giovedì 2 febbraio 2017

La 'crisi' dell'Ospedale di Vergato unisce le opposizioni di Vergato, Marzabotto e Grizzana.


Dopo la presa di posizione sul riordino della presenza ospedaliere nella Valle del Reno dei sindaci di Vergato, Marzabotto, Grizzana Morandi e Castel d'Aiano, ora sono i Capigruppo Consiglieri delle formazioni di opposizione a trattore la delicata materia. 

I capigruppo di Noi, Voi, Vergato, UNITI per CAMBIARE MARZABOTTO e Voltiamo Pagina ( nella foto) di Grizzana in un comunicato scrivono:

Nei giorni scorsi si è diffusa una notizia molto importante riguardante la Sanità del nostro Appennino.
In particolare è stata resa nota la linea che l’Ausl di Bologna vuole attuare nella riorganizzazione ospedaliera delle strutture di Vergato e Porretta, che porterebbe nei fatti al depotenziamento del Pronto Soccorso di Vergato ed al trasferimento dei reparti di Medicina, Ortopedia e Chirurgia presso quello di Altoreno Terme (Porretta), con conseguente riduzione del reale utilizzo di tale struttura da parte di tutti gli abitanti della Vallata, che preferiranno spostarsi su Bologna (chilometricamente piu vicina) rispetto all'estremo Ospedale sito ad Altoreno Terme.

"Non potevamo di certo rimanere inermi e impassibili davanti a questo ennesimo sfregio nei confronti della nostra gente, del nostro territorio e dei servizi che con lotta negli anni si è combattuto per mantenerli vivi e ben attivi. Ci sono Onlus che hanno fatto investimenti nell'ottica di rendere sempre più agevole la sanità in montagna come per esempio la donazione di un Mammografo e di una macchina per le TAC, e che noi abbiamo il dovere di tutelare come patrimonio fondamentale".

Così le opposizioni della Vallata del Medio Reno Noi,Voi Vergato, Uniti per Cambiare Marzabotto e Voltiamo Pagina, si uniscono e decidono di prendere posizione sul tema Sanità in Appennino.
E' facile gridare allo scandalo ora, quando già più di un anno fa a Vergato, il Comitato Noi Voi Vergato insieme al Comitato Costa di Porretta, avevano chiamato a raccolta la popolazione in un dibattito pubblico proprio nell'ottica che questo rischio si concretizzasse. All'epoca, come ancora alcuni oggi, si diceva di star tranquilli, e che, chi trattava certi temi non era altro che un allarmista catastrofista!!!

Ma le ultime notizie non sembrano per niente rassicuranti tanto da aver provocato una serie di reazioni a catena provenienti sia da sinistra (con un coro di opposizione ferma dei Sindaci di Vergato, Marzabotto, Grizzana e Castel D’Aiano alla solidarietà espressa dal PD agli stessi Sindaci) sia da destra (vedi soprattutto l'interrogazione proposta a livello regionale dal consigliere Galeazzo Bignami e sottoscritta dal Consigliere Marchetti).

Tutto questo dimostra come l'argomento sia estremamente sentito sul territorio, che pretende una Sanità stabile ed effettivamente presente.

"A questo proposito abbiamo scelto di non prendere micro posizioni solitarie in ogni comune bensì come amministratori coscienziosi in qualità di Capigruppo di minoranza dei Comuni di Vergato, Marzabotto e Grizzana Morandi, rispettivamente Cons.ri Uliani, Battistini e Bonifaci, ci sentiamo particolarmente preoccupati per quello che sarà il futuro dell’Ospedale di Vergato e per tutta la Sanità dell'Alto e Medio Reno: un depotenziamento dei servizi, infatti, può portare solo ad altri svantaggi per la nostra popolazione che già vive in un territorio difficile"

Uliani, Battistini e Bonifaci si augurano infatti che i 4 sindaci del Medio Reno proseguano con una linea dura di assoluta tutela e salvaguardia dei servizi, promettendo un continuo controllo circa le scelte fattive e non le sole e semplici parole che le quattro amministrazioni hanno fin'ora fatto contro le linee tenute da Ausl.

Continuano come un fiume in piena i tre Capigruppo di opposizione:

