venerdì 2 giugno 2017

Rifiuti a Marzabotto, Battistini propone l'adottamento sacchi con codice a barre e attuazione tariffa puntuale.


Così non va. L'attuale metodo per la raccolta dei rifiuti non è soddisfacente e non è neppure giusto. La tassa viene calcolata sui metri quadri dell'immobile di riferimento e non sul peso dei rifiuti realmente portati in cassonetto. Il metodo per arrivare a migliore la tematica c'è, è già applicato in diversi comuni ed è quello della 'tariffa puntuale': grazie a una lettura a codice a barre applicata nei sacchetti viene automaticamente registrato il peso dei rifiuti conferiti. Peso che determinerà l'importo della tassa da applicare alla famiglia o al servizio. Ciò incentiverebbe anche la differenziazione e quindi la possibilità di portare il Comune di Marzabotto a rispettare la percentuale di rifiuti differenziati imposta dall'Europa. Percentuale non ancora raggiunta”.

La tesi è del consigliere di minoranza Morris Battistini che ha presentato sul tema una precisa mozione, che riportiamo:


In considerazione dell'ennesimo aumento  della tassa TARI nel comune di Marzabotto, abbiamo ritenuto utile, dopo un attenta ricerca di metodologie e strategie sparse per la Nazione, formulare una Mozione che abbiamo sottoposto al Consiglio Comunale con cui chiediamo l'introduzione dei sacchetti vidimati da codice a barre (per aumentare anche la tracciabilità dei rifiuti, ancor più quando differenziati impropriamente) e una volta testato il corretto utilizzo, l'introduzione nei cassonetti del meccanismo con lettura automatica del codice a barre e del peso dei rifiuti smaltiti così da generare una tassa proporzionale per ogni cittadino.
Niente più algoritmi e calcoli tra mq e abitanti, ma una TARIFFA PUNTUALE che preveda il pagamento della tassa in SOLA FUNZIONE di quanto realmente CONFERITO NEI CASSONETTI!!!!
Questo porterebbe un equità maggiore in ogni nucleo famigliare ma sopratutto nella maggior parte di realtà commerciali che oggi si trovano a pagare decine e decina di mila euro a fronte di un sacchetto di carta (da ufficio) smaltito una volta alla settimana.
Sarebbe una svolta importante per il nostro comune oltreché un segnale di apertura e di fattibilità per l'interna Unione dei comuni dell'Appennino Bolognese.


17 commenti:

antonio lavini ha detto...

Mi piace la proposta che è orientata a far pagare ad ogni famiglia o attività ciò che conferisce, ed inoltre è verificabile come attua la raccolta differenziata.
Attenti però che siamo in Italia dove abitano italiani e non, prevedo che anzichè conferire e pagare, aumentino le già presenti discariche abusive o occasionali.
Studiamola bene e predisponiamo gli opportuni controlli e sanzioni.

Anonimo ha detto...

Ottimo sistema per far diventare il nostro paese una discarica, visto che poi per pagare meno la gente chissà dove butta l'immondizia

Anonimo ha detto...

Le minoranze farebbero meglio ad astenersi dal proporre minchiate peggiori di quelle della maggioranza che fanno solo perdere consensi. Per i cittadini non c'è salvezza, ovunque ti rigiri nelle proposte politiche italiane trovi solo dei scartini. Siccome a produrre i rifiuti sono le persone e non i metri quadri dovrebbero semplicemente calibrare la TARI sul numero di persone e non sui metri quadri. La proposta di Battistini è cervellotica, complicata, fragile e costosa, degna della peggior burocrazia borbonica. Le cose vogliono semplificate, non complicate. Spero comunque che il Battistini a una mamma che si trovi a transitare per Marzabotto e a dover cambiare il pannolino al neonato non voglia impedire di smaltire in modo corretto il pannolino, o non dandogli altra possibilità lo deve abbandonare in strada?

Anonimo ha detto...

se non fosse un consigliere comunale farebbe quasi tenerezza il suo canadore...

santandrea ha detto...

Faccio presente al blogger che il vocabolo " adottamento " non esiste, ma si dice " adozione "

Anonimo ha detto...

2 giugno 2017 21:02 mi sa che devi scrivere anche ad altri

https://www.google.it/search?q=adottamento+accademia+della+crusca&oq=adottamento+accademia+della+crusca&aqs=chrome..69i57j0.15367j0j8&sourceid=chrome&ie=UTF-8#safe=active&q=adottamento

francesco ha detto...

Non è altro che quello che la legge prevede dal 1997! Se dopo 20 anni siamo qui ancora solo a discuterne va da sè che il problema è più che altro di cultura...

Anonimo ha detto...

l'aumento della tari è stato di 2 euro abbiamo un paese pulitissimo non c,è un sacco dell'immondizia fuori dal cassonetto non si tengono rifiuti in casa tipo l,umido che sopratutto d'estate emana cattivo odore e anche se non rientriamo nei parametri europei non importa abbiamo una società che se telefoni nel giro di un paio di giorni ti viene a ritirare gratuitamente il televisore o la lavatrice e non come succede in altri comuni limitrofi che trovi immondizia ovunque roba che doveva essere ritirata il giorno 1 è ancora lì e rientrano nei parametri e poi sinceramente quando io passo per casalecchio che vedo tutti quei sacchi in terra mi sembra proprio una citta molto sporca

Anonimo ha detto...

Condividissimo il commento delle 15.50

Anonimo ha detto...

