cittadini il prossimo 6 novembre, dalle 16 alle 17.30 presso l’aula Gabriella Corazza, nell’ambito degli Incontri per la Salute, ricco calendario di appuntamenti per stare sempre un po’ meglio e fare le scelte giuste per la propria salute. Tutte le informazioni sono disponibili online, alla pagina www.ausl.bologna.it

1 commento:

Bernard Cypher ha detto...

🎆 SOFT TECH GEEKS🎆

"Finché la sua tecnologia, può essere hackerata"


Ci sono molti individui che affermano di essere degli hacker, con false promesse come la creazione di carte bianche e banconote da soldi, ma finiscono per prendere i soldi e scomparire.

Ecco alcuni suggerimenti per conoscere un HACKER reale e legittimo.

✔ OGNI HACKER APPARTIENE A UN FORUM DI HACKING:
Questi forum consentono di monitorare le attività degli hacker e di impedire a qualsiasi hacker di fatturare in alto per un lavoro. Alcuni individui che affermano di essere hacker non hanno nemmeno queste idee, tutto ciò che fanno è pubblicizzare online come un hacker. Prima di assumere qualsiasi Hacker assicurati che faccia parte di un forum di hacking.


✔ OGNI HACKER FUNZIONA SOTTO UN'ORGANIZZAZIONE:
Nessun hacker dovrebbe stare da solo, ogni hacker dovrebbe lavorare per un'organizzazione. Vedete alcuni annunci come "Hackwizard, Hacklord, Cyberlord" e ogni sorta di craps che pretendono di essere un hacker ma sono solo truffatori e spammer.


❌NO HACKER DEVE RACCOGLIERE I SOLDI DA TE, SEI PER PAGARE LA SUA ORGANIZZAZIONE:
Nessun hacker dovrebbe dirti di pagarlo ma di pagare all'organizzazione per cui lavora. Quando assumi un Hacker, l'organizzazione per cui lavora deve assegnarli a te e ricevere il pagamento da te, non pagando all'Hacker, pensaci cosa succederebbe se lui negasse di prendere soldi da te? come dimostri di averlo pagato?


❌NO HACKER DEVE ESSERE PROMETTATO A CUI PU CAN INCROCIO DI UNA BANCA O PU CAN AIUTARTI A FARE DENARO (Carta di credito / Money flip vuoto):
L'unico modo eccezionale per fare soldi senza ottenere un lavoro è da Mining Bitcoin. Bitcoin minerario può essere fatto con l'uso di alcuni software e un dispositivo hardware.
Contatto: miningbitcointech@gmail.com per ulteriori informazioni.

ECCO ALCUNE COSE CHE UN HACKER PU HEL AIUTARTI CON:
✔ ATTACCHI CAUCCIU '
✔CLONING OF DEVICE (Computer e telefoni)
✔CLEARING RECORD CRIMINALI
✔ INCREMENTO DEL PUNTEGGIO CREDITO
✔Modifica di file, cancellazione di file in un'organizzazione, SCUOLA E.T.C
✔IMMAGINE HEMA, HACK SOCIAL ACCOUNT
✔ BITCOIN MINING

Se hai bisogno di assumere un hacker, contatta:

🎆 SOFT TECH GEEKS🎆
softtechgeeks@gmail.com
Non vediamo l'ora di hackerare per te.