"E’ impensabile e inaccettabile che il Pronto Soccorso venga ridotto a punto di Primo Intervento, così come è impensabile che una struttura costata alla collettività più di 20 milioni di euro non sia occupata in modo adeguato, per dare una risposta sanitaria chiara alla popolazione residente. La proposta avanzata dall’Azienda USL di Bologna, pur se contiene un apprezzabile sforzo di riprogettare l'assistenza ai pazienti con patologie croniche o stabilizzate, continua ad essere carente sul tema della riprogettazione delle proprie strutture ospedaliere, rischiando addirittura di sortire l'effetto contrario ossia di depotenziarle senza costruire valore aggiunto alcuno.
Riteniamo quindi utile sollecitare una discussione che porti ad una ridefinizione delle funzioni della struttura ospedaliera, che consenta, nel rispetto della necessità di uniformarsi al disegno di riprogettazione regionale della rete assistenziale, di costruire un’identità definita in grado di rispondere alle esigenze della cittadinanza. Un programma di sviluppo che tuteli la cittadinanza della Alta e Media Valle del Reno garantendo parità di trattamento e pari dignità nel ricevere servizi sanitari da parte delle strutture pubbliche.
Sia chiaro che resta fondamentale per noi, che il tema Sanità sia tutelato in ogni sua forma e struttura e che queste nuove linee guida non debbano creare una battaglia di contrapposizione tra i presidi ospedalieri dell'intera Vallata,a partire dall'Alto al Medio Reno."

Non basta affacciarsi ai social network gridare "al lupo al lupo" per poter dire di essersi mossi e aver fatto qualcosa, non basta dire di essere d'accordo nel sottoscrivere un documento univoco in regione e poi presentarne uno indipendente col proprio simbolo per dire di essere dalla parte della sanità in Appennino... Non è così che si fa il bene del territorio e delle scelte scellerate che qualcuno vuole imporre alla montagna.

Vanno oltre i Gruppi di Opposizione della vallata e grazie al supporto legale di alcuni di loro entrano nel merito della questione promettendo di stare dalla parte della gente:
" l'art. 32 della Costituzione Italiana, nel sancire la tutela della salute come ”diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività”, obbliga lo Stato a promuovere ogni opportuna iniziativa e ad adottare precisi comportamenti finalizzati alla migliore tutela possibile della salute.
Ad oggi, purtroppo, la difesa della dignità umana, che si deve ad ogni individuo, non è ancora un punto di arrivo, ma è l'inizio di un percorso che in qualità di amministratori seppur di minoranza, insieme al supporto di tutti voi cittadini della nostra vallata, tenteremo di raggiungere attraverso l'applicazione pratica del teorico diritto alla salute previsto nel nostro ordinamento".
A tal proposito i gruppi di opposizione, in perfetta sinergia, stanno collaborando al fine primario di elaborare una strategia comune affinché l’Ospedale di Vergato riacquisti l'obbiettivo per cui e' nato, conservando così il suo ruolo di punto strategico nell'offerta di servizi sanitari per l’intera Valle del Reno.

Strategia che vede oltre a documenti politici ufficiali da presentare nei propri Consigli Comunale anche una petizione per mezzo di una raccolta firme (con possibilità di firma anche on-line) al fine di raggiungere nel modo più capillare possibile l'interesse dell'intera Vallate della Reno.

Noi Voi Vergato - Capogruppo Giuditta Uliani - Comune di Vergato

UNITI per CAMBIARE MARZABOTO - Capogruppo Morris Battistini - Comune di Marzabotto

Voltiamo Pagina - Capogruppo Bruno Bonifaci - Comune di Grizzana Morandi



20 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravi! Anche per esservi coordinati insieme!

Anonimo ha detto...

Inutile dire che quando Battistini si muove fa la differenza. Erano decenni che in Appennino non avevamo una linea di opposizone così dura e compatta. Bravi Morris Giuditta e Bruno. Siete la giusta risposta a quelle 4 fregnacce che ci hanno voluto propinari i sindaci dei vostri comuni.

Simone ha detto...

Mamma mia che impressione il capogruppo dell'opposizione di Marzabotto.
E' vero che l'abito non fa il monaco e Lombroso non ha aveva ragione riguardo l'aspetto fisico, però il sig. Battistini, così artefatto a me fa impressione.

Anonimo ha detto...

Un ottima iniziativa che come al solito il nostro capogruppo in prima linea. Soddisfatte di quello che stai facendo per tutti i tuoi cittadini. Mia sorella che abita su vergato ti adora.

Anonimo ha detto...

Morris i miei complimenti. Sei la persona giusta a rappresentare la nostra valle!!!

Anonimo ha detto...

Ringrazio questi ragazzi per tutto. L'ospedale è importante e per noi anziani lo è ancora di più averlo vicino. Conosco Battisatini perchè leggo di lui spesso sul giornale e credo si sia affiancato due ragzzi davvero in gamba. Continuate così per tutti noi.

Anonimo ha detto...

Grande Morrissssssssssssssssssssssssssssssssssssssss
vai drittooooo e fatti sentireeeeeeeeeeeeeeeeeee

Unknown ha detto...

Come sempre quando mancano i soldi a pagare sono sempre i cittadini

Anonimo ha detto...

D'accordissimo con i tre capigruppo d'opposizione. Chiedo gentilmente dove si puo' firmare la petizione oltre che online. Grazie e buon lavoro a queste persone in gamba.

Anonimo ha detto...