Ma cosa mi tocca leggere. L'inquinamento c'è ugualmente, l'abbandono pure. E oggi il nostro reno ne è l'esempio. Ottima invece l'iniziativa di battistini che se attuata darebbe uno spessore decisamente migliore al nostro comune. Questi commenti che chiaramente riconducono alla stessa mano, sono per l'ennesima volta il chiaro messaggio di chi denigra solo perchè la proposta arriva da una determinata parte politica.
Ottimo trovare meccanismi per differenziare ancora di più e ancora meglio.

Anonimo ha detto...

Bravo Morris! Questa è al politica del FARE come la chiami tu! Ottima iniziativa. Anche a Zola c'è gia una cosa similie.

Lascia perdere i soliti commentatori inutili. Continua così, proposte serie, di contenuto che mirano al bene della collettività. I rossi sinistri non potranno mai capirlo, loro sono per gli interessi di partito non del popolo

Anonimo ha detto...

aumento di 2 euro? io ho avuto un aumento di 45 euro almeno... Bene hanno fatto i consiglieri di minoranza. Qui non siamo a montecarlo e non possiamo avere le loro stesse tasse.

Anonimo ha detto...

Io posso solo dire che è anni che vedo camioncini di ogni genere e specie avvicinarsi ai cassonetti nelle tarde ore notturne o la mattina molto presto per scaricarci qualsiasi tipo di rifiuto, senza nemmeno differenziare.
Molto comodo per far sparire i rifiuti da lavori in nero e per non pagare il conferimento in discarica.
Inizierei mettendo la serratura ai cassonetti dando la chiave alle sole famiglie, ma temo che poi i rifiuti verrebbero scaricati dappertutto.
Purtroppo il senso civico ancora non è trasferibile

Anonimo ha detto...

Ritengo utile questo blog, perché spesso l'opinione del prossimo è utile e funzionale alla redazione di documenti e proposte che vadano incontro alla cittadinanza, affinando anche alcuni aspetti che li per li potevano essere stati sottovalutati. Ragion per cui oggi abbiamo ripresentato la medesima mozione apportando le seguenti modifiche:
CONSIDERATO
che lo scrivente Gruppo Consiliare con la seguente mozione ha altresì preso in esame il possibile rischio di aumento dell'abbandono di rifiuti, sopratutto lungo i spondali del fiume Reno, e che potrebbe creare in alcuni soggetti poco avvezzi alle regole lo stimolo a non conferire più i rifiuti presso i cassonetti di appartenenza;
RILEVATO
che si potrebbe incentivare il cittadino allo smaltimento dei rifiuti in maniera differenziata proponendo, collocandosi negli scaglioni ben precisi e prefissati, la possibilità di godere di sgravi ed agevolazioni sulla tassa TARI dell'anno successivo in funzione della quantità di rifiuti smaltiti, comportando così un incentivo al coretto smaltimento ed evitando contemporaneamente un abbandono incontrollato di rifiuti;

a proponendo di valutare:
sorta di tabella riportante diversi scaglioni nei quali si preveda in proporzione dei rifiuti smaltiti una percentuale di sconto sulla tassa TARI dell'anno successivo fino ad una massimo del 50%;

Grazie a quanto di voi, sempre attenti, sottolineano tutti gli aspetti che una proposta alla sua prima discussione potrebbe avere.

Tuttavia è anche bene tenere in considerazione che non ci si può e non si deve limitare l'introduzione di nuove regole e regolamenti per paura del comportamento dell'eventuale trasgressore.

Ciò detto, crediamo che con questa nuova proposta di introduzione di sgravi si possa incentivare tutti a conferire i propri rifiuti nel cassonetto di appartenenza cosicché da godere di sconti sulla medesima TASSA l'anno successivo.

Attendiamo la discussione in aula il prima possibile.

UNITI per CAMBIARE MARZABOTTO
Capogruppo Consigliere Comunale
Morris Battistini



Anonimo ha detto...

Nulla di nuovo, già in svariati Comuni d'Italia la raccolta dei rifiuti si basa sul "codice a barre". Io proporrei, oltre alla proposta su citata, uno sgravio della tassa anche per chi porta i rifiuti alla stazione ecologica.

Anonimo ha detto...

Sul fatto che ci sia ancora molto da migliorare sui rifiuti è vero, guardando i due sistemi chesono attualmente in funzione nei comuni confinanti di Sasso (hera) e Marzabotto (cosea) si puo notare come percorrendo le strade nel comune di Sasso si vedono spesso mucchie di sacchi sui marciapiedi (che non è il massimo della bellezza) ,domanda :ma dove si depositano i sacchi non puo esistere un isola con adeguato contenitore in armonia con l ambiente circostante che permetta a l servizio di raccolta il prelievo dal contenitore al momento che ritiene piu opportuno? togliendo cosi alla vista di tutti quel mucchi di sacchi che ricordano certe situazioni di degrado del nostro paese. Questa mi sembra una situazione dove si dice che il metodo sia efficace per raggiungere gli obiettivi della raccolta differenziata, salvaguardando la visibilita dell ambiente,permettendo cosi al cittadino di conferire la differenziata in qualsiasi momento nel punto di raccolta, . Il controllo del rispetto delle regole è un altra storia, esistono vari metodi, ma basta un incivile per danneggiare il lavoro di tanti.

Anonimo ha detto...

Quindi con l'ultima variante se produco e conferisco molti rifiuti l'anno dopo godo di uno sconto fino al 50% della TARI, più produco rifiuti e più risparmio sulla tariffa base.
Accidenti che trovata , roba da consiglieri green !!!