mercoledì 30 novembre 2011

Al Centro Modiano si piange 'Fiore'.



C’è sconforto al centro Anffas di Modiano a Borgonuovo di Sasso Marconi. Fiorella Gianaroli, per tutti Fiore, è stata portata via da un male incurabile e, anche se la vita nel centro prosegue perché così il mondo vuole, tutto è più mesto, il vuoto lasciato da Fiore non è per niente colmato.

“E’ Il 23 novembre abbiamo perso la nostra Fiore e il dolore per noi è grandissimo’, si legge in un comunicato degli ospiti e degli operatori. “Fiorella Gianaroli è stata per oltre 30 anni coordinatrice del centro diurno per persone disabili Modiano. Il suo profondo impegno umano e professionale ha segnato il difficile cammino che abbiamo percorso con lei, con i ragazzi e le famiglie per garantire alle persone disabili la qualità di vita cui hanno diritto, ma soprattutto perché questo fosse sempre fatto, come diceva lei, ‘ con leggerezza’. Intendendo che la professionalità e l’impegno costante dovevano andare di pari passo con l’ironia, la serenità e l’allegria, che sono, per i ragazzi, altrettanto importanti delle cure e delle attenzioni che vengono loro dedicate. E’ stato il suo messaggio più importante e ci impegneremo fortemente per portarlo avanti ; anche in questi giorni ci impegniamo perché a Modiano si respiri un’atmosfera serena e perché sia sempre così. Ciò non toglie che il dolore sia per tutti noi, ragazzi, famiglie ed operatori, molto forte e pertanto vorremmo ringraziare tutti quelli che ci sono vicini in questo momento per noi molto difficile, perché sentiamo che è una vicinanza autentica, che ci fa sentire meno soli. Grazie di cuore”.

Tutti noi di Modiano


Massimo Bosso, Assessore Politiche Sociali e Sanita' di Casalecchio di Reno scrive agli i operatori e utenti di Modiano;

Vi sono vicino per la perdita di una persona sensibile e importante come e' stata Fiorella.

Sono stato colpito dalla sua malattia, avendo avuto modo di conoscerla molti anni fa, in compagnia di altri amici, quando non mi occupavo di politica e non sapevo neppure del suo lavoro. Sin da allora avevo notato la sua capacita' di relazionarsi e di coinvolgere le persone e quando, da Assessore di Casalecchio ho saputo e conosciuto quanto fatto a Modiano, ho capito che aveva seguito una strada adatta alle sue qualita' umane.
Un'attivita' difficilissima che ha bisogno di professionalita', umanita' e sintonia con i sentimenti delle persone, soprattutto le più deboli tra i deboli come i disabili.

Sono certamente disponibile assieme a tutti voi per trovare il modo migliore per sottolineare e ricordare quanto ha lasciato per Modiano, che rappresenta un esempio e un segnale positivo per il nostro futuro.

Grazie del vostro ricordo


2 commenti:

Ottavia ha detto...

Ho lavorato al centro Modiano più volte e ho avuto modo di conoscere Fiore. Sapevo della sua malattia e apprendo solo ora della sua scomparsa. Sono molto dispiaciuta. Sono vicina ai ragazzi del centro e alla famiglia. Ciao Fiore!

Raffaele Casaroli ha detto...

anch'io ho lavorato con fiorella é stata come una mamma per me e l'ho saputo solo ora... :( ciao Fiore