venerdì 23 giugno 2017

Notizie dalla Camera dei Deputati.








L'onorevole Marilena Fabbri dal Parlamento.


RIFORMA DEL PROCESSO PENALE
Una giustizia più vicina ai cittadini
Approvata in via definitiva la riforma della giustizia penale. Misure efficaci per rendere la giustizia più efficiente, per potenziare la lotta alla corruzione, per aumentare la tutela delle vittime di reati e migliorare le condizioni nelle carceri. Fra le novità: si accorciano finalmente i tempi dei processi mentre aumentano le pene per i reati di estorsione, furto in abitazione, scippo e rapina e per quello di scambio elettorale politico-mafioso, si allungano i tempi della prescrizione per i reati di corruzione e si migliorano le condizioni carcerarie.



Nessun automatismo per la cittadinanza ai bambini nati in Italia da genitori stranieri, i genitori devono farne richiesta e devono avere determinati requisiti.
I cittadini regolari che vivono in Italia si differenziano dagli italiani solo x il luogo di nascita. Per il resto condividono il ritmo delle nostre giornate italiane. Per l'80% sono di origine del continente europeo o di religione cattolica. Gli stranieri ci fanno più paura per il termine che per ciò che rappresentano. Alcuni li riconosciamo come stranieri solo per le caratteristiche fisiche, la maggioranza di loro non li distinguiamo dagli italiani. Gli stranieri di religione islamica sono solo 1,5 milioni sui 5 milioni di stranieri presenti eppure ci sentiamo circondati e a rischio di islamizzazione, anche se la popolazione italiana non islamica è pari a 58,5 milioni! Ossia il 97,5% della popolazione si sente minacciata da chi rappresenta una minoranza culturale di appena il 2,5%, ribaltando in modo inspiegabile ogni logica nei rapporti di forza tra cultura dominante e cultura minoritaria.
Da anni la popolazione straniera non aumenta, le famiglie sono mediamente composte da 3,5 componenti, come noi, il 65% ha un'istruzione superiore o universitaria.
Con la cittadinanza non acquistano più diritti, avrebbero comunque accesso agli stessi servizi. Due grandi differenze: non sentirsi più ospite e straniero nel paese che senti tuo perché ci sei nato, li hai studiato e hai vissuto; non dover sempre richiedere "il permesso" di vivere dove senti esserci la tua casa e i tuoi affetti.
Uno straniero con la cittadinanza ha più probabilità di essere un potenziale terrorista o persona giù di testa ? No! Se non ha la cittadinanza aumentano le probabilità? Non è dato sapere! La cittadinanza incide in qualche modo sul pericolo terroristico? No, dipende da variabili indipendenti. Se il nuovo cittadino dovesse rivelarsi un delinquente che facciamo? Lo mettiamo in galera! Se non è cittadino italiano e delinque, che cosa facciamo? Lo mandiamo via dal paese o lo mettiamo in galera a seconda dei casi. Per una persona onesta che cosa significa ottenere la cittadinanza nel paese in cui non è semplicemente nato x caso, ma ha scelto di viverci e li far nascere i propri figli? Una gioia incommensurabile! La stessa gioia di un figlio che finalmente si sente riconosciuto da un genitore che fino a quel momento aveva cercato di disconoscere la tua esistenza.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Sondaggio EMG ACQUA 19 giugno 2017:
CDX 32,7%,
M5S 28,4%,
PD 26,8%

Anonimo ha detto...

Si da il cambio con Renzi nelle apparizioni?

Anonimo ha detto...

dovevo ancora nascere e sentivo queste pronunce.

dopo lo svuota carceri adesso siamo di nuovo al sovraffollamento. Poi se taluni vivono in celle sottodimesionate hanno diritto ad uno sconto di pena.

poi si sono inventati la tenuità dei reati.

poi......

