sabato 3 febbraio 2018

Cronache sulla nevicata.






Marco invia : 

 


LA SITUAZIONE IN PROVINCIA
 
Nel territorio di Bologna "sono caduti anche 60-70 centimetri", fa sapere la Città metropolitana all'ora di pranzo. "Al momento la situazione è critica soprattutto nella zona di Granaglione (Alto Reno): si sta facendo il possibile per non chiudere le strade dove sono caduti molti alberi e rami". Nella zona, spiega il sindaco Giuseppe Nanni, nevica dal tardo pomeriggio di ieri: "Sulle strade urbane non ci sono grossi problemi ma è vero che questa è una neve pesante".

La Città metropolitana fa sapere che "nelle strade della montagna sopra i 700 metri le lame spartineve sono in azione da ieri sera alle 20 mentre nelle altre zone sono impegnate dalle 2 di questa notte. Nella prima collina sono caduti dai 15cm, 30/40 cm nelle zone a 500/600m, e 50/70 cm tra i 700/900m".

Sopra i 500 metri di altitudine "rimane uno strato bianco sulle strade. Ci sono state alcune cadute di alberi anche alle quote più basse dove la neve risulta maggiormente bagnata e pesante, situazioni risolte con l'intervento del personale cantoniere".

Le precipitazioni sono previste in esaurimento dal tardo pomeriggio con rasserenamenti e gelate e per questo sono previsti interventi con mezzi spargisale in serata.

3 febbraio 2018  Redazione TRC


Enel: 150 tecnici ed operai al lavoro per il ripristino. Si va verso il ritorno alla normalità

 

Sono circa 12 mila le utenze Enel disalimentate in Emilia-Romagna ma, grazie alle riparazioni in
corso e all’installazione di gruppi elettrogeni, la situazione nelle province di Parma, Reggio Emilia e Modena è in via di risoluzione. Lo spiega una nota spiegando che sono al lavoro dalla scorsa notte oltre 150 tecnici e operai di e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, coadiuvati dalle imprese appaltatrici, per fronteggiare le conseguenze dell’ondata di maltempo, che ha colpito principalmente la provincia di Bologna (in particolare l’area appenninica), le province di Modena, Parma, Reggio Emilia e Rimini provocando disservizi diffusi a macchia di leopardo. Le squadre dell’azienda elettrica stanno intervenendo per riparare i danni alla rete elettrica causati dalle abbondanti precipitazioni nevose che hanno provocato danni agli impianti elettrici. In provincia di Bologna
e di Rimini le situazioni più critiche si registrano nei comuni di Loiano, Pianoro, Valsamoggia, Castiglione de’ Pepoli, Casteldelci, Novafeltria, S. Agata Feltria anche a causa di una difficile viabilità che impedisce la rapida ripresa del servizio in alcuni tratti di rete. Le attività proseguiranno comunque senza interruzione fino al ripristino del servizio che, salvo casi isolati di aree non raggiungibili, è previsto in nottata.

4 commenti:

Carla Fini ha detto...

Entro breve? buona parte di Mongardino e dintorni alle 9,22 di domenica è ancora senza luce . Sono 24 ore ormai. E il servizio Enel parla di ripristino per le 18. Ogni volta che cade un fiocco di neve la collina va in tilt, anche questa volta le nevicate non erano abbondanti. Quindi Fabriani, aggiunga anche Sasso Marconi nell'elenco delle zone più critiche.

Anonimo ha detto...

Mi associo a quanto detto dalla sig.ra Carla Fini e, alle zone in criticità, aggiungo la collina di Marzabotto. Io poi vorrei sapere : perchè l'Enel e le ditte appaltatrici non riescono a fare , durante l'estate, dei lavori DEFINITIVI, duraturi, a regola d'arte e aspettano invece a intervenire quando già nevica e molte zone sono già in black out e tutto è più difficile e COSTOSO ?????????

SARCHIAPONE ha detto...

anonimo delle 10,06
si interviene sempre in urgenza perche' si guadagna di piu'....c'e' piu lucro
e tu sai bene che dove c'e movimento economico tutti attingono.
se si intervenisse in regime di normalita' magari in estate sarebbe
tutto ordinaria amministrazione con relativo assoluto giro di fondi economici!!!!

Anonimo ha detto...

PAROLE SAGGIE E VERE ..................SARCHIAPONE