Bravissimi ragazzi sono di Vergato l'ospedale è una necessità e un diritto .un diritto sancito dalla costituzione ...forza Morris Giuditta e Bruno ........e per curiosità che fine ha fatto la finta ribellione dei 4 sindaci?

Anonimo ha detto...

Un titolo piuttosto roboante per una condizione naturale e scontata, non vedo come le 3 opposizioni di area politica comune per non dire unica, non si sarebbero dovute unire in una battaglia avviata dalle 4 amministrazioni Comunali che per prime hanno fatto sentire la loro autorevole voce inoltrando un documento unico:
Questo si che ha unito, con l'intervento anche del sindaco di Castel d'Aiano, forze politiche di diverse aree con l'intento comune di porre rimedio ad una proposta indecente.
La prassi dei gruppuscoli di opposizione di accodarsi per vantare eventualmente risultati positivi a loro merito, può ingannare solo osservatori distratti o con visione unidirezionale.
Per quanto riguarda la ribellione dei 4 Comuni, definita dall'anonimo delle 9:09 "finta", in realtà pare stia riscuotendo nelle giuste sedi, fuori dai bar, una promettente attenzione, non essendo stata da nessuno ritenuta finta bensì puntuale e determinata.

Anonimo ha detto...

Evidentemente lei anonimo delle 17.13 avra notizie di prima mano perché ai comuni mortali non è dato di sapere cosa succede dietro le quinte . Converra con me che è abbastanza strano che gli stessi che ne hanno decretato la chiusura adesso stiano lavorando come dice lei in difesa del ospedale .........Chiediamo a questi bravissimi sindaci di eilluminarci di mettereci al corrente di tutto il loro duro lavoro così da mettere a tacere la gente scettica come me, magari lo può fare Lei caro anonimo

Anonimo ha detto...

L'anonimo delle 17.13 si commenta da solo. MI rendo conto che ci sia da tentare a tutti i costi di tutelare i 4 Sindaci che ormai sono finiti nel dimenticatoio.
Io dico solo senza nulla togliere a Giuditta e Bruno che quando si muove Battistini la differenza si vede. E' un giovane rampante, ha voglia di fare, grinta ed energia giusta per condurre bene qualsiasi battaglia gli si dia a mano.
Non so esattamente in quale partito esattamente stia però ha una capacità di coinvolgimento e di attrazione sui temi che tratta pazzesca. Quindi un compliemnto volo a tutti e tre voi, ed in particolare al bravo BATTISTINI.

Anonimo ha detto...

Ottimo pezzo non c'è che dire.
Conosco Giuditta da anni e devo dire che non mi delude mai. Complimenti per la nuova alleanza, si vede che sei contornata da un team capace, pronto e puntuale.

Anonimo ha detto...

Non importa quante volte aprirai il giornale e vedrai chi ha collezionato più stelline di te da appendersi sul petto della giacca.
Abbasa il quotidiano, guarda oltre e scoprirai le persone che realmente credono in te ancor prima di chi siede in alto.
Hai stoffa ragazzo non si può non ammettere.
Troverai la tua strada e avrai anche tu un giorno, lontano o vicino che sia il giusto riconoscimento per l'impegno, il lavoro e la passione che metti in tutto quello che fai.
Sei forte e a noi semplici cittadini basta questo.
Un semplice Grazie...
un amico non troppo amico

Anonimo ha detto...

Vi leggo con molto piacere. Sapevo che saresti arrivato anche qui e che avresti finalmente portato quella ventata di giovinezza e di nergia che ti contraddistingue.
Non demordere, non scoraggiarti. Sei fatto di un altra pasta.
Guarda e passa.
Gabriella

Anonimo ha detto...

Auspicio comune per il futuro " La mediocrità al potere"

Anonimo ha detto...

13 commenti suoi , e una della mamma !!!!!!!!!! altro che mediocrita'. Prezzemolino colpisce ancora....le persone stupide!

Anonimo ha detto...

Ahh beeh di persone stupide a quanto pare ce ne sono molte caro anonimo del 8 febbrai 22.30 e lei è certamrnte uno di questi .se non lo ha notato qui si parla di difendere un ospedale di preservalo per i cittadini , perché la salute è un diritto di tutti o preferiamo fare ore di fila al pronto soccorso di Bologna dove le strutture sono già al colasso. Per fortuna non tutti sono dei menefreghisti ....quindi Grazie a Battistini a uliani e a Bonifaci che non ci hanno pensato ma che hanno agito .e questa è una battaglia non facile da vincere ma i cittadini non stupidi sono dalla vostra parte Forza ragazzi

Anonimo ha detto...

il problema, finto anonimo delle 9,22,sei tu.fra cioccolata e cacca c'e' differenza, quando esponi un problema le persone perdono un'attimo la bussola ,guardano il dito..poi ci si riprende e si guarda la luna! Mi piace sempre ricordare che alla fine manco i parenti ti hanno votato.Figurati altri come si possono fidare di te.