Dicano la percentuale di italiani rispetto ai richiedenti asilo che sono rinchiusi in carcere e per quale tipo di reati.

Inoltre sarà opportuno che comincino a costruire carceri per far scontare seriamente le pene.

Carceri dotate di spazi di lavoro e studio dove chi espia possa garantirsi opportunità e istruzione.

Poi gli investitori (quelli che hanno i soldi perchè lavorano e rischiano del loro) aspettano tempi certi e corti per poter vedersi vedere le beghe in campo civilistico e commerciale.

Non come ora che ci voglio in media tra i 5 e i 7 anni.

Anonimo ha detto...

Qui quanto tempo ancora gli imprenditori e investitori devono aspettare?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/22/ddl-concorrenza-nuovo-stop-a-851-giorni-dallarrivo-in-parlamento-calenda-incomprensibile-e-attacca-i-dem/3678291/

Cesare Zecca ha detto...

Ci sono falsi e omissioni in questa comunicazione.
L'approccio è quello della propaganda non quello della logica.

Ad esempio
> Con la cittadinanza non acquistano più diritti, avrebbero comunque accesso agli stessi servizi.

Questo significa che, operativamente, concretamente, NON c'è ALCUN motivo pratico, operativo per ottenere la cittadinanza.
Piuttosto questa hybris ha motivi assai poco nobili, oltre a quelli moralisticheggianti.

Non c'è alcuna menzione ai DOVERI.
Se si entra in una comunità ciò comporta anche dei doveri e di adeguarsi alle sue consuetudini, non di modificarle a forza.

Infine, sostanzialmente, lo scotoma ideologico non menziona che
o - gli islamici sono responsabili del 100% delle stragi, ammazzamenti, terrorismo e guerra civile già nelle nostre terre
o - l'islam è -in breve - un sistema paradigma teocratico i cui valori sono in gran parte incompatibili con quelli della cultura italiana ed europea e, peggio, è un sistema in cui le leggi civili (ad esempio questa aberrante proposta verso lo ius soli) sono subordinate ai dettami coranici e della sunna.

In paesi europei di immigrazione più remota le basi islamiche con popolazione sempre più ampia e sempre più chiusa, non integrata e ostile con gli "accoglienti" sono sempre più grandi. "Belgi", "svedesi" o "inglesi" che alla terza o quarta generazione si chiamano Abdullah sono l'evidente segno del fallimento completo di questa tanto smenata quanto assurda "integrazione" e dell'ovvietà che chi non si vuole integrare non si integra.
Le loro esuberanti, mitraglianti, scoppiettanti manifestazioni di gioia e amore per gli invasi (i coatti dell'accoglienza imposta ai territori dalle castalie neo soviet ai quali appartiene la signora Fabbri) si ripetono sempre più frequentemente.


Semplicemente, un patto civile di integrazione, dovrebbe menzionare esplicitamente la rinuncia all'islam e la specifica espressa, positiva di molti valori incompatibili con l'islam.

Ma il fondamentalismo multiculturalista (che è il miglior viatico alla barbarie d'importazione) e la serie incredibile di falsi e assurdità sui quali si base, come ogni oppio, come ogni fondamentalismo è oscurantista e ostile a scienza e conoscenza.
Pretende di etichettare a forza i numeri dispari e di metterli nella classe di quelli pari, anche se incompatibili, pretende di ugualizzare le pere con le albicocche, le pernici con le cornacchie, in questo ugualismo abominevole e privo di riscontro con la realtà.

Che orrore!

Anonimo ha detto...

Vogliono tenere un' italia inerme, stagnante, povera, con tanti proclami di cambiamenti e di tutele varie ma non ci siamo accorti di alcun cambiamento, chissà perchè ???? perchè a parlare si fa presto, non ci dicono che l' italia stagnante fa comodo a loro per avere il controllo sugli italiani di come fanno a campare coi pochi soldi guadagnati e rimasti dopo aver pagato le tasse dopo aver mantenuto quei miserabili che stanno comodamente trattenendo le loro poltrone.... e non se ne vanno MAI anzi.....ritornano pure.

Anonimo ha detto...

Ma gli islamici che vogliono diventare cittadini italiani rinunciano alla teocrazia ?

Anonimo ha detto...

soccia che pippone con sto caldo. .

Anonimo ha detto...

Con la legge dello jus soli in discussione in parlamento si puo' mantenere la doppia cittadinanza : come la mettiamo con la poligamia ?

Anonimo ha detto...

Lo Ius Soli esiste già: in base all'Art 2 del Codice Civile, il figlio nato in Italia da immigrato SCEGLIE a 18 anni, tra la cittadinanza del padre, della madre e quella italiana. IMPORRE è meglio di SCEGLIERE?
Gli immigrati che ottengono la cittadinanza già la trasmettono ai figli e chi è nato in Italia la ottiene comunque a 18 anni.
Dare cittadinanza alla nascita a figlio di immigrato che a sua volta non prenda la cittadinanza è violazione del suo diritto di scegliere.
Cinesi adulti e bambini intervistati da la7 dicono giustamente che si sentono cinesi e che non vogliono la cittadinanza italiana, con la cittadinanza italiana perderebbero quella cinese che gli dà più vantaggi, in Italia già possono starci.
L'Irlanda aveva lo Ius Soli, lo ha ABOLITO nel del 2004 con un referendum.



Anonimo ha detto...

QUANTI INCIVILI FREQUENTANO QUESTO BLOG.
FANNO I COLTI MA NON ESPRIMONO SOLUZIONI UMANE E REALIZZABILI, VOLETE METTERE LA CONTRAEREA/CONTROSCAFI, DITELO CON SCHIETTEZZA E CORAGGIO DELLE VOSTRE AZIONI, ACCETTARE POVERI DISGRAZIATI NON VUOLE DIRE ACCETTARE TUTTO ANCHE IL NEGATIVO, MA QUESTA E' UN'ALTRA STORIA CHE GLI SCRIVANI DEL BLOG NON SONO IN GRADO DI DECIFRARE E PROPORRE.
CHE TRISTEZZA
FIRMATO L'AMICO DELLA ZECCA

Anonimo ha detto...

amico della zecca, peccato che con la tua polemica del c......o non hai detto proprio niente anzi meno ancora, almeno gli amici del blog qualcosa dicono ma tu noooooooo!!!!! che tristezzaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Per loro c'e' sempre certezza

http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio_news.asp?id=201706222034442443&chkAgenzie=ITALIAOGGI&sez=newsPP&titolo=Amministratori%20più%20tutelati

Anonimo ha detto...

ma sto pippone deve essere colpa sia del caldo che del voler apparire sul web.

hai bisogno di un social media manager vero :)

Cesare Zecca ha detto...


Why has Italy been spared mass terror attacks in recent years?

“The main difference is Italy doesn’t have a big population of second-generation immigrants that have been radicalised or could potentially be radicalised,” said Francesca Galli, an assistant professor at Maastricht University and an expert in counter-terrorism policies.

...
Generally speaking Italian police and counter-terrorism forces did not have to deal with a huge number of people who were potentially at risk of radicalisation, unlike France, Belgium and the UK.


https://www.theguardian.com/world/2017/jun/23/why-has-italy-been-spared-mass-terror-attacks-in-recent-years


Cosa significa "naturalizzare" a forza centinaia di migliaia di islamici di seconda o terza generazione?
Significa diventare come Belgio, Franca, RU, ovvero paesi che hanno insiemi sempre più ampi di guerriglieri islamici radicali etichettati, da idioti e fanatici multiculturalisti, come "belgi", "francesi", "britannici".

Considero la signora Fabbri e i suoi kompagn kolleghi moralmente responsabili delle mattanza di italiani presenti e future.